Vai al contenuto


Foto
* * * * - 3 Voti

Andrea Schroeder - Blackbird (2012) / Where The Wild Oceans End (2014) / Void (2016)


  • Please log in to reply
20 replies to this topic

#21 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13201 Messaggi:

Inviato 28 marzo 2018 - 14:14

80226_b0cafe71fe6845138237e41a6a421f19.j

 

2018 Sällskapet Disparition

Bella sorpresa. Mi aspettavo un disco elettro-darkettone con qualche featuring della Schroeder, invece mi sono trovato davanti a un disco elettro-darkettone dominato dalla sua presenza. Lei c'ha messo testi, voce e carisma, il gruppo svedese musica, arrangiamenti e atmosfere. Sorpresa nella sorpresa stavolta i testi sono tutti in tedesco, scelta di campo che mi auguravo la Schroeder facesse da tempo e spero manterra' nella sua attivita' solista - per quanto io adori il suo inglese da Lili Marlén.

Le canzoni degli Sällskapet non hanno la limpida immediatezza e la varieta' di toni delle cose soliste della berlinese, ma sono costruite con tipica abilita' svedese (quindi pagando pegno all'originalita', non una priorita' da quelle parti), avvolgendo e facendosi avvolgere dalla voce da sacerdotessa dolce della Schroeder. Tra cavalcate dark, blues nordeuropei, strumentali da thriller tra i fiordi, la canzone migliore e' forse la martellante "L'Autostrada", ma c'e da scegliere.

 


  • 2




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq