Vai al contenuto


- - - - -

Il Popolo della Libertà (PdL)


  • Please log in to reply
578 replies to this topic

#21 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 30 novembre 2011 - 18:52

però che delusione ale, da profondo estimatore pensavo parlassi anche della genesi di Forza Italia, delle idee di rinnovamento e degli intellettuali come Colletti.


l'ho fatto nel thread di Silvio! pure l'inno avevo postato.

A me piace vedere un partito come figura di raccordo tra la societa' e le istituzioni: per questo fa anche iniziative per istruire il popolo su come potremmo vivere meglio insieme. Quando i partiti diventano solo macchine elettorali sono una cosa tristissima e cosi' giustificano il distacco dei cittadini e la politica.


"istruire", "educare". sono verbi che non mi piacciono. che poi ad istruire o ad educare siano addirittura dei partiti (più che macchine da voti, macchine da soldi, è la cruda realtà amico mio) per me è ancora più aberrante.
il distacco dei cittadini dalla politica si verifica soltanto quando la politica non dà ai cittadini quello che i cittadini vogliono. pensi davvero che gli elettori siano tutti così delle belle persone morali? persone come te (che mi sembri una persona morale o almeno cerchi di esserlo) si contano sulle dita di una mano monca. i cittadini votano in base ai loro interessi: se il politico non glieli fa iniziano a fare gli anti-politici. funziona così. siamo tutti dei meschini.

Per carità, tempo 6 mesi non se ne ricordava più nessuno, ma il predellino più che l'inizio sembrò il colpo grosso di una strategia già pronta e delineata ben prima.


il predellino fu il colpo di teatro. uno degli apici del berlusconismo. se è per questo l'idea del partito unico Berlusca ce l'aveva già nel '94. ho strutturato così il primo post per necessità di messa in scena: ti immagini quanto ne avrebbe risentito l'impatto scenico se avessi iniziato con quella tristezza della Brambilla?

#22 TheWalrus

TheWalrus

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1563 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 30 novembre 2011 - 19:00




A me piace vedere un partito come figura di raccordo tra la societa' e le istituzioni: per questo fa anche iniziative per istruire il popolo su come potremmo vivere meglio insieme. Quando i partiti diventano solo macchine elettorali sono una cosa tristissima e cosi' giustificano il distacco dei cittadini e la politica.


"istruire", "educare". sono verbi che non mi piacciono. che poi ad istruire o ad educare siano addirittura dei partiti (più che macchine da voti, macchine da soldi, è la cruda realtà amico mio) per me è ancora più aberrante.
il distacco dei cittadini dalla politica si verifica soltanto quando la politica non dà ai cittadini quello che i cittadini vogliono. pensi davvero che gli elettori siano tutti così delle belle persone morali? persone come te (che mi sembri una persona morale o almeno cerchi di esserlo) si contano sulle dita di una mano monca. i cittadini votano in base ai loro interessi: se il politico non glieli fa iniziano a fare gli anti-politici. funziona così. siamo tutti dei meschini.


va bene scusa, era meglio che dicessi "comunicare alla gente la propria visione del Paese e discuterla insieme", attraverso iniziative che stimolino la partecipazione alla cosa pubblica. Sono cose importantissime e il PDL e i suoi elettori non sanno nemmeno di cosa sto parlando....perche' non c'e' solo da dare alla gente quello che vogliono, ma anche da spiegare perche' certe cose vanno fatte...altrimenti ci riduciamo alla barbarie di promesse folli impossibili da mantenere
  • 0
"MA DOVE SIETE FINITI ROCKETTARI? tutti coi capelli tagliati corti, tutti con le giacche e la cravatta! Un giorno uno mi disse che la CRAVATTA è il passaporto degli STRONZI."

RICHARD BENSON

#23 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 30 novembre 2011 - 19:14

perche' non c'e' solo da dare alla gente quello che vogliono, ma anche da spiegare perche' certe cose vanno fatte...altrimenti ci riduciamo alla barbarie di promesse folli impossibili da mantenere


ma io non ti dico cosa è giusto per me o cosa è (o cosa dovrebbe essere) giusto per il PDL.
ti sto solo dicendo cosa è giusto per la gente. alla maggioranza degli elettori non importano i convegni, i meeting, gli stimoli (ne hanno già fin troppi, ma di natura più "bassa"). interessa molto semplicemente che la politica faccia qualcosa di concreto per loro.
quel clima da Paese progressista in cui tutti armoniosamente si confrontano nell'agorà pubblica, cercano di stimolarsi a vicenda per il bene comune, è una chimera (o un delirio) unicamente di alcuni settori della sinistra (perché invece molti altri settori sono di un pragmatismo incredibile).
alla gente interessano i fatti. anche i più banali (l'abolizione dell'ICI). Berlusconi ultimamente non ha più fatto niente e per questo lo stanno cazziando.

però ora non arrovelliamoci per 2 o 3 pagine su come debba essere un partito. parliamo (anche qui) di fatti più concreti.

#24 TheWalrus

TheWalrus

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1563 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 30 novembre 2011 - 19:39


quel clima da Paese progressista in cui tutti armoniosamente si confrontano nell'agorà pubblica, cercano di stimolarsi a vicenda per il bene comune, è una chimera (o un delirio) unicamente di alcuni settori della sinistra (perché invece molti altri settori sono di un pragmatismo incredibile).
alla gente interessano i fatti. anche i più banali (l'abolizione dell'ICI). Berlusconi ultimamente non ha più fatto niente e per questo lo stanno cazziando.

però ora non arrovelliamoci per 2 o 3 pagine su come debba essere un partito. parliamo (anche qui) di fatti più concreti


no non sono d'accordo per niente. Molta parte della societa' desidera interessarsi alla cosa pubblica e queste iniziative vanno in questo senso, per mandare alle urne elettori informati. E penso che parlare di come dovrebbe comportarsi un partito nei confronti della societa' sia un argomento di discussione perfetto sia per questa discussione che per quelle sul PD
  • 0
"MA DOVE SIETE FINITI ROCKETTARI? tutti coi capelli tagliati corti, tutti con le giacche e la cravatta! Un giorno uno mi disse che la CRAVATTA è il passaporto degli STRONZI."

RICHARD BENSON

#25 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 04 dicembre 2011 - 11:22

http://www.ilgiornal...ge=0-comments=1

Niente vertice Cav-Bossi Cresce la voglia di dialogo del Pdl con il Terzo polo
Maroni gongola: "Saltato il summit? Bene, io ero contrario". Misure anti crisi, oggi Alfano, Cicchitto e Gasparri da Monti

Roma L’istantanea di quanto si stiano allontanando le strade di Pdl e Lega non sta tanto nell’incontro saltato ieri tra Silvio Berlusconi e Umberto Bossi.

Immagine inserita

Perché, a dire la verità, l’appuntamento non è mai stato davvero in agenda e lo si è solo ventilato. Insomma, che i due non si siano visti ha un valore relativo. Quel che conta, invece, è cosa succederà questo week end. Con Angelino Alfano che oggi, accompagnato dai capigruppo Fabrizio Cicchitto e Maurizio Gasparri, incontrerà Mario Monti «con grande apertura di spirito» per esaminare il pacchetto di misure anti-crisi.
Al punto che i parlamentari del Pdl sono stati garbatamente invitati ad astenersi da prese di posizione pubbliche sulla manovra. E con il Carroccio che domani invece si sfilerà persino da un appuntamento istituzionale come la convocazione di parti sociali, Regioni ed enti locali a Palazzo Chigi per fare il punto con il governo sui provvedimenti che saranno varati nel Consiglio dei ministri di lunedì. Roberto Cota e Luca Zaia, governatori di Piemonte e Veneto, saranno a Vicenza al Parlamento del Nord. Con il passare dei giorni, insomma, diventa sempre più difficile conciliare posizioni che a livello nazionale sono davvero troppo distanti.
E se pubblicamente il Cavaliere continua a sostenere che l’asse tra Pdl e Lega non è in discussione, nelle sue conversazioni private non nasconde la preoccupazione per un equilibrio difficile. Soprattutto se il governo Monti arriverà a fine legislatura. Insomma, «tenere così per un anno e mezzo non sarà facile». Non a caso, ieri Maroni ha accolto positivamente la notizia del mancato vertice Berlusconi-Bossi: «Meglio, sono sempre stato contrario», subito prima di annunciare che alle prossime amministrative «la Lega correrà da sola ovunque perché è finita l’alleanza col Pdl».
Ed è anche per questo che a via dell’Umiltà sono in molti a guardare verso il Terzo polo. E all’Udc in particolare.
Con i centristi di Casini, infatti, c’è la comune appartenenza al Ppe. Proprio ieri a Roma c’era il presidente Wilfred Martens che ha incontrato Berlusconi, Alfano, Frattini e nel pomeriggio Casini. Una visita «preparatoria» in vista del ventesimo congresso del Ppe la prossima settimana a Marsiglia, dove ci saranno sia il segretario del Pdl (che interverrà mercoledì e sarà seguito da una delegazione di una cinquantina parlamentari) che il Cavaliere (atteso per mercoledì, quando potrebbe anche incontrare il nuovo premier spagnolo Mariano Rajoy). «I valori del Ppe devono essere i valori fondanti della nuova Europa», ha spiegato Alfano che ieri ha nominato Andrea Ronchi responsabile per i rapporti col Ppe. A Marsiglia, invece, potrebbe non esserci Casini.
Che al momento non ha confermato la sua presenza forse, si ragiona nel Pdl, perché vuole evitare di presentarsi a un appuntamento internazionale con Berlusconi. Di fatto, Pdl e Udc sono ora nella stessa maggioranza e forse il leader centrista vuol evitare che passi l’immagine di un rapporto rinsaldato.
Perché è effettivamente curioso che al congresso Casini si limiti a mandare Lorenzo Cesa. Chi sta ragionando sull’eventualità di partecipare come «visitatore» è invece Gianfranco Fini. Il Fli non ha ancora deciso la sua collocazione in Europa anche perché gli eurodeputati futuristi a Bruxelles siedono ancora nel gruppo Pdl. Chiedere l’adesione al Ppe potrebbe essere una delle ipotesi, soprattutto se l’esperienza del Terzo polo è destinata ad andare avanti. A quel punto, il Ppe - ma lo scenario è così a lungo termine dall’essere imprevedibile - potrebbe essere l’ombrello sotto il quale Terzo polo e Pdl potrebbero tentare un riavvicinamento.
Soprattutto se l’asse con la Lega non dovesse reggere dopo un anno e mezzo (se arriverà a fine legislatura) di governo tecnico.



#26 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 05 dicembre 2011 - 14:02

http://www3.lastampa...lo/lstp/433040/

Berlusconi: gli italiani ci rimpiangeranno
Alfano aggiunge: “Se non hanno toccato l’Irpef è merito nostro”

Immagine inserita


«Gli italiani ci rimpiangeranno». Berlusconi ha commentato con queste parole le notizie sulla manovra economica che ieri sono arrivate come una bomba. E’ semmai preoccupato dall’atteggiamento radicale che sta assumendo la Lega, ma il Cavaliere è convinto di poter recuperare, prima o poi, il rapporto con i suo amico Umberto. Intanto dal «Parlamento padano» di Vicenza Bossi e tutto lo stato maggiore leghista ha tuonato contro Monti, rilanciando vecchi slogan secessionisti. E questo mentre a Roma gli ex alleati del Pdl aspettavano con ansia di conoscere i provvedimenti del governo. La «stangata» è arrivata e non è certo il mancato intervento sull’Irpef a far tirare un sospiro di sollievo. Ora sono tutti lì a dire che sono riusciti a immettere un po’ di equità, ma non sarà facile far digerire ai loro elettori e parlamentari la stangata.

Berlusconi (ha seguito in diretta tv la conferenza stampa del premier Monti) ha appreso con soddisfazione questa novità che per il Pdl è una piccola vittoria. «Vuol dire - ha detto Angelino Alfano - che è passata la nostra impostazione per non colpire i soliti noti. Di questo sono contento. Domani leggeremo con attenzione tutto il testo». Una piccola vittoria e una piccola soddisfazione visto che dalla lettura del testo emerge un aumento complessivo della pressione fiscale. Non c’è la patrimoniale classica, che il Cavaliere ha detestato, ma c’è tutto il resto. Soprattutto una mazzata sulla casa, compresa la tassazione della prima casa, e un intervento pesante sulle pensioni.

«Adesso la luna di miele di Monti con l’opinione pubblica è finita», sottolinea l’ex ministro Romani. Una magra consolazione perchè il Pdl adesso dovrà votare una manovra che il capogruppo Cicchitto non esita a definire «lacrime e sangue». Ci saranno pochi margini per cambiarla in Parlamento, anzi quasi nulli visto che l’esecutivo si appresta a mettere la fiducia. Del resto, ammette Alfano, «noi abbiamo fatto una scelta di sostenere questo governo. Non c’è la possibilità di fare un intervento morbido. I bivio è tra una manovra pesante oggi o il rischio fallimento del Paese domani». Almeno, osserva il presidente dei senatori Gasparri, «siamo riusciti ad evitare l’aumento dell’Irpef, come avevamo chiesto noi nell’incontro con il premier».

Insomma il Pdl, che oggi pomeriggio riunirà il suo vertice dopo avere ascoltato Monti in Parlamento, si prepara a bere l’amaro calice e a rincorrere la Lega che cavalcherà sempre di più il malcontento popolare. Ma anche Berlusconi farà il suo gioco per non farsi mettere nell’angolo. Come dice Romani, la luna di miele che Monti ha goduto finora è finita e il Cavaliere anche ieri ha ripetuto un concetto che aveva confidato nei giorni scorsi.

Ecco, «gli italiani ci rimpiangeranno; gli umori dei cittadini sono mutevoli», ripete Berlusconi, il quale è convinto che questo consentirà di risalire la china del consenso. La preoccupazione però di fondo rimane perchè il rischio è che le misure di oggi non possano bastare. E tra qualche mese ce ne saranno di altre, proprio in piena campagna elettorale per le Amministrative.

Adesso Berlusconi ha invitato i suoi a non distinguersi, a votare compatti, affinchè non ci siano scossoni che possano compromettere l’immagine del Paese e il tentativo di portare l’Italia fuori dalla crisi. Ma cosa potrà succedere in futuro non è ancora chiaro. Se la situazione non dovesse migliorare il Pdl non esclude di poter valutare altri scenari, anche quello di non sostenere più Monti e andare al voto a giugno. E’ ancora tutto prematuro. Per il momento si tratta di far apparire la manovra come tutta farina del sacco dei tecnici. Un’operazione che tuttavia sarà difficile centrare, nascondendo le proprie responsabilità. Si cerca di valorizzare gli aspetti positivi, come ha fatto il presidente della Lombardia Formigoni: sono stati scongiurati i tagli alla sanità e al trasporto pubblico locale. «Sapevamo che la situazione economica è pesante e andava fronteggiata con provvedimenti di questo tipo». Più severo il giudizio dell’ex ministro Sacconi. «Un grande partito come il Pdl deve tenere comportamenti responsabili, ma turarsi il naso e votare non significa chiudere gli occhi sugli squilibri di questa manovra, tutta tasse, pensione e ben poca crescita».



#27 Eugene's Axe

Eugene's Axe

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3725 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 05 dicembre 2011 - 14:09

Che qualcuno li rimpiangerà è poco ma sicuro, principalmente chi ragiona con la pancia; che sia loro il "merito" di non aver alzato l'IRPEF, beh... c'erano anche i sindacati a non volerlo, quello del PdL sembrerebbe in parte millantato credito.
  • 0
HE'S NOT THE MESSIAH, HE'S A VERY NAUGHTY BOY!

#28 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 05 dicembre 2011 - 15:11

Che qualcuno li rimpiangerà è poco ma sicuro, principalmente chi ragiona con la pancia


chi tutela i propri interessi, vorrai dire. cioè tutti. dal dipendente al libero professionista, dal pensionato al disoccupato.

#29 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10056 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 05 dicembre 2011 - 17:00


Che qualcuno li rimpiangerà è poco ma sicuro, principalmente chi ragiona con la pancia


chi tutela i propri interessi, vorrai dire. cioè tutti. dal dipendente al libero professionista, dal pensionato al disoccupato.




già. non dimenticare inoltre i camorristi amici di Cosentino, il magnaccia, la escort, l'imprenditore stronzo del norditalia col suv che non paga le tasse, il fascistone che è entrato all'AMA ed il pr delle discoteche che vota B. "perché è un vincente". L'Italia che lavora.
  • 0

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#30 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 05 dicembre 2011 - 18:10

già. non dimenticare inoltre i camorristi amici di Cosentino, il magnaccia, la escort, l'imprenditore stronzo del norditalia col suv che non paga le tasse, il fascistone che è entrato all'AMA ed il pr delle discoteche che vota B. "perché è un vincente". L'Italia che lavora.


queste pose ti fanno sentire molto "inviato di Report che mostra il Paese reale", vero? asd

#31 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13975 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 05 dicembre 2011 - 18:12

mah il problema del pdl è che non esiste proprio, se domani b. dice che non esiste più e ci vuole un altro partito, il pdl non esisterà più e verrà fatto qualcos'altro...
  • 1
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#32 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 05 dicembre 2011 - 18:16

mah il problema del pdl è che non esiste proprio, se domani b. dice che non esiste più e ci vuole un altro partito, il pdl non esisterà più e verrà fatto qualcos'altro...


un po' quello che è successo al PCI dopo il crollo del Muro (visto che il PCI era così tanto ormai indipendente dalla madre patria sovietica...)

#33 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13975 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 05 dicembre 2011 - 18:19

lì è morta un'intera ideologia, qui che muore? e poi... dici che ci sarà il bertinotti di turno anche nel pdl? asd
  • 0
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#34 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10056 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 05 dicembre 2011 - 18:22


già. non dimenticare inoltre i camorristi amici di Cosentino, il magnaccia, la escort, l'imprenditore stronzo del norditalia col suv che non paga le tasse, il fascistone che è entrato all'AMA ed il pr delle discoteche che vota B. "perché è un vincente". L'Italia che lavora.


queste pose ti fanno sentire molto "inviato di Report che mostra il Paese reale", vero? asd

mai vista una puntata per intero...anche se io la Gabanelli me la farei ^-^
  • 0

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#35 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 05 dicembre 2011 - 18:23

lì è morta un'intera ideologia


stando ai sostenitori dell'indipendenza del PCI italiano ( asd) quello morto in Russia era un determinato tipo di comunismo differente da quello di cui erano espressione i partiti comunisti occidentali. come cosa, fossero stati veramente indipendenti, nel senso avessero avuto uno straccio di idea originale, avrebbero potuto tranquillamente continuare ad essere comunisti. invece prima hanno provato con il post-, poi sono passati all'ex, per arrivare al "democratici".

#36 TheWalrus

TheWalrus

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1563 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 05 dicembre 2011 - 18:31


lì è morta un'intera ideologia


stando ai sostenitori dell'indipendenza del PCI italiano ( asd) quello morto in Russia era un determinato tipo di comunismo differente da quello di cui erano espressione i partiti comunisti occidentali. come cosa, fossero stati veramente indipendenti, nel senso avessero avuto uno straccio di idea originale, avrebbero potuto tranquillamente continuare ad essere comunisti. invece prima hanno provato con il post-, poi sono passati all'ex, per arrivare al "democratici".


la parola comunismo avrebbe evocato quei regimi. Il cambio di nome era in programma dall'inizio degli anni ottanta

mah il problema del pdl è che non esiste proprio, se domani b. dice che non esiste più e ci vuole un altro partito, il pdl non esisterà più e verrà fatto qualcos'altro...



questo e' verissimo e non il PCI, ma nemmeno nessun altro partito oltre quelli di Berlusconi, si sciolgono allo schiocchare di dita di una sola persona
  • 0
"MA DOVE SIETE FINITI ROCKETTARI? tutti coi capelli tagliati corti, tutti con le giacche e la cravatta! Un giorno uno mi disse che la CRAVATTA è il passaporto degli STRONZI."

RICHARD BENSON

#37 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 05 dicembre 2011 - 19:41

questo e' verissimo e non il PCI, ma nemmeno nessun altro partito oltre quelli di Berlusconi, si sciolgono allo schiocchare di dita di una sola persona


capirai, si sciolgono allo schioccare di dita di 5 o 6 persone invece che di una sola, sai che diversità asd

#38 TheWalrus

TheWalrus

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1563 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 05 dicembre 2011 - 20:02


questo e' verissimo e non il PCI, ma nemmeno nessun altro partito oltre quelli di Berlusconi, si sciolgono allo schiocchare di dita di una sola persona


capirai, si sciolgono allo schioccare di dita di 5 o 6 persone invece che di una sola, sai che diversità asd


un po' di onesta' intellettuale e' sempre gradita...vedi referendum presso gli iscritti sul cambio di nome. Egli al massimo e' stato indeciso se chiamarlo Partito o Popolo della Liberta',,,
  • 0
"MA DOVE SIETE FINITI ROCKETTARI? tutti coi capelli tagliati corti, tutti con le giacche e la cravatta! Un giorno uno mi disse che la CRAVATTA è il passaporto degli STRONZI."

RICHARD BENSON

#39 gulliver

gulliver

    Classic Rocker

  • Banned
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5070 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2011 - 11:21

benigni ebreo comunista

http://qn.quotidiano...gi_tuccio.shtml

sempre bella gente nel pdl ( per inciso ho visto uno spezzone l'altro giorno da fiorello, benigni dovrebbe avere la decenza di ritirarsi)
  • 0

#40 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 07 dicembre 2011 - 11:26

gulliver risparmiaci i pettegolezzi dai. cosa dovrebbe dimostrare questo? che il PDL è un partito di antisemiti perché il singor Nessuno proveniente da non so bene dove giù nel tacco, ha sparato una stronz... scusa, una tavanata, più grossa della sua faccia di caz... scusa, di tonto?

:facepalm:




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq