Vai al contenuto


- - - - -

Marie Antoinette di Sofia Coppola


  • Please log in to reply
255 replies to this topic

#41 La Fata

La Fata

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2181 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 10:52

Chi attaccherà il film si appellerà alle incongruenze storiche, come se le intenzioni della Coppola fossero state quelle di dirigere un documentario sulla rivoluzione francese.

la coppola voleva fare un film sul periodo di svago di maria antonietta. peccato che non l'abbia narrato come si deve. allora racconti la storia di un'altra persona.
è come raccontare la vita di pelé senza citare il calcio!!!


mi piacerebbe sapere a chi appartiene la canzone che fa da sottofondo all'arrivo della delfina in francia, quando lei appoggia la testa sul vetro della carrozza. qualcuno la conosce?

è una di quelle strumentali solo pianoforte? quelle sono tutte di dustin o'halloran dei dévics e saranno contenute nel suo secondo album solista "piano solos vol. 2" uscito da pochi giorni. [http://www.ondarock.it/Devics.html & "On Mon October 30th Dustin O'Halloran releases his beautiful instrumental album - Piano Solos 2. The Devics mainman has been making a name for himself of late recently attracting the attention of renowned music supervisor Brian Reitzell, who approached O??Halloran to assist in the score of Sofia Coppola's new epic historical drama, *Marie Antoinette*. "]
  • 0

Io non ho sentimenti... solo situazioni...

Tumblr. - Twitter


#42 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 20 novembre 2006 - 11:19

Chi attaccherà il film si appellerà alle incongruenze storiche, come se le intenzioni della Coppola fossero state quelle di dirigere un documentario sulla rivoluzione francese.

la coppola voleva fare un film sul periodo di svago di maria antonietta. peccato che non l'abbia narrato come si deve. allora racconti la storia di un'altra persona.


non credo nemmeno che volesse raccontare il "periodo di svago" di Maria Antonietta.

ah....le canzoni potrebbero essere o "The Melody Of A Fallen Tree" dei Winsdor For The Derby (questa si sente quasi all'inizio) o "Fools Rush In" dei Bow Wow Wow (questa invece si sente quando Maria Antonietta torna a Versailles dopo il ballo in maschera), e se non erro sono le uniche due sequenze con Maria Antonietta dentro la carrozza (esclsa l'ultimissima scena).

#43 PrebenElkjaer

PrebenElkjaer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3806 Messaggi:
  • LocationVerona

Inviato 20 novembre 2006 - 11:45


Chi attaccherà il film si appellerà alle incongruenze storiche, come se le intenzioni della Coppola fossero state quelle di dirigere un documentario sulla rivoluzione francese.

la coppola voleva fare un film sul periodo di svago di maria antonietta. peccato che non l'abbia narrato come si deve. allora racconti la storia di un'altra persona.


non credo nemmeno che volesse raccontare il "periodo di svago" di Maria Antonietta.
....

Mi piacerebbe da pazzi sapere cosa voleva raccontare. Ma il film mi ha lasciato con l'idea che nemmeno la Coppola sapesse come raccontare Maria Antonietta. Alla fine ne esce una macchietta che va alle feste, spende valanghe di soldi e si prova i vestiti. Con l'eccezione dei due secondi in cui piange e traspare tutto il dramma della sua situazione così difficile  ;D
L'osservazione che sarebbe impossibile raccontare Pelè senza calcio mi piace.
  • 0
Fat Moe: Noodles, cos'hai fatto in tutti questi anni?
Noodles: Sono andato a letto presto.

Tu sai citare i classici a memoria... ma non distingui il ramo da una foglia...

Fiero membro

Ci sono più dischi di merda che vita!

#44 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 20 novembre 2006 - 12:16



Chi attaccherà il film si appellerà alle incongruenze storiche, come se le intenzioni della Coppola fossero state quelle di dirigere un documentario sulla rivoluzione francese.

la coppola voleva fare un film sul periodo di svago di maria antonietta. peccato che non l'abbia narrato come si deve. allora racconti la storia di un'altra persona.


non credo nemmeno che volesse raccontare il "periodo di svago" di Maria Antonietta.
....

Mi piacerebbe da pazzi sapere cosa voleva raccontare. Ma il film mi ha lasciato con l'idea che nemmeno la Coppola sapesse come raccontare Maria Antonietta. Alla fine ne esce una macchietta che va alle feste, spende valanghe di soldi e si prova i vestiti. Con l'eccezione dei due secondi in cui piange e traspare tutto il dramma della sua situazione così difficile  ;D


è la storia di una regina-bambina, a cui sono state date le chiavi di una Disneyworld ante litteram, e che improvvisamente si trova a dover fare i conti con il mondo esterno.

E' la storia di una ragazzina ingenua, immatura, e che come tutti i giovani pensa soprattutto a divertirsi...a cui venne solo chiesto di rimanere incinta e dare un discendente al delfino di Francia.

E mi stupisco che tutti volessero vedere "di più", sapere di più, quando invece il punto di forza del film è il minimalismo dei sentimenti e delle situazioni, e la messa in scena di un mondo dorato e folle, con le sue pazzesche consuetudini, a cui è impossibile non accostare l'esperienza personale della regista stessa.

Un film imperfetto senza dubbio, ma che sa farsi amare, che è destinato a fare la fine di quell'altro piccolo grande film di papà Francis che è "Un Sogno Lungo Un Giorno"....sarà rivalutato a distanza di anni.

#45 La Fata

La Fata

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2181 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 12:18

http://www.ondarock....antoinette.html
  • 0

Io non ho sentimenti... solo situazioni...

Tumblr. - Twitter


#46 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 20 novembre 2006 - 12:21

http://www.ondarock....antoinette.html


assieme all'8 dato a Black Dahlia una delle più grandi castronerie che ho letto quest'anno, e la conferma che chi ha scritto la recensione si aspettava probabilmente un "documentario".

#47 La Fata

La Fata

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2181 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 12:30

vegeta, ascolta, ormai ho capito che non hai la più pallida idea di chi fosse maria antonietta. allora il film può anche piacerti, però ti invito a documentarti meglio (oltre che a vergognarti).
  • 0

Io non ho sentimenti... solo situazioni...

Tumblr. - Twitter


#48 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 20 novembre 2006 - 12:35

vegeta, ascolta, ormai ho capito che non hai la più pallida idea di chi fosse maria antonietta. allora il film può anche piacerti, però ti invito a documentarti meglio (oltre che a vergognarti).


ma vergognarmi di che? non posso esprimere il mio parere liberamente?

io ti faccio i complimenti per le tue conoscenze sul personaggio, ma la recensione attacca solo gli anacronismi e le incongruenze storiche, come se fossero il fulcro delle pellicola.
Per non parlare delle solite e scontatissime prese in giro a bersagli facilmente attaccabili come Asia Argento che si doppia da sè ecc ecc...
Dell'analisi del film in sè non ho trovato alcuna traccia, e ripeto, l'intento della Coppola non era certo essere fedele ai libri.



#49 Guest_Oyuki_*

Guest_Oyuki_*
  • Guests

Inviato 20 novembre 2006 - 12:43

vegeta, ascolta, ormai ho capito che non hai la più pallida idea di chi fosse maria antonietta. allora il film può anche piacerti, però ti invito a documentarti meglio (oltre che a vergognarti).


Questa te la potevi pure risparmiare. Secondo me l'unica persona che si deve vergognare è chi risponde in questo modo.


#50 mr.paradise

mr.paradise

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 808 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 12:43

intanto grazie a quelli che mi sono venuti incontro per quel che riguarda la canzone di sottofondo, penso che sia quella dei bow wow wow, visto che si trattava di un mix fra chitarra acustica e pianoforte.

masticando il pranzo ho pensato che se uno degli obbiettivi della coppola fosse stato quello di mettere in luce la sfrenata propensione della regina al divertimento allora avrebbe dovuto calcare di più la manica e non limitarsi a qualche colpo di dadi o ad una festicciola in maschera o ad una fumata in giardino.
senonchè ho ritenuto quasi ridicolo l'attacco da parte del popolo francese al palazzo di versailles, come se bastassero tre forche ad inscenare un imminente colpo di stato. e quando la regina si è prostrata sulla ringhiera della terrazza mi aspettavo un discorso o perlomeno una mossa particolare, ma non certo quella cerimoniosità al rallentatore e senza sbocco.

certo, non è che io vada al cinema desiderando di vedere solo quello che a mio giudizio sembra essere necessario o logico, tuttavia la colpa della mia delusione quasi cocente va attribuita a quei tizi che publicizzano i film sui giornali o in tv come se si trattasse di veri capolavori ed allora il mio cervello elabora ed allora mi sembra di essere vittima di un tradimento se dopo quaranta minuti già aggancio con gli occhi socchiusi l'uscita di emergenza della sala.  
se non avessi letto nulla sul film e mi fossi limitato a guardarlo limitando le aspettative lo avrei apprezzato maggiormante. cavolo, è sempre così.
ps: dubito che a quei tempi non si organizzassero orge a palazzo dunque perché non inscenarne almeno una giusto come riempitivo?
  • 0
soldato witt: lei non si sente mai solo?
sergente welsh: solo in mezzo alla gente

mi sono innamorato di un'attrice hard

Non morite come me

#51 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 20 novembre 2006 - 13:25

ps: dubito che a quei tempi non si organizzassero orge a palazzo dunque perché non inscenarne almeno una giusto come riempitivo?


cavolo, ho capito che la Dunst ti arrapava, ma mica era un film di Rocco! ;D

#52 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33821 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 20 novembre 2006 - 13:56


vegeta, ascolta, ormai ho capito che non hai la più pallida idea di chi fosse maria antonietta. allora il film può anche piacerti, però ti invito a documentarti meglio (oltre che a vergognarti).


Questa te la potevi pure risparmiare. Secondo me l'unica persona che si deve vergognare è chi risponde in questo modo.


Siamo d'accordo, però si potrebbe anche esprimere le proprie critiche in modo più garbato, senza accusare di dire "castronerie" chi la pensa diversamente.
  • 0

#53 vamos

vamos

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 586 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 15:34

avevi detto che fotografia decorazioni ambientazioni personaggi etc erano frutto di un uso sapiente e furbo etc etc. visto che è stato girato in 2 settimane non credo che sia stato studiato alla perfezione tutto ciò. almeno che tu non veda in questo la "moda" che insegue la coppola


In questo concordo con eustache, se è stato girato in due settimane non vuol dir niente, il tutto poteva benissimo essere stato studiato a tavolino negli anni della pre-produzione. Anche se non potrei esserne certo, anch'io credo molto sia stato pianificato, o per lo meno rispetta degli standard ben precisi che caratterizzano i film della Coppola. Può piacere o meno.
  • 0

#54 blackwater

blackwater

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12540 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 16:07



vegeta, ascolta, ormai ho capito che non hai la più pallida idea di chi fosse maria antonietta. allora il film può anche piacerti, però ti invito a documentarti meglio (oltre che a vergognarti).


Questa te la potevi pure risparmiare. Secondo me l'unica persona che si deve vergognare è chi risponde in questo modo.


Siamo d'accordo, però si potrebbe anche esprimere le proprie critiche in modo più garbato, senza accusare di dire "castronerie" chi la pensa diversamente.


Ma Vegeta è al corrente che La Fata e La Magda si assomiglino un sacco?
  • 0

... sei solo chiacchiere e Baraghini 

 


#55 scirocco

scirocco

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2016 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 16:21

Un bel film: dolce, ardito, estremo, diagonale esperimento di sensibilità postmoderna che sorvola con agilità generi e stili diversi. Poetica crepuscolare, regia disinvolta che dosa con sapienza il tempo filmico. Un'opera eccentrica e spiazzante, sospinta da un sorprendente fuoco emotivo e da una tenera malinconia, che verrà compresa (e incensata), probabilmente, tra una decina d'anni. Grande Sofia!


  • 0

#56 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21403 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 17:53

vegeta, ascolta, ormai ho capito che non hai la più pallida idea di chi fosse maria antonietta. allora il film può anche piacerti, però ti invito a documentarti meglio (oltre che a vergognarti).


Si è già notato più volte che se posso lo infilzo volentieri, ma stavolta, forse avrà ecceduto nei toni, ma vegeta fa un'obiezione legittima...non conosco il tipo di approccio al cinema di colei che ha scritto quella recensione, ma muove delle critiche ad un film come se ne avesse visto un altro...non credo che la Coppola abbia un modo di prepararsi alla lavorazione di un nuovo film così sciatto da fare un film su Maria Antonietta e non studiare i suoi rapporti con la nobiltà o il suo peso (o non-peso) relativamente alla condotta pubblica del marito...solo che ritengo che ciò che volesse fare con quest'opera è molto diverso da inquadrare storicamente il personaggio o la Francia della rivoluzione (come ho già scritto nel mio unico intervento)...

Dunque mettiamoci d'accordo: se vogliamo che la storia appartenga solo a ricostruzioni estremamente veritiere, neghiamo al cinema, che è per principio un'arte libera, di avvicinarsi al passato e finiamola qui...ma se invece accettiamo l'idea, come io personalmente l'accetto, che un regista può sentirsi libero veramente senza limiti nello svolgimento di un soggetto, allora l'unico limite che dobbiamo porre è che dietro ci sia una qualche premessa di fondo forte, e in Marie Antoinette io credo ci sia...

Ps: sono convinto che fare un film su Pelè senza inscenare il calcio sia possibile, così come è possibile parlare di tutto inscenando l'opposto...è proprio questa la magia del talento cinematografico..
  • 0

#57 PrebenElkjaer

PrebenElkjaer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3806 Messaggi:
  • LocationVerona

Inviato 20 novembre 2006 - 18:17

.....
Dunque mettiamoci d'accordo: se vogliamo che la storia appartenga solo a ricostruzioni estremamente veritiere, neghiamo al cinema, che è per principio un'arte libera, di avvicinarsi al passato e finiamola qui...ma se invece accettiamo l'idea, come io personalmente l'accetto, che un regista può sentirsi libero veramente senza limiti nello svolgimento di un soggetto, allora l'unico limite che dobbiamo porre è che dietro ci sia una qualche premessa di fondo forte, e in Marie Antoinette io credo ci sia...

Ps: io credo che fare un film su Pelè senza inscenare il calcio sia possibile, così come è possibile parlare di tutto inscenando l'opposto...è proprio quesa la magia del talento cinematografico..

sono d'accordo che il regista possa (e debba) fare ciò che ritiene più opportuno per fare il (suo) film. Dipende sempre da ciò che uno si prefigge. Solo che la premessa di fondo forte non l'ho colta ed il film non mi ha lasciato nulla.
Una curiosità: dopo aver letto il post di Vegeta in cui parla di documentario riferendosi ad una ricostruzione molto precisa dei fatti storici, mi sono ricordato che durante la proiezione ho pensato ad un documentario per come veniva descritta la vita di corte (vestiti, cibo, usanze, etc.).
  • 0
Fat Moe: Noodles, cos'hai fatto in tutti questi anni?
Noodles: Sono andato a letto presto.

Tu sai citare i classici a memoria... ma non distingui il ramo da una foglia...

Fiero membro

Ci sono più dischi di merda che vita!

#58 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 20 novembre 2006 - 18:48

mi vien da dire

VIVE LA REVOLUTION

A MORTE LA REGINA

#59 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21403 Messaggi:

Inviato 20 novembre 2006 - 18:56

Bè mi pare che l'abbiano già detto in tanti..
  • 0

#60 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 20 novembre 2006 - 19:05

ma in qesti tempi di revisionismo negazionismo storico non lo si ripete mai abbastanza.

scherzo
non mi permetterei mai di criticare un film(accio) come questo attacandomi alle incongruenze storiche (a meno che queste non coivoglino su di un piano etico).

infatti ho adorato Buongiorno notte
e anche arca russa






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq