Vai al contenuto


Foto
- - - - -

I Cani - Il Sorprendente Album D'Esordio Dei Cani [42 Records, 2011]


  • Please log in to reply
295 replies to this topic

#261 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84791 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2013 - 14:44

edit: critici è una parola troppo grossa per la verità, un mestiere smette di esistere quando diventa così inflazionato
  • 0

 


#262 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37248 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 31 ottobre 2013 - 15:09



cmq non penso che Vice punti a noi

nessuno punta a noi
pure claudio se potesse ci manderebbe tutti affanculo


a me non pare che claudio segua tanto le mode come direzione generale di OR, anzi c'è talmente un caos di redattori provenienti da ambiti diversi che non saprei manco dire l'indirizzo preciso di OR (per me questa è una qualità), è molto più schierato il forum


nemmeno tyvek è riuscita ha vincere la guerra sulla non-linea editoriale
  • 0

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#263 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4007 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2013 - 15:16


sono modi di essere.


il rapporto critici-artisti si è alzato troppo, qua per ogni minchiata di un microcosmo grazie alla web-immondizia si hanno 20000000 recensioni, ma basta!

ma è proprio da quest'immondizia che un'intervista del genere si eleva di rango, perché qui invece di dire le solite baggianate almeno si parla di qualcosa di cui solitamente nessuno parla (e questo amore / odio verso l'intervista ne è la prova). in fondo l'elemento sociologico è sempre stato dentro la musica, e viceversa. io personalmente ritengo preziosa un'intervista del genere, perché si parla OK di qualcosa che non piace, ma lo si discute perché fa parte di una realtà territoriale che volenti o nolenti stiamo vivendo, e, a meno che uno non vada a vivere in Canada, è giusto che desti interesse. credo invece che nel caso dei Beatles (giusto per fare un esempio citato da Lassi) criticare nel 2013 sia in effetti inutile, perché quello è un caso passato, ossia i Beatles saranno in futuro ciò che furono in passato e che sono attualmente. sono insomma un mito, e come mito non sono soggetti a dinamiche nel futuro, ma il loro mito è stabile. in una situazione così statica che senso ha parlare male di loro? allora si che si rischia di fare la figura del "io sono contro, io sono figo". ma nel caso de I Cani (come di tutto il giro indie italiano) si sta parlando di una situazione assolutamente dinamica, che era diversa 2 anni fa e che sarà diversa tra 2 anni. perché quindi non seguirne il corso approfondendone le questioni, in positivo e, come in questo caso, in negativo?
  • 1

#264 nevvero?

nevvero?

    What we do is secret

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 407 Messaggi:
  • LocationSecret

Inviato 31 ottobre 2013 - 15:17


sono modi di essere.


sì, se ogni tanto ci fosse un minimo di rispetto (da parte della critica ufficiale) anche nei confronti di chi fa musica sarebbe bello; anche perché non so tu ma io, personalmente, se dovessi buttare dalla torre i critici o gli artisti butterei volentieri i primi visto che la musica la fanno i secondi, o sbaglio? io ascolto la musica, le pagine di carta o l'HTML ancora non emettono suoni

e già molti li butterei ora, senza scelta obbligata ecco; il rapporto critici-artisti si è alzato troppo, qua per ogni minchiata di un microcosmo grazie alla web-immondizia si hanno 20000000 recensioni, ma basta!


questo della torre somiglia al discorso che facevo io da bambino a mio padre, che di mestiere faceva il commerciale. gli dicevo, pà, tu non servi a un cazzo, perché quelli che fanno le cose non vi mandano affanculo a voi commerciali e se le vendono da soli senza il vostro aiuto? cosa vi pagano a fare? ma è un discorso che sta in piedi? nel mondo parallelo di un bambino ovviamente sì, ma i conti poi li fai col mondo degli adulti. e nel mondo degli adulti un fisico nucleare può essere un genio ma avere il terrore di parlare in pubblico, oppure dire stronzate davanti ai potenziali acquirenti, rivelare particolari scomodi, non essere in grado di parlare in un linguaggio chiaro e comprensibile da non specialisti e quindi in sostanza non farebbe venire voglia a nessuno di comprare milioni di esemplari della sua grande invenzione rivoluzionaria. e allora ecco il commerciale, che parla con il responsabile acquisti e alla fine guadagna più di quelli che fanno le cose. eppure chiunque butterebbe i commerciali.

ovviamente nel mondo della musica, specie di questa qua da quattro sfigati come noi, e per di più nell'epoca di internette, questo esempio del commerciale non è più pienamente calzante. la critica ufficiale oggi, e questo già da svariati anni, la si potrebbe buttare davvero tutta nel cesso senza patemi. i dischi ce li scarichiamo noi, gli update ci arrivano nella casella e-mail dalle etichette e morta lì. resta il privilegio delle esclusive, che nasconde un ricatto velato e produce giudizi (spesso superflui) gonfiati.

una volta la critica ti diceva hey, esiste questo gruppo, esiste quest'altro gruppo. senza di me non ne verresti mai a conoscenza. occhio. ma oggi anche questa funzione, insieme all'autorevolezza dei giudizi sulle singole opere, è pressoché svanita.

e allora, alla fine, che cazzo voglio dire? questo: sarà mica che abbia ancora senso esclusivamente una critica d'opinione, sociologica, di costume, che sappia dipingere qualche affresco grazie alle famose pippe mentali di cui sopra? perchè le altre funzioni, se vogliamo, sostituiscono ormai solo la nostra pigrizia.
  • 0

#265 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7593 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2013 - 15:59

Ma che pippe mentali scusa, la sociologia è una cosa seria se viene trattata seriamente, rigorosamente, con competenza e con approccio il più possibile scientifico, dato che se hai delle tesi sociologiche di solito utilizzi degli strumenti comunque logici quando non scientifici per dimostrarle. E' questo il ruolo di v.? Voglio dire, si occupa di sociologia musicale? Perché comunque sta dicendo cose importanti, dato che secondo lui i cani sono un fenomeno deleterio + culturalmente rilevante. Il che costituisce un giudizio pesantissimo, perché vuol dire che hanno un influsso culturalmente deleterio su un gruppo di persone più o meno allargato. E allora mi chiedo - come probabilmente gli chiederebbe qualsiasi ricercatore di sociologia con un minimo di serietà - perché? Come lo dimostri questo? Se quell'intervista ne è la dimostrazione mi sembra un po' scarsa, paradossalmente per me ha più un valore di cronaca che di analisi, ed in questo è molto efficace, ma l'intervistatore e l'intervistato sono un tutt'uno, perché non sento un distacco in chi dovrebbe analizzare o anche solo raccontare, a me sembra che - con le dovute distanze magari in termini di capacità intellettuali - sia intervistato che intervistatore arrivino dallo stesso identico contesto sociale.

Per me poi rilevanza sociale e rilevanza culturale sono due cose nettamente diverse.

Insomma, prendiamo l'intervista per quello che è, una cosa divertente senza un senso né un obiettivo particolare, il momento più divertente è:

È un brano sulla nostalgia per l'adolescenza, mi pare di capire. E non a caso a collaborare al pezzo hai chiamato i Gazebo Penguins, che sono un altro gruppo sintomatico di un atteggiamento piuttosto diffuso nell'indie italiano...
Dici la nostalgia per l'adolescenza? A me sembra semmai un atteggiamento diffuso ovunque, specie nel mondo della musica. Musica e adolescenza vanno a braccetto, dai.

Be' non è detto...
Ma come no? Scusa, tu quando hai cominciato a sentire musica?


Mi sembra inoltre che il tipo stesso dei Cani voglia smarcarsi da questa analisi sociologica e da una sorta di giudizio moralistico e negativo del loro ruolo culturale, tutta l'intervista si basa su questo rifiuto. Mentre v. tenta disperatamente di rimettere costantemente il campione sotto la lente del microscopio e di dare un tono analitico all'intervista, l'intervistato fa di tutto per rifuggire questa cosa, sotto questa luce è un'intervista divertentissima.
  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#266 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84791 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2013 - 16:55

ma è proprio da quest'immondizia che un'intervista del genere si eleva di rango,


ma sì difatti sono io che non ne capisco il rango, d'altra parte non mi pare ci sia (il rango) manco in blowUP quando tratta (questa volta in maniera positiva) i soliti calderoni dove finisce di tutto e di cui magari io apprezzo un disco solo di una sola band, mi pare che si abbia sempre troppa fretta di creare delle mode su scene troppo attuali per potere capire qualcosa (io ancora fatico a tirare delle conclusioni sulla wave 70/80 che grazie alle ristampe mi pare in continua evoluzione anche oggi)

grazie a drogo e a paggio posso sentirmi meno vecchio, fossi stato solo avrei pensato ai 41 anni dai, o forse sono loro invecchiati prima del previsto asd
  • 0

 


#267 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84791 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2013 - 17:00

l'intervistato fa di tutto per rifuggire questa cosa, sotto questa luce è un'intervista divertentissima.


magari è solo uno che abita nella parte nord di Roma e ha fatto un disco scrivendo due cagate, e ora prende dei soldi (non so poi quanti)

magari eh, proprio magari
  • 0

 


#268 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7593 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2013 - 17:32

Altra perla:

Ora, metti che il testo de I pariolini di 18 anni tu l'avessi piazzato su una musica alla... che ne so, Gastr Del Sol...
Il risultato sarebbe stato molto diverso, certo. Ma non capisco quello che vuoi dire.


Questo svela molto della concezione musicale tipica anche dei critici del contesto indie da circoli degli artisti, ovvero il materiale artistico può essere scomposto in moduli, tra i quali la musica è un mattoncino dei lego, cambi la forma ma sopra ci puoi sempre attaccare quello che vuoi (non importa poi se il risultato finale è un pastrocchio senza forma né sembianze). Ora, per me la considerazione che ho quotato non ha alcun senso dal punto di vista musicale culturale, perché se per caso i cani fossero stati in grado di scrivere le stesse identiche cose dei Gastr Del Sol le probabilità che ci avrebbero appiccicato sopra quei testi là sono per me tendenti allo zero, è un po' come dire "Prendi Charles Mingus e mettici sopra un testo di Max Pezzali, avresti ottenuto un risultato un po' diverso no? E invece non l'hai fatto, quindi volevi comunicare qualcosa di diverso". Per me dal punto di vista culturale è un'affermazione priva di senso, dal punto di vista sociale magari svelerà molto, questo non sono in grado di dirlo.
Ci può stare nel bel mezzo di una chiacchierata dire cose senza molto senso, poi però mi aspetto che uno non gli dia successivamente chissà che valore.
  • 2

Statisticamente parlando, non lo so.


#269 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84791 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2013 - 17:40

il testo de I Paninari su una musica alla Tortoise
  • 0

 


#270 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8712 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2013 - 17:43

il cantante dei cani suona molto piu' simpatico da intervistato che da autore comunque.
  • 0

#271 nevvero?

nevvero?

    What we do is secret

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 407 Messaggi:
  • LocationSecret

Inviato 31 ottobre 2013 - 17:53

Ma che pippe mentali scusa, la sociologia è una cosa seria...


era un eufemismo, eh. per dirla alla v., lo so cos'è la sociologia vera. :P ma non mi risulta mattioli sia un ricercatore, quel quadro è il frutto di una sua osservazione individuale e scientificamente non argomentata. è solo un'ipotesi il cui contesto di intervento non richiede necessariamente una dimostrazione rigorosa. spero si sia d'accordo su questo. è giornalismo musicale, fondamentalmente è cazzeggio, egocentrismo, incapacità di fare altro nella vita. sul resto e a v., che intanto ringrazio, rispondo poi.


Insomma, prendiamo l'intervista per quello che è, una cosa divertente senza un senso né un obiettivo particolare



ma infatti la penso così pure io.
  • 0

#272 veryc

veryc

    E i ramo' ?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1451 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2013 - 17:56

Anche il semplice fatto che un trentenne si metta ad ascoltare i Ramones è di per sé un gesto nostalgico
mah sarà che non sono di roma nord, ma sta frase non la condivido proprio.

Da quello che ho sentito però il nuovo disco è molto meno fresco ed acchiappone del precedente.
  • 0

Ha già fatto tutto Black Mirror

 


#273 Fallen Angel

Fallen Angel

    Zoolander

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 578 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2013 - 18:19

Non mi piace. Non è roba che fa per me
  • 0

#274 nikoz

nikoz

    Nicola Serafini

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 160 Messaggi:
  • LocationRavenna Rock City

Inviato 01 novembre 2013 - 11:34

Ascoltata qualche traccia sparsa: non mi dice niente.. Neanche il primo mi diceva niente ma almeno era divertente saltar su nel vagone dell'hype.

Vice (e tutti i suoi lettori\hater\commentatori\chi ne parla) io continuo a non capirlo, è come un'immensa puzza di merda che non si riesce ad arieggiare.

Davvero, facciamoci un giro fuori, che oggi è una bella giornata.
  • 0

Muzak I do:
Worlich.com


#275 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20433 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 01 novembre 2013 - 11:42

il cantante dei cani suona molto piu' simpatico da intervistato che da autore comunque.

più che altro dalle risposte sembra molto intelligente perché sembra capire dove tendano le domande e le smonta. Tutto bene se non fosse che si tratta di una intervista e quindi è il giornalista che l'ha messa così.
  • 0

#276 walt white

walt white

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 32 Messaggi:

Inviato 03 novembre 2013 - 21:18

Li snobbo.
  • -1

#277 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 30 novembre 2015 - 15:32

Ho una certa antipatia per loro, dal sorprendente esordio in là, però la posto io e provo a introdurmi nel potenziale fermento yolo post-Calcutto

 

 

Evidentemente il Contessa ha deciso di farsi aiutare dov'è più debole. Le questioni trattate sono, guarda un po', sempre le stesse, ma forse l'atteggiamento è meno stronzetto?

Agitate 'sti metronomi però!


  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#278 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7005 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2015 - 15:46

Uella, bada come guaisce ora.

 

Meno insopportabile, sempre inascoltabile.


  • 2

#279 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 30 novembre 2015 - 15:51

Uella, bada come guaisce ora.

 

Meno insopportabile, sempre inascoltabile.

 

Ne devo mangiare di polenta prima di confrontarmi con te :wub:


  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#280 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7005 Messaggi:

Inviato 30 novembre 2015 - 15:53

Ne devo mangiare di polenta prima di confrontarmi con te :wub:

 

Che citazioni :D vaffanculo


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq