Vai al contenuto


Foto
* * - - - 1 Voti

Il cavaliere oscuro - Il ritorno (Nolan, 2012)


  • Please log in to reply
267 replies to this topic

#41 reese

reese

    moriremo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5669 Messaggi:

Inviato 22 luglio 2012 - 23:29

Neanche le critiche americane sono molto entusiastiche. Sembra che questa bolla di sapone sia finalmente esplosa. Adesso si riflette sulla giustizia con frasi come "you die a hero..." ecc.

Il loro problema è questo:

Here’s my problem. It’s the same problem I had after seeing Casino Royale. My wife and I saw "The Dark Knight" quite late in its run, after all the hype. We had a long talk about it afterwards. “Why so serious?” I said. Yeah, yeah, yeah. I get it. Batman is supposed to be “dark”. But, come on. It’s a movie about a rich guy who dresses up like a bat. He does things that no human being possibly could do, no matter how well trained in martial arts, no matter how well equipped. He’d get blown away by some punk with a shotgun his first night out if he pulled that crap. And so a person like that – like Batman (or James Bond) doesn’t belong in the Real World. He belongs in a world of fantasy – like the one of the Avengers – where things like superheroes, super-spies, and flying aircraft carriers could actually exist. My problem with “The Dark Knight” is that it attempts to insert Batman into the real world – but you can’t ride the Batpod down the street at a hundred miles per hour firing missiles to blow up obstacles in your path in the real world. You'd kill innocent people and get obliterated by debris yourself, even if you could somehow fit a missile launcher to a motorcyle and make it work. I wasn’t a big fan of Burton’s Batman movies, but I liked the fact that his Gotham City was a realm of gothic fantasy (it wasn’t supposed to be New York) because that’s the only place where a Batman could exist.


e' un pezzo ben scritto, ma si riferisce al secondo (immagino tu l'abbia fatto apposta)
  • 0

#42 sud afternoon

sud afternoon

    Si legge sud afternùn.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2857 Messaggi:

Inviato 22 luglio 2012 - 23:38

Neanche le critiche americane sono molto entusiastiche. Sembra che questa bolla di sapone sia finalmente esplosa. Adesso si riflette sulla giustizia con frasi come "you die a hero..." ecc.

Il loro problema è questo:

Here’s my problem. It’s the same problem I had after seeing Casino Royale. My wife and I saw "The Dark Knight" quite late in its run, after all the hype. We had a long talk about it afterwards. “Why so serious?” I said. Yeah, yeah, yeah. I get it. Batman is supposed to be “dark”. But, come on. It’s a movie about a rich guy who dresses up like a bat. He does things that no human being possibly could do, no matter how well trained in martial arts, no matter how well equipped. He’d get blown away by some punk with a shotgun his first night out if he pulled that crap. And so a person like that – like Batman (or James Bond) doesn’t belong in the Real World. He belongs in a world of fantasy – like the one of the Avengers – where things like superheroes, super-spies, and flying aircraft carriers could actually exist. My problem with “The Dark Knight” is that it attempts to insert Batman into the real world – but you can’t ride the Batpod down the street at a hundred miles per hour firing missiles to blow up obstacles in your path in the real world. You'd kill innocent people and get obliterated by debris yourself, even if you could somehow fit a missile launcher to a motorcyle and make it work. I wasn’t a big fan of Burton’s Batman movies, but I liked the fact that his Gotham City was a realm of gothic fantasy (it wasn’t supposed to be New York) because that’s the only place where a Batman could exist.



Vabbe' ma semplicemente batman non è punto fisso (c'è er batman de burton e er batman de nolan), e non è neanche vero che la gotham di nolan sia il mondo reale. Il batman di nolan è "un po' " più vicino a noi con le sue inquietudini etiche (rispetto al batman di burton che sublimava ansia e alopecia incipiente dormendo a testa in giù), e ci sta bene in una gotham "un po' " più simile al nostro mondo e alle sue inquietudini etiche.
  • 2

#43 reese

reese

    moriremo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5669 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2012 - 00:02


Neanche le critiche americane sono molto entusiastiche. Sembra che questa bolla di sapone sia finalmente esplosa. Adesso si riflette sulla giustizia con frasi come "you die a hero..." ecc.

Il loro problema è questo:

Here’s my problem. It’s the same problem I had after seeing Casino Royale. My wife and I saw "The Dark Knight" quite late in its run, after all the hype. We had a long talk about it afterwards. “Why so serious?” I said. Yeah, yeah, yeah. I get it. Batman is supposed to be “dark”. But, come on. It’s a movie about a rich guy who dresses up like a bat. He does things that no human being possibly could do, no matter how well trained in martial arts, no matter how well equipped. He’d get blown away by some punk with a shotgun his first night out if he pulled that crap. And so a person like that – like Batman (or James Bond) doesn’t belong in the Real World. He belongs in a world of fantasy – like the one of the Avengers – where things like superheroes, super-spies, and flying aircraft carriers could actually exist. My problem with “The Dark Knight” is that it attempts to insert Batman into the real world – but you can’t ride the Batpod down the street at a hundred miles per hour firing missiles to blow up obstacles in your path in the real world. You'd kill innocent people and get obliterated by debris yourself, even if you could somehow fit a missile launcher to a motorcyle and make it work. I wasn’t a big fan of Burton’s Batman movies, but I liked the fact that his Gotham City was a realm of gothic fantasy (it wasn’t supposed to be New York) because that’s the only place where a Batman could exist.



Vabbe' ma semplicemente batman non è punto fisso (c'è er batman de burton e er batman de nolan), e non è neanche vero che la gotham di nolan sia il mondo reale. Il batman di nolan è "un po' " più vicino a noi con le sue inquietudini etiche (rispetto al batman di burton che sublimava ansia e alopecia incipiente dormendo a testa in giù), e ci sta bene in una gotham "un po' " più simile al nostro mondo e alle sue inquietudini etiche.

Però il problema è che si rimane talmente sulla superficie del discorso che risulta superfluo e appena abbozzato. Se avesse dato più consistenza alle inquietudini etiche di cui parli tu, se avesse portato più all'estremo il suo immaginario stile Assassins Creed pieno di situazioni e trovate coinvolgenti, insomma se c'avesse messo più palle per non fare il solito film né carne né pesce (come me) che va bene un po' a tutti. Il problema è che a me dispiace che non abbia fatto meglio, per questo ne parlo, perché le premesse c'erano. Il secondo è molto più viscerale di questo, seppur offuscato da qualche manierismo tecnico - immagino necessario per avere finanziamenti e produttori. Come se il terzo fosse in più e la saga si fosse conclusa con l'epicità roboante* del secondo. Una delusione, ma a quanto pare non un fallimento visto il 9.2 su imdb.

* non ci credo che ho usato questa parola in un discorso
  • 0

#44 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36162 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 23 luglio 2012 - 00:12




Già Batman Begins era un cinefumetto realistico e adulto non fatto esclusivamente per i ragazzini, come il 99% di queste pellicole. Il Cavaliere Oscuro si è poi imposto come il capolavoro di questo sottogenere, penso irripetibile visti anche gli aborti che si continuano a produrre.

Beh, aborti...prima di tutto deve appassionarti il genere, altrimenti sono tutti aborti giustamente.
Ma se li apprezzi i primi due Spiderman, i due Batman, Hulk, Iron Man, Thor....e qualcuno che certamente mi dimentico non li definirei affatto degli aborti


iron man in effetti piace molto anche a me, anche se in quel caso siamo di nuovo piú sull ironico/fumettoso (non che sia un male, anzi). aggiungerei anche watchmen e the avengers.

Avengers non l'ho visto, mi sembrava troppo una cafonata, troppa carne al fuoco


Immagine inserita

per il lato più ludico e di intrattenimento è uno dei migliori.consiglio.
  • 1

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#45 princepsdeus

princepsdeus

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 45 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2012 - 01:20

Sì, quel testo si riferisce al secondo ma alcuni argomenti sono validi lo stesso per il terzo film: i fatti reali (la disuguaglianza, la crisi economica, il movimento "occupy") servono solo per fare delle riprese vagamente realistiche ma poi le riflessioni e le azioni in questo ambiente non sono affatto coerenti con esso. Per esempio negli spiderman di raimi (più fruibili secondo me) non si è cercato di trattare argomenti profondi né di attualità giusto per apparire seri. Sarebbe stato molto difficile fare un film di spiderman che parlasse dell 11/9 (terrorismo) in qualche modo non banale. Che poi dal punto di vista della creazione del film possa avere successo metterci un po' di vernice realistica è probabile, ma fare discorsi sulla filosofia morale che c'è dietro è abbastanza forzato a meno che sia un'esercizio di stile tipo l'esegesi delle canzoni di Pupo.
  • 0

#46 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21852 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2012 - 04:22

Abbastanza d'accordo con reese, ma sarei un pochino più generoso, è godibile specie al cinema.
Ho trovato orribile la stessa esatta cosa che lui ha menzionato nel primo spoiler (che ho letto solo ora), dettaglio "tecnico" compreso, fastidiosissimo. Così come fastidiosi sono altri mille piccoli dettagli fra trovate ruffiane o semplicemente di una stupidità disarmante.
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#47 Cliff

Cliff

    utente con la pattumiera nel cuore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9570 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 23 luglio 2012 - 07:44





Già Batman Begins era un cinefumetto realistico e adulto non fatto esclusivamente per i ragazzini, come il 99% di queste pellicole. Il Cavaliere Oscuro si è poi imposto come il capolavoro di questo sottogenere, penso irripetibile visti anche gli aborti che si continuano a produrre.

Beh, aborti...prima di tutto deve appassionarti il genere, altrimenti sono tutti aborti giustamente.
Ma se li apprezzi i primi due Spiderman, i due Batman, Hulk, Iron Man, Thor....e qualcuno che certamente mi dimentico non li definirei affatto degli aborti


iron man in effetti piace molto anche a me, anche se in quel caso siamo di nuovo piú sull ironico/fumettoso (non che sia un male, anzi). aggiungerei anche watchmen e the avengers.

Avengers non l'ho visto, mi sembrava troppo una cafonata, troppa carne al fuoco


Immagine inserita

per il lato più ludico e di intrattenimento è uno dei migliori.consiglio.

Prendo atto del "nou", magari cambio idea
  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


#48 Guybrush Threepwood

Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3739 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 23 luglio 2012 - 08:06


Avengers non l'ho visto, mi sembrava troppo una cafonata, troppa carne al fuoco


Immagine inserita

per il lato più ludico e di intrattenimento è uno dei migliori.consiglio.


quoto, un gran bel "giocattolone"... tra l altro li vediamo finalmente un thor che sembra un minimo una divinitá e non un adolescente sfigato e patito di D&D
  • 0

#49 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12652 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2012 - 09:23

*
POPOLARE

Ma sono il solo a pensare che Batman sia di per sè un fanatico fascista? Va bene che la Hollywood degli ultimi due decenni è reazionaria come mai prima, ma cosa hanno aggiunto i fratelli Nolan al personaggio Batman? La grandezza di questi film sta proprio nel loro "cuore di tenebra": finalmente qualcuno ha liberato l'ambiguità di questo personaggio


Ovvero come il cinema riesce sempre ad arrivare vent'anni in ritardo rispetto ai fumetti. E quando arriva edulcora e banalizza. Che ad esempio in quanto a complessità e profondità i film di Nolan, rispetto a monumenti milleriani come "Il ritorno del cavaliere oscuro" e "Year One", sembrano due puntate del telefilm con Adam West. :P (il miglior Batman di sempre quello con West, comunque - e non scherzo EDIT. e invece scherzavo... dimenticavo l'esistenza di quella meraviglia di Batman: The Animated Series).

A questo proposito, un interessante confronto "etico" di Roberto Recchioni su come scrivere del Joker...
Interessanti anche i commenti (tra cui un paio miei come "Tommaso", c'è anche un "Tom" che non sono io): http://prontoallares...-lo-stesso.html


Due modi di scrivere lo stesso personaggio...

Joker, nell'interpretazione data nel film Batman -The Dark Knight-, di Christopher Nolan.

Immagine inserita

Un misterioso pazzo psicopatico, nichilista, anarchico, solipsista, dotato di un grande senso scenico e di un carisma infinito.

Sullo schermo, lo vediamo uccidere solamente criminali.
Cerca di uccidere anche innocenti ma viene sempre fermato o, quando gli riesce (sei vittime), lo fa a distanza, con una bomba, oppure negli stacchi di montaggio, o fuori campo. Praticamente mai a schermo.
Lo spettatore, per tutta la durata del film, non lo vede mai uccidere chiaramente gente innocente o personaggi positivi.

Joker, nell'interpretazione data nel fumetto The Killing Joke, di Alan Moore.

Immagine inserita

Un pazzo psicopatico, nichilista, anarchico, solipsista, dotato di un grande senso scenico e di un carisma infinito.
Un poveraccio, con un triste passato, diventato quello che è diventato perché spinto dalla disperazione e trascinato da una serie di tragici eventi.

Nelle pagine del fumetto di Alan Moore lo vediamo sparare nello stomaco a Barbara Gordon (la figlia del commissario), in una delle pagine più violente della storia del fumetto americano.

Immagine inserita

Poi lo vediamo rapire Gordon stesso, conciarlo con un completo sadomaso e costringerlo a vedere degli ingrandimenti di foto di sua figlia, in terra, con il ventre squarciato mentre si contorce negli spasmi. Nuda e probabilmente abusata dal Joker stesso.

Immagine inserita

La prima interpretazione del personaggio è suadente e spinge all'emulazione (parlo di cosplayer, gente con le magliette e quanto altro, non solo di teste matte con troppe armi a disposizione).
E' figlia del marketing che ha deciso di creare un cattivo maestoso che sappia accalappiarsi una sinistra ammirazione da parte del pubblico.

La seconda interpretazione, pur mostrandoci la profondità del personaggio, e dandogli un lato umano che non può che farci provare pietà per lui, è respingente, mette paura, e non invoglia in nessuna maniera a volersi identificare con il Joker, figurarsi emularlo.

Tutte e due le interpretazioni sono degli esempi di scrittura ottimi ed esplorano magnificamente la fascinazione del male.
Ma la seconda, è figlia di una scrittura profondamente consapevole.
La prima, per niente.


  • 15

#50 sud afternoon

sud afternoon

    Si legge sud afternùn.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2857 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2012 - 11:04



Neanche le critiche americane sono molto entusiastiche. Sembra che questa bolla di sapone sia finalmente esplosa. Adesso si riflette sulla giustizia con frasi come "you die a hero..." ecc.

Il loro problema è questo:

Here’s my problem. It’s the same problem I had after seeing Casino Royale. My wife and I saw "The Dark Knight" quite late in its run, after all the hype. We had a long talk about it afterwards. “Why so serious?” I said. Yeah, yeah, yeah. I get it. Batman is supposed to be “dark”. But, come on. It’s a movie about a rich guy who dresses up like a bat. He does things that no human being possibly could do, no matter how well trained in martial arts, no matter how well equipped. He’d get blown away by some punk with a shotgun his first night out if he pulled that crap. And so a person like that – like Batman (or James Bond) doesn’t belong in the Real World. He belongs in a world of fantasy – like the one of the Avengers – where things like superheroes, super-spies, and flying aircraft carriers could actually exist. My problem with “The Dark Knight” is that it attempts to insert Batman into the real world – but you can’t ride the Batpod down the street at a hundred miles per hour firing missiles to blow up obstacles in your path in the real world. You'd kill innocent people and get obliterated by debris yourself, even if you could somehow fit a missile launcher to a motorcyle and make it work. I wasn’t a big fan of Burton’s Batman movies, but I liked the fact that his Gotham City was a realm of gothic fantasy (it wasn’t supposed to be New York) because that’s the only place where a Batman could exist.



Vabbe' ma semplicemente batman non è punto fisso (c'è er batman de burton e er batman de nolan), e non è neanche vero che la gotham di nolan sia il mondo reale. Il batman di nolan è "un po' " più vicino a noi con le sue inquietudini etiche (rispetto al batman di burton che sublimava ansia e alopecia incipiente dormendo a testa in giù), e ci sta bene in una gotham "un po' " più simile al nostro mondo e alle sue inquietudini etiche.

Però il problema è che si rimane talmente sulla superficie del discorso che risulta superfluo e appena abbozzato. Se avesse dato più consistenza alle inquietudini etiche di cui parli tu, se avesse portato più all'estremo il suo immaginario stile Assassins Creed pieno di situazioni e trovate coinvolgenti, insomma se c'avesse messo più palle per non fare il solito film né carne né pesce (come me) che va bene un po' a tutti. Il problema è che a me dispiace che non abbia fatto meglio, per questo ne parlo, perché le premesse c'erano. Il secondo è molto più viscerale di questo, seppur offuscato da qualche manierismo tecnico - immagino necessario per avere finanziamenti e produttori. Come se il terzo fosse in più e la saga si fosse conclusa con l'epicità roboante* del secondo. Una delusione, ma a quanto pare non un fallimento visto il 9.2 su imdb.

* non ci credo che ho usato questa parola in un discorso



Reese ricordati però che sei il solo ad aver visto il terzo film asd
  • 0

#51 reese

reese

    moriremo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5669 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2012 - 11:20



Vabbe' ma semplicemente batman non è punto fisso (c'è er batman de burton e er batman de nolan), e non è neanche vero che la gotham di nolan sia il mondo reale. Il batman di nolan è "un po' " più vicino a noi con le sue inquietudini etiche (rispetto al batman di burton che sublimava ansia e alopecia incipiente dormendo a testa in giù), e ci sta bene in una gotham "un po' " più simile al nostro mondo e alle sue inquietudini etiche.

Però il problema è che si rimane talmente sulla superficie del discorso che risulta superfluo e appena abbozzato. Se avesse dato più consistenza alle inquietudini etiche di cui parli tu, se avesse portato più all'estremo il suo immaginario stile Assassins Creed pieno di situazioni e trovate coinvolgenti, insomma se c'avesse messo più palle per non fare il solito film né carne né pesce (come me) che va bene un po' a tutti. Il problema è che a me dispiace che non abbia fatto meglio, per questo ne parlo, perché le premesse c'erano. Il secondo è molto più viscerale di questo, seppur offuscato da qualche manierismo tecnico - immagino necessario per avere finanziamenti e produttori. Come se il terzo fosse in più e la saga si fosse conclusa con l'epicità roboante* del secondo. Una delusione, ma a quanto pare non un fallimento visto il 9.2 su imdb.

* non ci credo che ho usato questa parola in un discorso



Reese ricordati però che sei il solo ad aver visto il terzo film asd

anche debaser ora asd

pero' comunque il mio discorso e' in generale, lo applico tranquillamente anche ai primi due - seppur siano buoni film
  • 0

#52 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 23 luglio 2012 - 11:26

accoglienza critica tiepida? direi proprio di no

http://www.metacriti...rk-knight-rises

http://www.rottentom...k_knight_rises/

http://www.imdb.com/title/tt1345836/

http://rateyourmusic...k_knight_rises/

certo, non c'è l'unanimità che aveva incoronato "Il cavaliere oscuro" come il miglior cine-fumetto di sempre, ma pubblico e critica Usa ne sono comunque entusiasti.

comunque non esce a natale, ma il 29 agosto....
  • 0

#53 V I K K ©

V I K K ©

    User Up To 11

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 930 Messaggi:
  • LocationDublin

Inviato 23 luglio 2012 - 13:31

certo, non c'è l'unanimità che aveva incoronato "Il cavaliere oscuro" come il miglior cine-fumetto di sempre, ma pubblico e critica Usa ne sono comunque entusiasti.


bhà qui stiamo parlando di un film di Batman non chissà cosa... Nolan ha voluto fare cassa come Jackson con quella mattonata sui coglioni de "Il signore degli anelli".

Nolan è un primo della classe, ma l'ultimo filmone è stato "The prestige" il resto sono blockbuster confezionati con classe.

Piuttosto di questi roboanti film da popcorn, trovo più eccitante "Return to the Batcave: The Misadventures of Adam and Burt"
  • 0

#54 Cliff

Cliff

    utente con la pattumiera nel cuore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9570 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 23 luglio 2012 - 13:36

mattonata sui coglioni de "Il signore degli anelli".


Quoto.
  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


#55 Guybrush Threepwood

Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3739 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 23 luglio 2012 - 13:38

il resto sono blockbuster confezionati con classe.


e ti pare poco di sti tempi? ;) a me piacciono proprio per quello, poi ovvio che se voglio la filosofia e i massimi sistemi devo cercare da qualche altra parte


mattonata sui coglioni de "Il signore degli anelli".


Quoto.


no dai, le scene di battaglia meritavano parecchio, almeno al cinema... certo visto su una tv normale perde buona parte del fascino
  • 1

#56 Cliff

Cliff

    utente con la pattumiera nel cuore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9570 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 23 luglio 2012 - 13:44

no dai, le scene di battaglia meritavano parecchio, almeno al cinema... certo visto su una tv normale perde buona parte del fascino

Nulla da dire sulla qualità del film, ma non ho mai digerito il fantasy, a parte qualche eccezione.
  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


#57 Guybrush Threepwood

Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3739 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 23 luglio 2012 - 14:16


no dai, le scene di battaglia meritavano parecchio, almeno al cinema... certo visto su una tv normale perde buona parte del fascino

Nulla da dire sulla qualità del film, ma non ho mai digerito il fantasy, a parte qualche eccezione.


beh allora in effetti posso capire ^^
  • 0

#58 Guest_cinemaniaco_*

Guest_cinemaniaco_*
  • Guests

Inviato 23 luglio 2012 - 20:29

(...)


Molto bello l'articolo che riporti, Tom. Però bisogna ricordarsi che il film si tratta di una megaproduzione, non di un fumetto underground. All'interno di questi moduli i fratelli Nolan hanno veramente disegnato la figura di cattivo più cattivo, di psicopatico più psicopatico, della storia del cinefumetto, un genere di solito destinato ai ragazzini. Temo che lo spingere all'eccesso, come fa il fumetto citato, se trasportato al cinema, soprattutto all'interno di una megaproduzione hollywoodiana, avrebbe affogato il film nel cattivo gusto, nella cattiveria fine a se stessa, nella provocazione trash. Tom, sono sicuro che anche tu non avresti voluto vedere quelle scene in un film di Batman.

#59 Kaleir

Kaleir

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4918 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2012 - 21:10

hahaha
  • 0

Ciao, io sono una firma.


#60 Reynard

Reynard

    poligraf poligrafovic pallinov

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9537 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 24 luglio 2012 - 08:56

Di quest'ultimo decennio ricordo con piacere il secondo Hell Boy di Guillermo Del Toro, un vero film d'autore come Il cavaliere oscuro.


Concordo, sottovalutato.
  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq