Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Fiona Apple


  • Please log in to reply
116 replies to this topic

#101 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13928 Messaggi:

Inviato 25 marzo 2017 - 17:49

Per me il paragone non ha molto senso, ma a volerlo fare non c'e' storia per quanto mi riguarda.

La Amos, al suo meglio, mi sembra la solita Brava Bravona Bravissima che da sempre strappa applausi a scena aperta presso un certo tipo di appassionati. La musica della Apple la trovo molto piu' poetica e meditabonda. Piu' rigorosa e paradossalmente meno immediata, proprio perche' piu' legata alla scuola della canzone classica e rotonda, dove per raggiungere un certo tipo di intensita' bisogna brillare di vero fuoco.

 


(e l'approfondimento psicologico di un'artista che ascolto ahimè è un qualcosa di legato alla mia adoloscenza, ormai non c'ho più tempo ne voglia ehehehe)

Ma anch'io, figurati che certi gruppi e musicisti che seguo da anni e mi piacciono manco so che faccia hanno a momenti.
Solo mi sembra(va) che il dramma della Apple fosse proprio qualcosa di ineludibile nella sua musica.
Tanto che quando la faccenda usci' fuori, mi pare ai tempi del secondo disco, almeno per me non fu una gran sorpresa, tanto gia' in Tidal traspariva un certo tipo di malessere e dolore soffuso.    
Ma tu in effetti dimostri il contrario, quindi forse sono io che sovrastimo l'importanza di quel trauma e lo vedo in trasparenza anche dove magari non c'e'.


  • 1

#102 Sleepyhead

Sleepyhead

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5621 Messaggi:

Inviato 26 marzo 2017 - 21:01

La Amos d'allora era però più versatile e credibile nei pezzi pop, oltre a intrecciare testi indigesti a melodie lucenti, che è un contrasto più che coraggioso, la Apple da quel punto di vista è un gradino sotto.

 

Comunque fenomeni veri entrambi.


  • 3

"Dovete vedere noi, perché la televisione non vi fo' far crescere quando fa le sue trasmissioni, ve vo' tene boni; la televisione non ve vo' fa capire, ve vo' addormentà. Questa trasmissione, discute e vi fa discutere dei vostri problemi perché vedete - guardate che bell'abito che c'ho, ho una casa al mare - HO mi guardate, o io me ne vado, ma me dovete guardà in tanti e vi dovete sentire il dovere IL DOVERE, perchè io a causa VOSTRA, c'ho rimesso MILIARDI per divve aaverità."


#103 AshesOnTheWater

AshesOnTheWater

    "But now I only smile..."

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1546 Messaggi:
  • LocationMacerata

Inviato 29 marzo 2017 - 20:42

cioe' tori ha i picchi e anche un bel mix di celticita' e sprazzi di teatralita', ma i pezzi sono troppo pianocentrici e mi mancano un po' di spina, poi alcuni pezzi m'innervosiscono proprio, tipo china.

 

Premesso che amo "Little Earthquakes", fossi in te ascolterei qualcosa di più maturo e moderno. Chiariamo, io lo reputo un disco delizioso ma anche tutto sommato acerbo. Se poi è la pianocentricità ad infastidirti, hai proprio iniziato dai dischi dove il pianoforte è maggiormente protagonista. 

 

Perché non fai un tentativo con l'accoppiata "Boys For Pèle" e "From the Choirgirl Hotel"? Il primo è piuttosto ermetico e molto difficile da digerire. Per me è il suo disco più interessante, nonostante sia l'unico dei primi quatto album ad avere un problema di misura, con davvero tanta, forse troppa carne al fuoco. Se vogliamo trovare un suo affine nella produzione della Apple io lo accosterei paradossalmente proprio a "The Idler": nonostante Pèle sia a tratti barocco e tutt'altro che minimale, ha proprio quel senso di cupa sofferenza nel profondo che ho percepito nell'ultimo di Fiona.

E' davvero un vulcano che ti travolge, il suo disco più carnale in assoluto. La dice giusta Sleepyhead con questa frase:

 

 

Boys For Pele è un magazzino di calci il culo che vale una carriera.

 

 

Choirgirl è effettivamente un miracolo di equilibri nonché una svolta rock tanto coraggiosa quanto riuscita, oltre a un perfetto assaggio di ciò di cui è stata capace di fare in carriera. Sicuramente un disco sotto il punto di vista della maturità e della produzione superiore a Pèle, ma privo di quegli eccessi che amavo in Tori.

 

Davvero, limitarsi ai primi due album è davvero un peccato perché ottieni uno solo dei molti volti che ha saputo indossare. Comunque sono due artiste molto meno confrontabili di quanto sembri all'apparenza.


  • 1

#104 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8038 Messaggi:

Inviato 22 aprile 2018 - 20:27

fiona apple updates.

 

question 1 - nope. question 2 - nope. question 3 - nope. question 4 - any new music - ... yep.

 

 

 

mmm... lucid dreams

 

...

 

https://www.youtube....h?v=0RMbxmtlYdg

 

?_?

 

...

 

https://www.youtube....h?v=YgBWX067MTE

 

:fear:

 

 

 

https://www.youtube....h?v=F5dgVuuHlHg

 

<3

 

 

BONUS:
 

https://www.youtube....h?v=3JRI59LveWc


  • 1

#105 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8038 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2018 - 20:08

 

nuovo video per vecchia cover


  • 0

#106 usern***

usern***

    granita di gelsi rossi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7577 Messaggi:
  • Locationmediterranea

Inviato 02 aprile 2020 - 11:21

17 APRILE!!!
https://youtu.be/xERU-0nrGHE
  • 2

La tua firma può contenere:

  • • Fino a 1 immagini
  • • Immagini fino a 350 x 150 pixels
  • • Qualsiasi numero di URLs
  • • Fino a 12 linee

#107 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11596 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2020 - 09:59

Intanto un bel 10 tondo di Pitchfork, so già come si svilupperà la discussione su questo forum  ;D

 

fiona%20apple%20ftbc%20cover-2.jpg?itok=

 

https://pitchfork.co...e-bolt-cutters/

 

Lo ascolto non appena mi parte l'ispirazione, tra le descrizioni lette e i credits pieni di cani più che di musicisti per ora mi mantengo sullo scettico, ma spero di cambiare opinione...


  • 0
OR

#108 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19208 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2020 - 12:23

Io non la conosco per niente :(
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#109 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8038 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2020 - 12:40

bella la cope!
  • 0

#110 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11596 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2020 - 12:47

No dai, tra lei e il cane fanno a gara ha chi ha più dramma... 


  • 0
OR

#111 amnesiac_kid

amnesiac_kid

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 80 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2020 - 12:48

Per me la copertina è orribile.

Ho ascoltato solo i primi tre pezzi, poi mi sono detto che non aveva senso ascoltarlo senza i testi sotto mano e quindi ho stoppato, spero di riprendere in questi giorni. Dà l'idea di essere un naturale proseguimento di The Idler Wheel, spero solo che ci siano anche qui pezzi come Valentine e Werewolf.


  • 0

"I think I just feel how everyone feels, which is I have three or four really great folk albums in me."

"Small critically acclaimed movies about lesbians learning how to recycle"


#112 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8038 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2020 - 12:58

No dai, tra lei e il cane fanno a gara ha chi ha più dramma... 

 

pero' rispetto ai video su youtube sono in ripresa asd

 

 

Ho ascoltato solo i primi tre pezzi, poi mi sono detto che non avevo senso ascoltarlo senza i testi sotto mano

 

ahia


  • 0

#113 Sandor Krasna

Sandor Krasna

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 202 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2020 - 13:41

La copertina è bellissima.

Dopo un ascolto veloce su YouTube (probabilmente a 128kbps) anche io dico che sembra riprendere il discorso da dove lo aveva lasciato, cioè da Hot Knife di The Idler Wheel.
  • 0

#114 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16579 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2020 - 15:30

E' un bell'ascolto, come lo era il precedente... però dopo 8 anni sono un po' deluso dalla mancanza di vere novità sonore. C'è forse un approccio più giocoso e meno lamentoso, qualche ritornello più pop ma in linea di massima sì è un Idler Wheel parte seconda.

 

P.S.: la copertina ovviamente è un cesso.


  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#115 Homunculus

Homunculus

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 222 Messaggi:

Inviato 17 aprile 2020 - 16:10

Oddio, son giä passati 8 anni?! Sto proprio diventando vecchio asd
Cmq su rym giä piü di 1.000 e passa voti e media >4.
Quanto mi fa schifo sta fretta (per la serie sono vecchio appunto asd)
  • 0

#116 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12015 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2020 - 11:09

Mi sono innamorato di Fiona (soprattutto di "When the Pawn" e di "Extraordinary Machine" quello giusto, quello di Jon Brion).

Quando ho tempo vi racconto.
  • 0
A chemistry of commotion and style

#117 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8038 Messaggi:

Inviato 03 agosto 2020 - 21:07

bravo su tutto, ma non sono convinto che quello giusto sia quello brionesco (devo riascoltarli ma non era l'idea che mi ero fatto l'ultima volta). 

 

edit, a non e' vero era il contrario asd:

 

dopo secondi e secondi di ponderazione mi sento di dire che di extraordinary machine preferisco la versione bootleg di jon brion a quella ufficiale. peccato non avere una versione finale della brion-version, che lui sostiene si mangerebbe il bootleg a merenda.
 
non che le differenze siano sostanziali, ma il disco con brion ha un suo carattere molto forte, morbido barocco  e vagamente psichedelico, mentre la versione uscita ha un non so che di asettico, coi suoni un po' middle of the road (per quanto curati) e gli inserti orchestrali misurati con gusto, che me lo rendono un po' noioso nel complesso. la batteria per dire la preferisco piu' impastata come da brion version, piuttosto che in versione perfettina elizondo-style. per alcuni pezzi forse vince la versione ufficiale, tipo let him back mi sa che pompa di piu', ai punti pero' e non c'era motivo di allungarla. 
 
e soprattutto non c'era motivo di perderci altri due anni di esistenza sopra.

 

allora ti do ragione su tutto tutto :)


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq