Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Drive (Refn, 2011)


  • Please log in to reply
143 replies to this topic

#1 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15412 Messaggi:

Inviato 01 ottobre 2011 - 17:31

Finalmente nelle sale italiane l'ultima opera di Nicolas Winding Refn, che ha vinto il premio per la regia all'ultimo festival di Cannes


Immagine inserita


http://www.ondacinem...ione/drive.html
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#2 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21856 Messaggi:

Inviato 01 ottobre 2011 - 22:26

Filmone clamoroso, nonostante la trama piuttosto classica. Colonna sonora da 10.
Sono obbligato a ripigliarmi altre cose colpevolmente tralasciate di sto Refn.
  • 2

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#3 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 01 ottobre 2011 - 23:06

ah ma è il regista di Pusher. io ho visto soltanto il suo esordio e non mi aveva detto molto. di questo Drive ho visto i primi 10 minuti in anteprima in tv, sembrava veramente affascinante.

#4 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15412 Messaggi:

Inviato 01 ottobre 2011 - 23:37

Sono in gran parte d’accordo con la recensione di Nicola. Solitamente quando escono prodotti con queste premesse, ovvero i "film su commissione", si fanno gli scongiuri: invece stavolta, l’incontro tra i meccanismi produttivi hollywoodiani e l’autorialità europea di Refn ha dato un risultato che va oltre ogni più rosea aspettativa. Sostenuto dalla martellante ritmica sintetica di Martinez e da un montaggio che funge da batteria, Refn orchestra un neo-noir metropolitano dalla manniana ambientazione losangelina (le panoramiche sulle strade ricordano parecchio "Collateral"), che ci immerge sin da subito nei notturni scenari dell’azione e nella routine del protagonista. Il protagonista, meccanico e stuntman ma soprattutto pilota per rapine la notte, ci fornisce subito una triplice identità: è un tutt’uno col suo mezzo, nel quale si rispecchia. Esegue il lavoro in maniera fredda, professionale, senza alcun tipo di ansia: senza nome e senza passato, si aggira come un fantasma finché non entra nelle vite della famiglia di vicini (madre-figlio e padre in galera), affezionandosi a loro con l’idea –forse- di vegliare sulla loro serenità. Refn si rifà al canone imposto dal samurai melvilliano, filtrato dalla rilettura de Walter Hill di “The Driver”: il cavaliere solitario, un Gosling dall’espressione paciosa, fa lampeggiare raptus di follia psicopatica dal proprio volto. Il regista danese, che sin dall’esordio flirtava con la violenza iperrealista di matrice scorsesiana, travalica fino allo splatter nei momenti più cruenti: un incredibile saggio di montaggio, volumi, luci e musica del film è nella dilatato-contratta sequenza dell’ascensore. L’estetica metropolitana notturna oltre a Mann mi ha fatto venire in mente “Bittersweet life” di Kim Ji-woon, anche quello giocato su molteplici e lucide superfici riflettenti, come parabrezza, carrozzerie, vetrate; sulla parte diurna invece si rivede, vuoi anche la fotografia dai colori più soffusi e le morbide lumeggiature, gli anni ’80 di "Miami Vice" o "Vivere e morire a L.A". “Drive” nonostante un intreccio classicissimo, condensa più anime che si sovrappongono e si accavallano fra loro, rispecchiando la tabula rasa rappresentata dal Driver (fantastica, in tal senso, l’immagine di lui che si affaccia al locale di Nino con indosso la maschera da stuntman, che, fra le altre cose, ricordava Bronson).
Lavorando proprio sulla lievitazione psicopatologica del protagonista e su un inarrestabile climax di tensione, Refn comincia ad inanellare sequenze da manuale per il connubio poderoso di montaggio, luci e musica: altri due grandi momenti sono l’irruzione allo strip-club di Cook, girato riformulando l’incipit de “Le samourai”, e l’attacco e uccisione di Perlman sulla spiaggia, con lampi di luci ad abbagliare istantanee di violenza.


Colonna sonora clamorosa, la migliore dell’anno.
  • 2
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#5 nicholas_angel

nicholas_angel

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1621 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 10:48

Se non esce Shame entro la fine dell'anno, questo potrebbe essere il mio film preferito del 2011.
Gosling è già un Mito
  • 0
Immagine inserita

#6 sokurov

sokurov

    Bambino Adattato +

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9188 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 11:47

Se non esce Shame entro la fine dell'anno, questo potrebbe essere il mio film preferito del 2011.
Gosling è già un Mito


Magari... Uscirà se va bene il prossimo anno e con numerose sequenze tagliate :'(
  • 0
All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy

#7 nicholas_angel

nicholas_angel

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1621 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 11:55

Argh! Stai dicendo sul serio? C'è un link che riporta la notizia?
Comunque tornando in topic questo è un momento d'oro per la Mulligan, oltretutto deliziosa in un ruolo che in un normale film americano avrebbero dato a Eva Mendes, Jessica Alba o qualcuna del genere. Sperando che riesca a colpire anche col prossimo Luhrman
  • 0
Immagine inserita

#8 sokurov

sokurov

    Bambino Adattato +

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9188 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 12:05

no per fortuna no... spero in una mia cazzata. Però la distribuzione in Italia è imbarazzante, si sa. Speriamo che venga preso in considerazione almeno per la Coppa Volpi vinta da Fassbender
  • 0
All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy All work and no play make Jack a dull boy

#9 Fitzcarraldo

Fitzcarraldo

    Conquistatore delle cose inutili

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4144 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 12:35

spero in una mia cazzata.

Non sai quanto lo spero anche io asd sarebbe un indecenza!

[...]

Bella lettura del film.
La scena dell'ascensore è tra le più belle che mi sia capitato di vedere quest'anno.
Mostra la molteplicità di persone che si nascondono sotto la maschera del personaggio di Gosling che, dietro ad uno sguardo pacione ed un approccio al vivere quasi atono, in una frazione di secondo passa dalla manifestazione di una dolcezza profonda ad una violenza brutale. Una scena registicamente perfetta, dal rallenty alla accelerazione, dall'uso delle luci alla prospettiva d'inquadratura entrambe irrealistiche. Una discesa surreale nella profondità del sentimento e della violenza e poi la porta dell'ascensore si chiude come una barriera invalicabile. Lui chiuso con quel corpo morto ed un destino di violenza; lei fuori, stordita e destinata a trovare solo porte chiuse.

Accidenti, Refn -che ho scoperto quest'anno solamente- mi sta impressionando e il nuovo film cui sta lavorando mi eccita già solo dal titolo "Solo Dio perdona" asd
  • 1

I'm too old for this shit


#10 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15412 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 13:03

Una scena registicamente perfetta


l'hai visto "Bronson"? anche lì di scene registicamente bestiali ce ne sono (anche se il film non è bello come questo). Refn è sicuramente uno stilista, tra i pochi che ci sono in Europa. Tra qualche settimana vedremo come se la sarà cavata Sorrentino con la prima traversata oltre-oceano...



Accidenti, Refn -che ho scoperto quest'anno solamente- mi sta impressionando e il nuovo film cui sta lavorando mi eccita già solo dal titolo "Solo Dio perdona" asd


stamattina su coming soon ho beccato i cinepatici dedicato a Refn, e quello scemo di Gironi (che a quanto pare è un fan sfegatato del danese) ha detto che il film è pronto per partire e che Gosling dopo aver letto la sceneggiatura ha detto che è la cosa più folle che abbiamo mai visto. speriamo bene! :D
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#11 Fitzcarraldo

Fitzcarraldo

    Conquistatore delle cose inutili

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4144 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 13:16

si si "Bronson" ho avuto modo di apprezzarlo ampiamente! Di Refn mi mancano:
- Bleeder
- Fear X
- Pusher 2
- Pusher 3
- Miss Marple, Nemesi
che se non sbaglio dovrebbero essere i minori, ma spero di riuscire a vederli tutti prima della fine dell'anno così riesco anche ad inquadrare meglio "Drive" nell'arco della filmografia.

Comunque sempre riguardo a "Drive" consiglio di guardare la versione in lingua ché -sebbene stranamente il doppiaggio non sia pessimo, anzi- si perde la recitazione quasi sussurrata dei dialoghi che amplifica l'angoscia della prima parte.

dopo aver letto la sceneggiatura ha detto che è la cosa più folle che abbiamo mai visto. speriamo bene! :D

Ecco, ora smanio.... asd
  • 0

I'm too old for this shit


#12 nicholas_angel

nicholas_angel

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1621 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 16:20

Qui dove sto io la prossima settimana fanno una maratona Pusher da mezzanotte alle 6 con colazione compresa. Che dite faccio la follia?
  • 1
Immagine inserita

#13 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15412 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 16:35

Qui dove sto io la prossima settimana fanno una maratona Pusher da mezzanotte alle 6 con colazione compresa. Che dite faccio la follia?


be' se il giorno dopo non hai niente da fare, perché no? :P
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#14 Fitzcarraldo

Fitzcarraldo

    Conquistatore delle cose inutili

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4144 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 16:35

ma si dai... folleggia... ma dove è questo posto fico?
  • 0

I'm too old for this shit


#15 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4156 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 19:18

1. Night Call – Kavinsky
2. Tick of the Clock – Chromatics
3. Rubber Head – Cliff Martinez
4. I Drive – Cliff Martinez
5. He Had a Good Time – Cliff Martinez
6. They Broke His Pelvis – Cliff Martinez
7. Kick Your Teeth – Cliff Martinez
8. Where’s The Deluxe Version? – Cliff Martinez
9. See You in Four – Cliff Martinez
10. After The Chase – Cliff Martinez
11. Hammer – Cliff Martinez
12. Wrong Floor – Cliff Martinez
13. Skull Crushing – Cliff Martinez
14. My Name on a Car – Cliff Martinez
15. On The Beach – Cliff Martinez
16. Oh My Love – Riziero Ortolani & Rina Ranieri
17. Under Your Spell – Desire
18. A Real Hero – College feat. Electric Youth
19. Bride of Deluxe – Cliff Martinez

E rendiamo omaggio a questa meraviglia, Refn è un dj prestato al cinema (C. Crowe sta morendo di invidia). Imperiosa la colonna sonora e tutto ciò che è suono o rumore all'interno del film. Interessante nonostante uno svolgimento molto composto e "normale", il film è un film sull'identità. Il nostro guidatore non ha nome e i nomi sono molto importanti in questo film (standard già preannuncia la sua morte, nino è il simbolo dell'incapacità del malfattore ebreo di essere integrato nella famiglia e la sua voglia di esserlo), non ha passato e non ha futuro (cosa ne sarà di lui?), non ha neppure un volto o meglio spesso ne indossa altri. Semmai lui è via via quello che gli altri vedono in lui: un criminale, un lavoratore, un campione, un salvatore e probabile compagno, un amico, un padre putativo. Solo una volta lui cerca di essere qualcosa, ma verrà
rifiutato a suon di schiaffi. Freddo, impassibile è un angelo della morte impermiabile quasi a tutto in cui convivono la totale indifferente quiete con la violenza più efferata. Il guidatore non è mosso da nessuna emozione, il denaro non lo interessa in nessuna maniera, la gloria possibile neppure, solamente la ragazza e il bambino hanno la capacità ipnotica di attrarlo dentro uno scenario domestico quasi come una isola di tregua da se stesso.
Qui è la musica, il ritmo che dettano la storia del film che scolpiscono i caratteri dei personaggi e raccontano ciò che avviene. Eppure anche le luci che tagliano come lame le strade e le spiagge sono estremamente espressive per raccontare un personaggio praticamente muto. Su tutti la scena dell'ascensore, già nominata, in cui convivono tutte le molteplici personalità del guidatore e che si dilata nel tempo, la scena della carneficina nel motel in cui, grondante di sangue, lentamente si occulta alla cineprersa nascondendosi dietro una porta, come un animale che si ritragga dopo l'attacco.
Un film in generale ben fatto con ottimi spunti
  • 3

#16 nicholas_angel

nicholas_angel

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1621 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 19:54

ma si dai... folleggia... ma dove è questo posto fico?


Il Max Linder di Parigi
  • 0
Immagine inserita

#17 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21856 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 21:36

1. Night Call – Kavinsky
2. Tick of the Clock – Chromatics
3. Rubber Head – Cliff Martinez
4. I Drive – Cliff Martinez
5. He Had a Good Time – Cliff Martinez
6. They Broke His Pelvis – Cliff Martinez
7. Kick Your Teeth – Cliff Martinez
8. Where’s The Deluxe Version? – Cliff Martinez
9. See You in Four – Cliff Martinez
10. After The Chase – Cliff Martinez
11. Hammer – Cliff Martinez
12. Wrong Floor – Cliff Martinez
13. Skull Crushing – Cliff Martinez
14. My Name on a Car – Cliff Martinez
15. On The Beach – Cliff Martinez
16. Oh My Love – Riziero Ortolani & Rina Ranieri
17. Under Your Spell – Desire
18. A Real Hero – College feat. Electric Youth
19. Bride of Deluxe – Cliff Martinez


Diverse tracce di Martinez mi ricordano molto Vangelis. Ad esempio "I Drive" sembra "Farewell" di Blade Runner, se non mi confondo.
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#18 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15412 Messaggi:

Inviato 02 ottobre 2011 - 21:40

non ti confondi affatto...stessa mia impressione
  • 1
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#19 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 03 ottobre 2011 - 07:23

Cliff Martinez, ricordiamolo, fu il primo batterista dei Red Hot Chili Peppers (ma se non erro suonò anche con Captain Beefheart). E comunque con Soderbergh ha firmato colonne sonore magnifiche come quelle di "Solaris" e "Traffic". Notevoli anche quelle di "Wicker Park" (che aveva pezzi di Mazzy Star, Shins, Mogwai e Broken Social Scene) e "Narc"...
  • 0

#20 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4156 Messaggi:

Inviato 03 ottobre 2011 - 19:35

Ancora sul film: sul tema del nome e della molteplicità delle identità si accosta al precedente film di Refn, Bronson, in cui il protagonista cambiava nome addirittura e, da istrione maiuscolo, recitava più parti in una sorta di metateatro continuo. Qui più sobriamente c'è il cinema, il guidatore è uno stunt, ossia l'ignoto e invisibile che presta il suo corpo, ma anche la sua abilità ad un altro, celandosi speso dietro maschere.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq