Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Film Dimenticati/Sconosciuti (Thread Indie)


  • Please log in to reply
36 replies to this topic

#21 Dudley

Dudley

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1849 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 22:29

Così al volo mi viene in mente il capolavoro cecoslovacco "Marketa Lazarova" (1967) di Frantisek Vlacil, uno dei miei films da isola deserta. Comunque, fortunatamente, rimarrà semi-sconosciuto ancora per poco. Neanche a farlo apposta, proprio qualche minuto fa ho scoperto che in giugno sarà pubblicato in DVD e BluRay dalla prestigiosa Criterion Collection, il che contribuirà certamente a dargli maggiore visibilità in occidente!
Ottima anche la segnalazione di Bluetrain, "Wake in fright".
  • 1

#22 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12440 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2013 - 22:33

Così al volo mi viene in mente il capolavoro cecoslovacco "Marketa Lazarova" (1967) di Frantisek Vlacil, uno dei miei films da isola deserta. Comunque, fortunatamente, rimarrà semi-sconosciuto ancora per poco. Neanche a farlo apposta, proprio qualche minuto fa ho scoperto che in giugno sarà pubblicato in DVD e BluRay dalla prestigiosa Criterion Collection, il che contribuirà certamente a dargli maggiore visibilità in occidente!


si anche questo è un film straordinario (anche se difficile e certo non leggero)
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#23 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10705 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 18 marzo 2013 - 22:39

Non credo sia tra i dimenticati/sconosciuti, certo non è nemmeno tra i più ricordati, la tematica è forte, ma secondo me è uno di quei film che vanno assolutamente visti almeno una volta nella vita
Immagine inserita
  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]


Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


non vorrei sembrare pedante


#24 An Absent Friend

An Absent Friend

    We're happening

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3355 Messaggi:
  • LocationFuori della storia e in abito borghese

Inviato 19 marzo 2013 - 06:08

Immagine inserita

Parodia di Star Trek e dei Trekkies da piegamento in due per il ridere, con un cast in stato di grazia (ci sono Alan Rickman e Sam Rockwell ai loro massimi comici :wub: , più un Justin Long ancora fanciullo).
  • 2

 

Talmente brutto che e' da considerare 90

 

 
In pratica vogliono il magical negro senza i poteri magici, sai che palle.

 

 

I voti sono sull'attività svolta e sulle iniziative dichiarate o parzialmente avviate

 


#25 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19275 Messaggi:

Inviato 19 marzo 2013 - 19:07

Immagine inserita


bellissimo!
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#26 dragonfairy

dragonfairy

    Avalon Goddess

  • Members
  • Stelletta
  • 40 Messaggi:
  • LocationNorden

Inviato 29 marzo 2013 - 17:10

Immagine inserita

The Room di Giles Daoust del 2006.
E' un film belga non molto conosciuto.
Io l'ho visto ed è molto originale e carino.
  • 0

Immagine inserita


#27 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12440 Messaggi:

Inviato 21 aprile 2015 - 17:26

Copincollo quanto ho scritto ieri nel topic dedicato alla visioni settimanali, che questa mi sembra la discussione più adatta, a memoria dei posteri.

Wake in fright
(Ted Kotcheff, 1971. Con: Gary Bond, Donald Pleasence, Chips Rafferty, Sylvia Kay, Jack Thompson, Peter Whittle)

wake_in_fright_final_poster-150dpi__post

Inspiegabilmente misconosciuto capolavoro di Ted Kotcheff (si, quello del primo Rambo, ma qua si gioca davvero un altro campionato), che ha tutti i requisiti per essere il più classico dei film di culto. Tornato alla ribalta (si fa per dire) di recente a seguito del recupero e del restauro della pellicola dopo anni di totale oblio (è stato ripresentato al festival di Cannes per la seconda volta nel 2009, dopo esserci già stato nel 1971 e finalmente è poi stato pubblicato in DVD e Bluray) può essere senza troppo problemi considerato uno dei migliori film australiani di sempre (per quanto il regista sia canadese). Implacabile nel dipingere un outback australiano aspro, polveroso, inospitale come nessun altro luogo del pianeta (immortalandolo per altro con una magnifica fotografia, sabbiosa e carica di colori caldi ed appiccicosi), abitato da personaggi retrogradi (il classico redneck americano, a confronto, pare un illuminato intellettuale progressista), maschilisti oltre l'eccesso, i quali trovano nell'alcol l'unico rifugio dalla devastante, incontrollabile e totalizzante (per quanto affascinante) natura circostante.
Il passaggio di John Grant - maestro elementare di Sidney confinato nell'outback per ripagare un debito contratto con lo stato per ottenere la laurea - a Bundanyabba si trasforma in breve in una vera e propria discesa agli inferi, dominata da un costante annebbiamento alcolico (vero e unico collante dei rapporti umani tra gli ockers), che culmina nell'agghiacciante e spietatissima caccia al canguro e che porterà il protagonista alla totale lacerazione interiore.
Tra i personaggi che Grant incrocia sulla sua strada, è d'obbligo menzionare Doc Tydon, il medico alcolizzato (e va beh...), impersonato da un eccezionale Donald Pleasence, qua in un'interpretazione davvero maiuscola e carica di aura bituminosa, se non diabolica.
Bellissimo il tema musicale che accompagna l'incipit del film, impregnato di pesanti e stridenti umori dall'aroma bossanova, che ci introducono fin da subito in un'atmosfera straniante e lisergica, l'imbocco della strada per un viaggio verso un vero proprio girone infernale.
Voto: 9

vlcsnap2013031715h30m29.png

vlcsnap2013031716h11m47.png

vlcsnap2013031715h37m07.png

vlcsnap2013031715h33m49.png

vlcsnap2013031715h36m05.png

vlcsnap2013031715h39m15.png

vlcsnap2013031715h34m07.png

vlcsnap2013031715h35m00.png

 

ritiro su per dire: filmone della madonna, Peckinpah e Conrad mescolati in un incubo febbrile.


  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#28 pooneil

pooneil

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5816 Messaggi:

Inviato 21 aprile 2015 - 20:26

1)

Claude Faraldo è un regista di cui non si parla mai, attivo dagli anni settanta in poi ma con un approccio politico totalmente figlio degli anni sessanta. Nessun legame stilistico con Dziga Vertov però, piuttosto la sua particolarità risiede in sceneggiature in cui i dialoghi sono praticamente assenti. Sono riuscito a vederne due finora: Bof... anatomie d'un livreur (1971) e il credo più famoso Themroc del 1973.

 

bof07.jpg

 

mg3.jpg

 

th_b6013a5beacabcb919d3a6564ae91b58_novd

 

2)

Electra Glide in Blue (1973), opera unica di tal James William Guercio che assieme a Easy Rider, Vanishing Point e Two Lane Blacktop forma nella mia testa una ideale quadrilogia sulla presa a male dopo la summer of love. Dei quattro, questo thriller con tocchi surreali è il più deciso nell'esporre la propria tesi.

 

vlcsnap-2011-07-22-01h30m17s16.png

 

Electra+Glide+in+Blue+1.png

 

3)

Dimenticati + indie = Hal Hartley

https://www.youtube....h?v=JTok_lIkHPc

scena da Trust <3

 

p.s bellissimi ...Mimongo e Ivo il Tardivo, ci aggiungo I Buchi Neri del mitico Pappi Corsicato ;D

(ma gli anni novanta italiani sono in generale sottovalutatissimi)


  • 4

#29 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14127 Messaggi:

Inviato 21 aprile 2015 - 20:40

2)

Electra Glide in Blue (1973), opera unica di tal James William Guercio che assieme a Easy Rider, Vanishing Point e Two Lane Blacktop forma nella mia testa una ideale quadrilogia sulla presa a male dopo la summer of love. Dei quattro, questo thriller con tocchi surreali è il più deciso nell'esporre la propria tesi.

 

Davvero bello e unico questo.

Facciamo la pentalogia con "The Rain People" di Coppola (più intimo e psicologico, ma non meno radicale e pessimista degli altri).


  • 0

#30 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7409 Messaggi:

Inviato 22 aprile 2015 - 08:06

Questo non è proprio sconosciuto visto che è circondato da un piccolo culto e ha vinto anche alcuni premi ma certo non lo si può definire un successo.

Il regista è l'artista inglese Philip Ridley e il film è veramente insolito e disturbante e la prima e unica volta che lo vidi (una vita fa) mi impressionò moltissimo.

 

Reflectingskinposter.jpg

 

the-reflecting-skin.jpg

 

reflectingskin_frogjuice.jpg

 

IQiSw7S.jpg


  • 0

#31 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20412 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 22 aprile 2015 - 11:06

Non credo sia tra i dimenticati/sconosciuti, certo non è nemmeno tra i più ricordati, la tematica è forte, ma secondo me è uno di quei film che vanno assolutamente visti almeno una volta nella vitae+johnny+prese+il+fucile+-+film.jpg


Questo è né più né meno, Odissea 2001 all'interno del corpo umano.
  • 1

#32 JoanneCornif

JoanneCornif

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 1 Messaggi:

Inviato 05 ottobre 2020 - 12:35

Quando rientro a casa da lavoro, dopo una bella doccia adoro guadare un film mentre ceno e sorseggio un calice di rosso. Negli ultimi tempi però trovare qualcosa che mi piacesse è stato veramente difficile: mio fratello mi ha consigliato https://it.flixboss.com così da poter selezionare in completa autonomia tutti film migliori su Netflix e guardarmeli senza sosta. Sapete cosa faccio? Il mattino, mentre mi guardo le mail, pianifico già cosa guardare la sera in totale comodità e velocità: mi piacciono queste piattaforme chiare e precise, che aiutano un single incallito come me a passare una serata tra film e buon cibo!


  • 0

#33 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1809 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 06 ottobre 2020 - 07:23

 

Non credo sia tra i dimenticati/sconosciuti, certo non è nemmeno tra i più ricordati, la tematica è forte, ma secondo me è uno di quei film che vanno assolutamente visti almeno una volta nella vitae+johnny+prese+il+fucile+-+film.jpg


Questo è né più né meno, Odissea 2001 all'interno del corpo umano.

 

 

Questo è "famoso" per essere l'ispirazione del video di One dei Metallica se non sbaglio.


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#34 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18313 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 07 ottobre 2020 - 09:41

Grazie :) , ho messo a scaricare praticamente tutto! 

 

Ieri ho visto "Gli Occhi nella notte" 

(trailer) https://www.youtube....h?v=eo654XQYpjI

 

Grande film. Si svolge praticamente tutto in un appartamento, con una meravigliosa (e fragilissima) Audrey Hepburn nei panni di una cieca assediata da 3 truffatori. Il film ha alcune incongruenze meravigliose, l'ostinazione di lei è una di queste, il fatto che l'appartamento sia una sorta di porto di mare è un altra, c'è un pratica un assedio con al centro una figura disarmata, gracilissima eppure tenace, capace grazie in pratica soltanto all'analisi dei suoni di ricostruire fatti e situazioni, fino all'inevitabile crollo finale. Veramente un'idea e una messa in scena geniale. Da vedere!


  • 1

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#35 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7409 Messaggi:

Inviato 07 ottobre 2020 - 09:51

Mi sembra di averlo visto, ma chi se lo ricorda, era uno dei due thriller sulla cecità classici di retequattro, l'altro era Terrore Cieco di Richard Fleischer con Mia Farrow.


  • 1

#36 avatar blackwolf

avatar blackwolf

    Furious Angel

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7606 Messaggi:

Inviato 07 ottobre 2020 - 10:03

dimentichi anche Furia Cieca con Rutger Hauer


  • 0

#37 Harry Caul

Harry Caul

    se ci dice bene finiamo nella merda

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7409 Messaggi:

Inviato 07 ottobre 2020 - 10:06

Ma quello è un action, tutt'al più Gli Occhi del Delitto con Uma Thurman


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq