Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Nils Frahm


  • Please log in to reply
64 replies to this topic

#61 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22959 Messaggi:

Inviato 23 gennaio 2018 - 21:31

Telepatia. Sto al secondo ascolto e alla stesura finale della rece. Spoiler: deluso e annoiato.


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#62 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10729 Messaggi:

Inviato 23 gennaio 2018 - 21:41

Spoiler: deluso e annoiato.


Ti piace meno asd
  • 0
OR

#63 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5371 Messaggi:

Inviato 23 gennaio 2018 - 23:07

Per me lui sempre piacevole all'ascolto ma poco solido alla prova dell'album (e, ancor di più, della traccia).

 

Mi piace molto Sunson, mi è sembrato di risentire i Plaid di pezzi come Ralome, Rakimou o Zamami.


  • 0

#64 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22959 Messaggi:

Inviato 25 gennaio 2018 - 11:30

Legnate. :OR:

 

 

frahm18OR_1516801619.jpg


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#65 Damy

Damy

    pophead

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10729 Messaggi:

Inviato 01 febbraio 2018 - 20:02

In linea di massima la penso come te Paloz. Ci sono alcuni momenti molto belli, ma non c'è (quasi) mai un frangente dove senti davvero quelle vibrazioni emotive che ti fermano e ti costringono a seguire l'ascolto - quando manipola i beat elettronici mi ricorda l'etno-downtempo di Four Tet e Bonobo, due nomi che personalmente apprezzo molto ma che non posso negare spesso con le loro partiture più pulitine fanno un po' effetto tappezzeria/documentario di scienze naturali. Tra l'altro un titolo come "All Melody" ti trae in inganno; di sicuro questo è un disco più melodico rispetto a certe cose fatte in passato, ma non è comunque così spumeggiante come me lo immaginavo, anzi a tratti è così sommesso che si perde. E questo senza contare il fatto che la presenza degli altri musicisti è davvero stringata e non lo aiuta mai a raggiungere quel livello di pienezza sonora e interpretativa in grado di sostenere una melodia davvero come si deve. Chissà a questo punto se sul palco si porterà dietro qualcuno per riempire un po' l'atmosfera, almeno nella salona del Barbican?

 

Rimane un disco con un suo mood particolare e ovviamente con una cura sonora in certi frangenti molto affascinante, quindi poi nei momenti giusti lo si ascolta comunque senza problemi.


  • 0
OR




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq