Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Joel Coen (e suo fratello Ethan)


  • Please log in to reply
159 replies to this topic

#1 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20756 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2006 - 11:24

Dopo un lungo periodo di riflessione, mi decido a riaprire un thread di mia spontanea iniziativa e di dedicarlo ai fantastici fratelli di Minneapolis, sperando di trasmettere il mio amore per il loro cinema a tutti i cinefili ondarockiani (se mai ce ne fosse bisogno, visto che spero che i Coen siano già abbondantemente amati di loro)...

Sono un rarissimo caso di cui mi sento di consigliare a chi non li conosce praticamente tutti i loro film, essendo in ognuno di essi compreso il senso intero del loro modo di fare cinema...

Cosa mi piace di loro? E' presto detto:

1) L'incredibile talento nella rilettura dei generi: è come una sfida contro se stessi...ogni lavoro diventa occasione per dimostrare al pubblico il loro amore per un determinato filone cinematografico, senza ovviamente rinunciare ad un'opera di destrutturazione del genere stesso, rileggendolo con il loro originalissimo senso dell'ironia e della messinscena...

2) La costruzione al microscopio delle sceneggiature: marchingegni praticamente perfetti...nessun personaggio è senza collocazione logica, ogni azione è concatenata a tutto il resto, l'intero script rappresenta sempre uno stimolo per lo spettatore attento...tutto è circolare, tutto ha una spiegazione, tutto ha un motivo scatenante, basta aspettare e seguire con attenzione il fluire della storia...

3) Un gusto per la regia virtuosa che pochissimi hanno...sostengo da sempre che se uno come Tarantino avesse il talento di sapersi frenare un momento prima dell'eccesso come lo hanno i Coen sarebbe probabilmente il più grande regista del nostro tempo...questi geniacci sanno varamente come coniugare (quasi) alla perfezione la ripresa sorprendente e ad effetto alla limpidezza della scena...non ricordo una sola scelta registica eccessiva dei Coen che abbia sopraffatto il contenuto della scena che si andava a rappresentare...

Per ora mi fermo a questi 3 punti, però si potrebbe continuare per ore...unico dispiacere me l'ha dato la loro parziale corruzione negli ultimi due film...d'accordo che pure a Minneapolis bisogna pur mangiare e mantenere la famiglia, ma un certo piglio che hanno preso sia Prima ti sposo poi ti rovino sia Ladykillers non mi è per niente piaciuto, nonostante il mestiere sopraffino si noti qua e là anche in queste due pellicole...

Bene, ora mi rimetto a voi e alle vostre opinioni..
  • 1

#2 Guest_pAggIoni_*

Guest_pAggIoni_*
  • Guests

Inviato 01 novembre 2006 - 13:17

Si bhe grandissimi personaggi del cinema . Grande capacità umoristica e dissacratoria . Sono sempre riusciti a dirigere alla perfezione i loro attori , e questo non è un aspetto da tralasciare . Mi ricordano Terry Gilliam , i suoi scenari , i suoi macchiettistici personaggi . Grandissimi . Mi manca ancora da vedere Blood Simple .
Sono rimasto molto deluso da Prima ti sposo poi ti rovino , l'ho trovato un film veramente di merda . Ladykillers non è certo questa grande opera , ma si lascia anche guardare . Attendo fiducioso il loro prossimo film .
I migliori ? Non ci sono dubbi . Il migliore . Lui . E' la mia amica Shelly , è venuta a fare la doccia .

#3 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 01 novembre 2006 - 13:25

Grandissimi autori.

Ho amato tutti i loro film, pure "Prima Ti Sposo Poi Ti Rovino", meno ambizioso, ma da sganasciarsi dalle risate.

L'unico che non ho sopportato è stato "Ladykillers".

Difficile dire quale sia il loro film che preferisco. Ne dico tre va: "L'Uomo Che Non C'era", "Crocevia Della Morte" e "Fargo".

#4 Guest_pAggIoni_*

Guest_pAggIoni_*
  • Guests

Inviato 01 novembre 2006 - 13:34

Vegeta NON PUOI dimenticare il Grande Lebowsky . Non puoi .  :o
Dialoghi strepitosi , un ritmo irresistibile , personaggi messi a fuoco al punto giusto, retrogusto noir , ironia disarmante . Un capolavoro assoluto .

#5 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 01 novembre 2006 - 13:49

Vegeta NON PUOI dimenticare il Grande Lebowsky . Non puoi .  :o
Dialoghi strepitosi , un ritmo irresistibile , personaggi messi a fuoco al punto giusto, retrogusto noir , ironia disarmante . Un capolavoro assoluto .


non l'ho dimenticato...ADORO quel film!

Non è il loro film che preferisco però.

#6 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20756 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2006 - 15:26

Pensavo di arrivare dopo a parlare dei singoli film, ma, visto che ci siete già, dico la mia sulla filmografia dei Coen...

Blood simple
A differenza di molti non lo ritengo uno dei risultati migliori, si vede che il registro drammatico non è il loro preferito...a parte questo il debutto con la rivisitazione del noir splende di luce propria almeno per un evidente esaltazione del punto n. 2 del mio precedente intervento...in meno di un'ora e mezzo c'è la condensazione di tutti gli stereotipi del noir, più il solito elemento coeniano del non-detto, del malinteso che genera la tragedia...[6]

Arizona Junior
Puro divertimento, mostruoso esempio di abilità registica: un catalogo di movimenti di macchina che più audaci non si può...il tutto nel loro film più leggero e tendente al demenziale...anche qui stesso discorso del primo film: ci sono tutti gli elementi in nuce del loro cinema più maturo...[6]

Crocevia della morte
Ogni volta che ci ributto l'occhio quasi mi commuovo...il genere gangsteristico che fa da cornice al loro tentativo più nobile di omaggiare un secolo di cinema...da Hawks al padrino di Coppola tutto il filone è citato a piene mani, senza contare la super-sceneggiatura che ancora una volta si riserva il diritto di spaziare fuori dai confini dei film direttamente predecessori: basti pensare alla figura straordinaria di Gabriel Byrne, un gangster alquanto atipico, se in 2 ore fa quel che fa senza versare (quasi) nemmeno una goccia di sangue...l'incipit nel bosco che annuncia la successiva tragedia merita da solo la visione...[8]

Barton Fink
L'unico loro film che ho visto una sola e per giunta un secolo fa...non saprei esprimere un parere...

Mr. Hula Hoop
Altro divertissment, al pari di Arizona Junior, impreziosito però dalla contestualizzazione epocale, da Paul Newman e da una prima metà che più genialoide non si può...[7]

Fargo
Quando leggo che Fargo sarebbe il loro capolavoro perchè finalmente i Coen buttano la maschera e si cimentano con il dramma impegnato mi viene da ridere...direi piuttosto che è una rilettura ancor più dissacrante del loro primo film rispetto al noir cinematografico...tutto è tragicamente irreale per sembrare vero, ma al tempo stesso il tema e il luogo sono così realistici (non per niente siamo dalle parti da cui gli autori sono venuti anoi) per sembrare solo frutto di fantasia...già me li vedo Joel e Ethan che leggono le critiche che inneggiano al capolavoro in virtù di una pretesa forza morale del film, sai che risate si fanno...più che altro è una satira verso la critica ed il pubblico trombone...[9]

Il grande Lebowski
L'apoteosi...la destrutturazione del genere si mischia ad un minestrone di generi che si mischiano a loro volta ad una sceneggiatura che si libera della trama lineare per arrivare all'apice del nonsense...è come se i Coen in anni di tentativi abbiano raggiunto il massimo obiettivo del loro lavoro...[9+]

Fratello dove sei?
Qualcuno ne è rimasto deluso, quel mentecatto di Farinotti lo ha esaltato come manifesto di cinema educativo e colto...io dico che è un altro grande risultato, non lo vedo come rilettura del genere musicale, anche perchè il musical è più un accessorio che lo scheletro di questo film...più che altro è interessante vedere come da un'opera come l'Odissea di Omero i Coen tirino fuori questo scherzo feroce...le associazioni d'idee a volte fanno brutti scherzi...[8]

L'uomo che non c'era
Altro colpo di classe che manco t'aspetti...appoggiati dal fido Roger Deakins con quel fumoso bianco e nero e dall'immenso Billy Bob Thornton, i Coen, stavolta sì, ci trasmettono la loro seriosa concezione del mondo, la parabola dell'uomo invisibile, la tristezza di una vita condotta nell'anonimato...e per farlo non lesinano citazioni del loro stesso cinema, l'immancabile omicidio ci riporta dalle parti del primo noir, l'altrettanto immancabile ironia feroce ci ricorda la neve di Fargo...[9]

Prima ti sposo poi ti rovino
Sarà pure simpatico, divertente, con un bravissimo George Clooney, ma nel confronto tra il glamour del cinema alimentare e lo stile dei Coen, è il primo a uscirne vincitore e prevaricatore...[5]

Ladykillers
Preferisco considerarlo un incidente di percorso...il remake proprio non fa per i Coen, da una parte non riescono a rievocare la mitica cattiveria della pellicola con Alec Guinness e d'altra parte la forza visionaria del cinema dei coen è assolutamente invisibile...senza parlare poi, cosa incredibile per questi cineasti, che in certi tratti il film è proprio noioso...[4]
  • 0

#7 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 01 novembre 2006 - 16:16

"Blood Simple" è un esordio promettente: un noir duro e visionario, seppur ancora "grezzo"...per me da 7

"Arizona Junior" può apparire il più spensierato della loro carriera, ma a conti fatti è un film davvero amaro (vedi il finale) e più intelligente di quello che sembra.
Un gioiello (voto 8)

Barton Fink

Forse il loro film più ambizioso. Ricchissimo di citazioni cinefile e letterarie. Affascinante ed esigente, oserei dire un po' ostico. Non è tra i loro che preferisco, ma merita un 7

"Mister Hula Hoop"

eccolo qui il film più leggero della loro filmografia. Grande dispendio di citazioni da Capra e Sturges, kitsch e grottesco ai massimi livelli. E' un giochino, forse un po' compiaciuto, in cui si sente fortemente la mano di Sam Raimi in sceneggiatura.
Diciamo 6,5

Prima Ti Sposo Poi Ti Rovino

L'ennesimo tentativo dei Coen di rivisitare un genere, in questo caso la screwball comedy in stile Howard Hawks. La satira non è pungente come in altri film, ma Clooney e la Zeta Jones sanno prendersi in giro, mentre il meccanismo narrativo non da tregua. Ce ne fossero di più di commedie così!
Voto: 7

Concordo su tutti gli altri voti dati da Jules, compreso il 4 a "Lady Killers" e gli svariati 8 e 9, tutti meritati.






#8 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11926 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2006 - 18:45

[...]


Concordo con tutto (pure con il non-giudizio a Barton Fink che anch'io ho visto una solo volta almeno 12 anni fa), tranne:

Blood simple per me è uno dei loro film maggiori, al pari di Fargo e L'uomo che non c'era.

Mr. Hula Hoop invece lo trovo il loro film meno riuscito, futile e anche un po' noiosetto.

Ladykillers non è irresistibile e perde il confronto con l'originale di Mackendrick, ma non sarei così duro, in un cero senso continua il discorso "folk" di Fratello dove sei?

Qualcuno sà cosa stanno progettando in questo momento?
  • 0

#9 Fudoshin

Fudoshin

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 134 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2006 - 18:50


Blood simple per me è uno dei loro film maggiori, al pari di Fargo e L'uomo che non c'era.


Sì, questo è davvero un grande film, meno ambizioso di altri loro film ma secondo me privo di difetti
  • 0

#10 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 01 novembre 2006 - 19:26



Qualcuno sà cosa stanno progettando in questo momento?


fine 2007, uscirà un nuovo film con Clooney

#11 Veteran of Disorder

Veteran of Disorder

    Baron Samedi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1354 Messaggi:

Inviato 19 dicembre 2006 - 15:53

Crocevia della morte
Ogni volta che ci ributto l'occhio quasi mi commuovo...il genere gangsteristico che fa da cornice al loro tentativo più nobile di omaggiare un secolo di cinema...da Hawks al padrino di Coppola tutto il filone è citato a piene mani, senza contare la super-sceneggiatura che ancora una volta si riserva il diritto di spaziare fuori dai confini dei film direttamente predecessori: basti pensare alla figura straordinaria di Gabriel Byrne, un gangster alquanto atipico, se in 2 ore fa quel che fa senza versare (quasi) nemmeno una goccia di sangue...l'incipit nel bosco che annuncia la successiva tragedia merita da solo la visione...[8]


Visto recentemente, mi ha tenuto letteralmente incollato alla "poltrona": film denso di significati&rimandi con un Gabriel Byrne tratteggiato in maniera straordinaria, figura come dici tu veramente atipica rispetto al contesto in cui si muove nonché, a mio modesto avviso, incassatore eccezionale.

Paradossalmente la visione di "Fargo" prima e "Crocevia della Morte" poi (on next: "L'Uomo Che Non C'era") mi sta portando a rivedere la mia entusiastica opinione iniziale di "Big Lebowski" (la cui considerazione resta comunque alta, a scanso d'equivoci...).
  • 0

#12 Guest_spacemen_*

Guest_spacemen_*
  • Guests

Inviato 19 dicembre 2006 - 18:47

Senza dubbio Crocevia della morte è il loro capolavoro.Ottimi L'uomo che non c'era,Il grande Lebowsky e Fargo.molto più sotto ma comunque spassosi Fratello dove sei e Mr hola hoop.Su Sangue facile sono indeciso:non so se premiare l'originalità.
Mi manca Barton fink perchè,accidentaccio,la versione che circola in rete è disincronizzata in audio-video,e Arizona Junior.
Vorrei che prendesse piede una discussione sulle somiglianze e relazioni Coen e Tarantino,e sul debito di quest'ultimo con il regista a due teste.

#13 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20756 Messaggi:

Inviato 19 dicembre 2006 - 19:29

No ti prego no! Almeno qui non vorrei leggere ancora questa storia del debito di Tarantino ai Coen!

Su Blood simple probabilmente se dovessi riaprire oggi il thread e dare di nuovo i voti sì, alzerei senz'altro...
  • 0

#14 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20756 Messaggi:

Inviato 22 febbraio 2007 - 12:38

verdoux, allora, a sangue freddo...vorrei sapere una tua opinione generale sul cinema dei coen..
  • 0

#15 Guest_verdoux_*

Guest_verdoux_*
  • Guests

Inviato 22 febbraio 2007 - 13:24

verdoux, allora, a sangue freddo...vorrei sapere una tua opinione generale sul cinema dei coen..


ho visto troppo poco di Coen per dare un giudizio sul suo cinema; il primo film che ho visto, l'uomo che non c'era, mi ha molto favorevolmente impressionato, un film decisamente ottimo, quasi un capolavoro; Big Lebowski mi è molto piaciuto, anche se lo ho trovato a tratti troppo forzatamente provocatorio ed irritante; la scena onirica è decisamente gratuita, tanto per fare un po' di esercizio di stile; decisamente brutti Prima ti sposo poi ti rovino e Fratello dove sei?, una odissea senza capo nè coda dove imperversa senza pietà l'istrionismo di George Clooney;

#16 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 22 febbraio 2007 - 15:21

decisamente brutti Prima ti sposo poi ti rovino e Fratello dove sei?, una odissea senza capo nè coda dove imperversa senza pietà l'istrionismo di George Clooney;


bè, sul primo troverai quasi tutti d'accordo (a me è piaciuto però), ma il secondo è davvero un gioiellino

#17 Totally Random Man

Totally Random Man

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 360 Messaggi:

Inviato 22 febbraio 2007 - 20:10

IL GRANDE LEBOWSKI CAPOLAVORO ASSOLUTO.



apre le orecchie, ascolta hermano...
prova a fare una delle tue stronzate de pazzo,prova a tirare fuori el ferro...
io te lo estrappo de mano, te lo metto en el culo poi premo il grilletto hasta che siento el clic.
non se escherza con jesus...

  • 0

#18 Guest_JackNapier_*

Guest_JackNapier_*
  • Guests

Inviato 22 febbraio 2007 - 22:16

IL GRANDE LEBOWSKI CAPOLAVORO ASSOLUTO.



apre le orecchie, ascolta hermano...
prova a fare una delle tue stronzate de pazzo,prova a tirare fuori el ferro...
io te lo estrappo de mano, te lo metto en el culo poi premo il grilletto hasta che siento el clic.
non se escherza con jesus...

quotone...
Tra quelli che ho visto è il mio preferito

#19 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20756 Messaggi:

Inviato 22 febbraio 2007 - 22:36

Questo è un tuo compito Larry? E' tuo? E' un tuo compito Larry? Questo è un tuo compito Larry?
  • 0

#20 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 23 febbraio 2007 - 11:27

I Coen non mi piacciono. Mi infastidiscono sopratutto i dialoghi e quello stile accademico simil-Kubrick che fatica a sprigionare emozioni e l'eccesso di citazionismo.

Comunque è questione di gusti: riconosco che il cinema lo sanno fare eccome.

Il loro film che ho preferito è Fargo, mentre al'estremo opposto ci metto Fratello dove sei, che ho trovato troppo pretenzioso, anche se può vantare una libertà tematica ed espressiva che non si trova facilmente in altri autori.
  • 0




1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 1 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq