Vai al contenuto


Foto
- - - - -

MA la Siria ?


  • Please log in to reply
101 replies to this topic

#81 Trickster017

Trickster017

    Rocker statale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4524 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 14 aprile 2018 - 19:10

Ti ringrazio. Sono due ottimi articoli che confermano quel che ho scritto.

The Atlantic:
"Then came the suspected chemical attack of last weekend, to which Trump retaliated with strikes against the regime, as he did to a similar attack last year."

Haaretz:
"The strike doesn’t indicate a change in American strategy and involvement in Syria, either. Trump’s policy still holds that U.S. forces should withdraw from the country and that the administration doesn't intend to take part in the Russian-led political efforts to resolve the crisis".

Il fatto è che io mi tengo informato sugli eventi più recenti su The National Interest e su Internazionale (quindi sempre da accreditata stampa internazionale), dove pure confermano le stesse cose. Haaretz e Atlantic sono due testate eccellenti, spesso riprese proprio da Internazionale.
I due articoli che hai linkato non parlano di invasione ma di limitato attacco, coordinato con una telefonata al primo ministro israeliano (a conferma del molto circoscritto coinvolgimento di Israele).
Quindi raid per rappresaglia contro l'uso di armi chimiche, quello di stanotte.

Già l'anno scorso The Atlantic pubblicava questo meraviglioso articolo, che ho proprio stampato e studiato perché è un eccezionale approfondimento:
https://www.theatlan...octrine/471525/

A compendio, consiglio il libro di Joby Warrick (Pulitzer 2016) sull'Isis, ma con un eccellente approfondimento sul differente approccio alle primavere arabe da parte di Giordania e Siria. Sono circa 600 pagine ma decisamente scorrevoli.

https://www.ibs.it/b...e/9788893441025

Consiglio anche "Isis, Inside the army of terror", bestseller consigliato dal NYT
https://www.amazon.c...d/dp/1682450201

mentre ho comprato ma non ancora letto "Burning country, syrians in revolution and war", che pure è stato ben recensito e che ha il pregio di raccontare il conflitto non dal punto di vista occidentale ma siriano.
https://www.amazon.c...r/dp/0745336221

Tutti libri che ovviamente non ho problemi a prestare a chi è interessato e vive a Roma.
  • 0

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#82 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16171 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 15 aprile 2018 - 10:01

Quindi sto cercando di convincermi che: USA UK e Francia sono i paladini mondiali della guerra corretta. Chi in futuro in qualsiasi parte del globo farà qualcosa di indecente violando le regole sarà da loro punito (sempre che non lo faccia sui palestinesi). Il mandato è di origine divina credo. Le prove le hanno ma come sempre in questi casi bisogna fare un atti di fede. I russi stanno sbagliando tutto ricordiamo in quella area i grandi successi americani contro l ISIS e un po cu mancano. Quale poi sarebbe il punto di arrivo è ignoto: via Assad. E poi? Preghiamo
  • 2

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#83 Trickster017

Trickster017

    Rocker statale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4524 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 15 aprile 2018 - 10:43

Mai scritto nulla del genere. Mi chiedo se leggi quello che scrivo... Non che tu sia obbligato a farlo, ma se vogliamo interloquire, sarebbe auspicabile leggerci a vicenda.
Vuoi ridurre questioni complesse come i peggiori grillini, improvvisatisi esperti da qualche anno, parlano di politica in generale, riducendo tutto a slogan? Non penso che tu lo voglia fare.
Allora non capisco perché si debba per forza saltare da un estremo all'altro.
Parliamo di Siria? È una faccenda.
Parliamo di Iraq? Un'altra faccenda.
Parliamo del ruolo degli stati uniti nel mondo o in medio oriente a partire dalla fine della guerra fredda? Questione più ampia. Gli Usa dopo il 2001? Questione più specifica.
Dello stesso Putin si possono distinguere fasi diverse: il primo decennio è una cosa, il nuovo corso è altra cosa.

A me la retorica anti Usa, come se il presidente degli Stati Uniti fosse sempre lo stesso dal 45 ad oggi e il contesto immutato, non appassiona. Così come rigetto la retorica pro Usa, che vede gli Stati Uniti sempre nel giusto e la Russia (o l'Urss) sempre in torto. Questa è roba da adolescenti.

Sono state pure citate diverse fonti accreditate (Farzan ad esempio ha linkato due ottimi articoli). Chi non è d'accordo le contesti, se possibile anche citando fonti che affermano tesi diverse.
  • 0

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#84 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16171 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 15 aprile 2018 - 14:05

stabile.blogautore.repubblica.it/2018/04/14/la-solitudine-disraele/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P3-S1.8-L

 

da leggere secondo me spiega molto bene la situazione


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#85 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12079 Messaggi:

Inviato 15 aprile 2018 - 15:52

tra le altre cose io mi chiedo se l'Onu serva ancora a qualcosa. Pare di no purtroppo.


  • 1

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#86 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5928 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2018 - 07:50

tra le altre cose io mi chiedo se l'Onu serva ancora a qualcosa. Pare di no purtroppo.

 

GUERRA IN SIRIA/ Le prove dell’uso dei gas? I video di una Ong pagata dagli Usa

 

Le fonti utilizzate per ordinare l'attacco alleato in Siria non sono fonti dirette ma video diffusi su Youtube. E a produrli è stata una Ong pagata dagli Usa.

 

E' interessante che l'autore dei video che hanno fatto da sponda all'intenzione americana di bombardare, sia l'organizzazione "Syrian American Medical Society" (Sams). Si tratta di un potente centro di lobbying finanziato dagli Usaid che funziona nelle aree ribelli (dove opera anche in tandem con l'organizzazione "White Helmet"). In quelle aree la Ong svolge la duplice funzione di pubblica assistenza (per abbonimento della popolazione) e di propaganda per "stimolare una guerra di cambiamento contro il regime": in definitiva, questa organizzazione è guidata dagli Stati Uniti e persegue gli stessi obiettivi degli Usa

 

.

http://www.ilsussidi...gli-Usa/816531/


  • 0
FORZA LEGA, FORZA SALVINI!

#87 combatrock

combatrock

    utente antifrastico-apotropaico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 30465 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2018 - 08:32

In Russia tutto nella norma.

 

 

Max Borodin è caduto dal balcone del suo appartamento al quinto piano. Ma proprio il tema di cui si occupava non fa pensare a una disgrazia

  • 0

Rodotà beato te che sei morto


A voi la poesia proprio non piace eh?Sempre a rompere il cazzo state.


Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 


#88 Trickster017

Trickster017

    Rocker statale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4524 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 aprile 2018 - 09:19

 

In Russia tutto nella norma.

 

 

Max Borodin è caduto dal balcone del suo appartamento al quinto piano. Ma proprio il tema di cui si occupava non fa pensare a una disgrazia

 

 

Capirai... Dal 1990 in poi la lista dei giornalisti russi uccisi assomma 359 nomi. Qualcuno sarà caduto in un tombino da solo, immagino; così come qualcuno sarà morto perché colpito accidentalmente in zona di guerra. Qualcuno.

 

A parte questo, a me quello che lascia sbigottito è il fatto che si usino criteri diversi per giudicare i governi. Stati Uniti & soci in questo thread hanno sempre colpa; Siria e Russia sono sempre innocenti. Boh. Che poi è il contrario di quello che mi viene opposto da altri conoscenti: mi tocca regolarmente prendere le parti della Russia e della Cina, perché presuppongono che, siccome noi siamo occidentali, allora siamo dalla parte del giusto in partenza.

 

Per me, per valutare eventi internazionali, non esiste l'appartenenza a un campo: esiste il governo X, quello Y e così via. E certamente bisogna considerare anche questi governi che tipo di regimi hanno, che pregressi hanno e in che contesti agiscono.

Ma se il presidente del governo X, di fronte alla sollevazione generale del suo popolo (al punto che reparti interi del suo esercito passano dalla parte dei rivoltosi), ricorre a tutti gli strumenti possibili della violenza armata, per me è un abuso. E per fortuna ho qualche conforto da buona parte del pensiero prodotto dalla civiltà (basti pensare al diritto di resistenza di John Locke). E dicendo questo non ho ancora detto nulla sul fatto che occorra intervenire: ci mancherebbe, non dico questo, anche perché ci sono varie forme di intervento e ognuna richiede valutazioni diverse. Ma almeno troviamoci concordi su questa semplice constatazione.


  • 1

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#89 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7628 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2018 - 09:20

 

 

 

In Russia tutto nella norma.

 

 

Max Borodin è caduto dal balcone del suo appartamento al quinto piano. Ma proprio il tema di cui si occupava non fa pensare a una disgrazia

 

 

Capirai... Dal 1990 in poi la lista dei giornalisti russi... morti... assomma 359 nomi.

 

Mestieri In Via Di Estinzione: Il Giornalismo  


  • 4

#90 combatrock

combatrock

    utente antifrastico-apotropaico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 30465 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2018 - 09:31

 

Mestieri In Via Di Estinzione: Il Giornalismo russo


  • 1

Rodotà beato te che sei morto


A voi la poesia proprio non piace eh?Sempre a rompere il cazzo state.


Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 


#91 Filippo

Filippo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4789 Messaggi:

Inviato 16 aprile 2018 - 10:20

 

 

A parte questo, a me quello che lascia sbigottito è il fatto che si usino criteri diversi per giudicare i governi. Stati Uniti & soci in questo thread hanno sempre colpa; Siria e Russia sono sempre innocenti. Boh. Che poi è il contrario di quello che mi viene opposto da altri conoscenti: mi tocca regolarmente prendere le parti della Russia e della Cina, perché presuppongono che, siccome noi siamo occidentali, allora siamo dalla parte del giusto in partenza.

 

 

 

Mi pare piuttosto riduttivo associare ogni posizione contraria all'intervento in Siria come anti-atlantista di default, come se celasse dietro un giudizio assolutorio e giustificatorio verso Putin o Assad: teoria che viene esposta praticamente come unico argomento di controtesi da quegli esponenti politici proni senza se e senza ma all'allineamento alla decisione americana. Hussein e Gheddafi non erano certo amabili e democratici statisti, ma abbiamo visto a cosa hanno portato le intromissioni dei paesi occidentali in quegli scenari, mi sembra anche superfluo ricordarlo.

L'invito di chi è contrario all'interventismo cieco è a non ripetere gli errori del passato, molto semplicemente: se poi c'è qualcuno che strumentalizza il tema in virtù di simpatie putiniane ciò non intacca le validissime ragioni per opporsi a un'escalation che, visti i protagonisti coinvolti, è tutt'altro che rassicurante, considerando anche i paesi che potrebbero venire travolti, ancora una volta, dalle sue conseguenze politiche e sociali.

Per la precisione, il mio sogno è quello di avere la Russia (anche con Putin) nel patto atlantico, figurati quanto mi frega di attaccare l'occidente per partito preso.


  • 1

#92 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16171 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 16 aprile 2018 - 10:41

Sono d'accordo


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#93 Trickster017

Trickster017

    Rocker statale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4524 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 aprile 2018 - 14:33




A parte questo, a me quello che lascia sbigottito è il fatto che si usino criteri diversi per giudicare i governi. Stati Uniti & soci in questo thread hanno sempre colpa; Siria e Russia sono sempre innocenti. Boh. Che poi è il contrario di quello che mi viene opposto da altri conoscenti: mi tocca regolarmente prendere le parti della Russia e della Cina, perché presuppongono che, siccome noi siamo occidentali, allora siamo dalla parte del giusto in partenza.

L'invito di chi è contrario all'interventismo cieco è a non ripetere gli errori del passato, molto semplicemente: se poi c'è qualcuno che strumentalizza il tema in virtù di simpatie putiniane ciò non intacca le validissime ragioni per opporsi a un'escalation che, visti i protagonisti coinvolti, è tutt'altro che rassicurante, considerando anche i paesi che potrebbero venire travolti, ancora una volta, dalle sue conseguenze politiche e sociali.
Per la precisione, il mio sogno è quello di avere la Russia (anche con Putin) nel patto atlantico, figurati quanto mi frega di attaccare l'occidente per partito preso.
Sono d'accordo pure io. Però è un invito che salta qualche passaggio: l'escalation c'è già stata e stavolta non da parte americana. L'Iran ne sta combinando troppe, in Siria, in Iraq (anche grazie a quei deficienti della cerchia Bush) e nello Yemen. Talmente troppe che Israele, che già vede una lunga tradizione di governanti col grilletto facile, prima o poi potrebbe sentirsi costretta ad agire di sua iniziativa ponendo davvero le premesse per una nuova escalation. E a quel punto chi ha ragione e chi ha torto non avrà più senso stabilirlo.
Questa contesa tra sunniti e sciiti sta montando a livelli pericolosi non certo dall'altra notte. E siccome non c'è nessuno che può influenzare gli iraniani o fermare gli israeliani quando decidono di agire unilateralmente, si spera che Putin - è qui che critico duramente la Russia - si prenda il risultato ottenuto in Siria e chiuda la partita assicurando ai siriani un governo 1- legato sì da accordi con i russi 2- gradito sì agli iraniani, 3- ma anche gradito alla popolazione siriana. Diversamente, se questo terzo fattore non verrà garantito, la Siria rimarrà un paese instabile pronto ad esplodere nuovamente, in una zona calda, anzi incandescente.
E con tutto questo rimarrebbe ancora da risolvere la questione dei curdi siriani, che non è una bazzecola.

Alla luce di tale groviglio, una escalation anglo-franco-americana sarebbe persino superflua, tanto di problematiche già ce ne sono. Ma qui - lo ripeto ancora - non c'è nessuna escalation in corso: l'escalation l'hanno fatta altri. E' stato solo un raid limitato, da non confondere con un impegno diretto e duraturo. Un raid circoscritto che vorrebbe far capire che non si sta proprio con le mani in mano a tollerare tutto quello che accade.

Però concordo totalmente sulla necessità di evitare un intervento massiccio occidentale. Non avrebbe senso e immagino che lo sappiano pure loro. Per ora. È necessario che gli iraniani si diano una calmata prima che l'equilibrio tra potenze in medio oriente si rompa e che il peso di una parte superi troppo quello dell'altra.

Non so quanti se ne sono accorti, ma Iran e Arabia Saudita hanno avviato una corsa agli armamenti che a me, personalmente, ricorda la fase precedente la prima guerra mondiale. E siccome in mezzo ci sta Israele...
  • 1

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#94 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16171 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 17 aprile 2018 - 09:40

https://www.globalre...-rebels/5636423

 

Al solito..


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#95 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10035 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 17 aprile 2018 - 10:24

Global Research è praticamente finanziata dal Cremlino eh. Almeno sappilo.
  • 1

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#96 Trickster017

Trickster017

    Rocker statale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4524 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 17 aprile 2018 - 11:21

Dovremmo fare una lista dei siti dubbi. Io sono terrorizzato da questa cosa. Ho fatto riferimento sempre a testate note e quando mi trovo davanti a notizie pubblicate su siti che proprio non conosco, mi tocca leggere con tre o quattro strati di distacco.
Già nella vita è difficile rimanere imparziali e respingere cose che vanno a favore delle proprie tesi quando si ha il sospetto che non siano fondate, poi ora si aggiunge una montagna di informazione di provenienza ignota...

Cazzarola, nel dubbio mi tengo stretto la mia selezionata stampa cartacea e poche testate online.
  • 0

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#97 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16171 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 17 aprile 2018 - 12:47

Global Research è praticamente finanziata dal Cremlino eh. Almeno sappilo.

 

Onestamente non sapevo, grazie.


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#98 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16171 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 20 aprile 2018 - 08:55

http://www.repubblic...0-C8-P3-S1.4-T1

 

Mi sembra un'ottima notizia


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#99 BillyBudapest

BillyBudapest

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7670 Messaggi:

Inviato 14 gennaio 2020 - 12:19

Former Bush administration official Col. Lawrence Wilkerson says that reports of US pressure on the OPCW’s Syria chemical weapons investigation in Douma recall the Bush administration’s coercion of the IAEA and OPCW before the Iraq war.

 

OPCW whistleblowers have exposed a cover-up, under US pressure, of evidence that undermined allegations that the Syrian government committed a chemical weapons attack in Douma in April 2018. The allegation prompted US-led airstrikes on Syria that same month.

 

Guest: Col. Lawrence Wilkerson, former chief of staff to Colin Powell. Currently a distinguished professor at the College of William and Mary.

 


  • -1

HarryBudini - Licence To Kill (album, file rar)
 
intero album in italiano: Licenza di uccidere (rar)

 


#100 BillyBudapest

BillyBudapest

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7670 Messaggi:

Inviato 22 gennaio 2020 - 20:56

Grayzone:

OPCW investigator testifies at UN that no chemical attack took place in Douma, Syria

In testimony before the United Nations Security Council, former OPCW inspection team leader and engineering expert Ian Henderson stated that their investigation had suggested no chemical attack took place in Douma, Syria, but their findings were suppressed. His appearance punched a gaping hole in the narrative the US and UK used to justify military action.

 

[...]

 

Testimonianza dell'ispettore OPCW all'ONU:

 

“My name is Ian Henderson. I’m a former OPCW inspection team leader, having served for about 12 years. I heard about this meeting and I was invited by the minister, councilor of the Chinese mission to the UN. Unfortunately due to unforeseen circumstances around my ESTA visa waiver status, I was not able to travel. I thus submitted a written statement, to which I will now add a short introduction.

I need to point out at the outset that I’m not a whistleblower; I don’t like that term. I’m a former OPCW specialist who has concerns in an area, and I consider this a legitimate and appropriate forum to explain again these concerns.

Secondly, I must point out that I hold the OPCW in the highest regard, as well as the professionalism of the staff members who work there. The organization is not broken; I must stress that. However the concern I have does relate to some specific management practices in certain sensitive missions.

The concern of course relates to the FFM investigation into the alleged chemical attack on the 7th of April in Douma, in Syria. My concern, which was shared by a number of other inspectors, relates to the subsequent management lockdown and the practices in the later analysis and compilation of a final report.

There were two teams deployed; one team, which I joined shortly after the start of field deployments, was to Douma in Syria; the other team deployed to country X.

The main concern relates to the announcement in July 2018 of a new concept, the so-called FFM core team, which essentially resulted in the dismissal of all of the inspectors who had been on the team deployed to locations in Douma and had been following up with their findings and analysis.

The findings in the final FFM report were contradictory, were a complete turnaround with what the team had understood collectively during and after the Douma deployments. And by the time of release of the interim report in July 2018, our understanding was that we had serious misgivings that a chemical attack had occurred.

What the final FFM report does not make clear, and thus does not reflect the views of the team members who deployed to Douma — in which case I really can only speak for myself at this stage — the report did not make clear what new findings, facts, information, data, or analysis in the fields of witness testimony, toxicology studies, chemical analysis, and engineering, and/or ballistic studies had resulted in the complete turn-around in the situation from what was understood by the majority of the team, and the entire Douma team, in July 2018.

In my case, I had followed up with a further six months of engineering and ballistic studies into these cylinders, the result of which had provided further support for the view that there had not been a chemical attack.

This needs to be properly resolved, we believe through the rigors of science and engineering. In my situation, it’s not a political debate. I’m very aware that there is a political debate surrounding this.

Perhaps a closing comment from my side is that I was also the inspection team leader who developed and launched the inspections, the highly intrusive inspections, of the Barzah SSRC facility, just outside Damascus. And I did the inspections and wrote the reports for the two inspections prior to, and the inspection after the chemical facility, or the laboratory complex at Barzah SSRC, had been destroyed by the missile strike.

That, however, is another story altogether, and I shall now close. Thank you.”


  • 0

HarryBudini - Licence To Kill (album, file rar)
 
intero album in italiano: Licenza di uccidere (rar)

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq