Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Battles - Gloss Drop [Warp]


  • Please log in to reply
68 replies to this topic

#61 Lexington Avenue

Lexington Avenue

    Godlike Genius

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 262 Messaggi:

Inviato 18 giugno 2011 - 18:59

C'è più intelligenza ritmica in un pezzo dubstep qualsiasi che in tutto questo disco, a mio avviso. E trovo che, paradossalmente, diversi gruppi "battlesiani" in questi anni abbiano fatto meglio di loro (i Bats senz'altro, ma anche l'ultimo degli Aucan, per dire, è tutto meno che perfetto ma comunque su un altro pianeta).


i bats ritmicamente parlando un pezzo come questo se lo sognano
http://www.youtube.com/watch?v=d-o5TRmiDIo

la versione dell'album poi suona ancora piu tosta
http://www.youtube.com/watch?v=hiWpP_dO_Ho&feature=related
  • 0

#62 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18541 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 18 giugno 2011 - 19:21

Mah, per dire, quel pezzo lì parte con un ritmo (in 4, con accenti in posti ordinari) e quello tiene. Anche quando ci sono intermezzi più convulsi il tempo resta quello e gli accenti pure. Non c'è reale costruzione progressiva, né variazione sostanziale che non sia puro bighellonamento.

Non c'è paragone a livello di rigore e compenetrazione ritmica con il pezzo che apre il disco dei Bats, poliritmia pura che si sviluppa pian piano (pur restando in 4 eh):


  • 0

#63 Outsiders

Outsiders

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 0 Messaggi:

Inviato 18 giugno 2011 - 23:57

Boh, ma a me non sorprendono affatto, sarà questo.Le canzoni mi sembrano un elettroencefalogramma piatto, privo di scosse sismiche. Anche tutti sti cambi di tempo e intrecci ritmici, ma ndò stanno?

Ritmicamente sono ormai una parodia sbiadita del math-rock, senza nemmeno più la scusa della "svolta pop" a giustificare le linearizzazioni. Van giù dritti ed è già tanto se ce la fanno ad andare a tempo. Pestano e pestano, ma sempre in 4/4 e senza guizzi o elementi che facciano dire "ehi, però!" (dove la batteria azzecca qualcosa di brillante ci pensa il bordello di contorno a seppellirlo).

C'è più intelligenza ritmica in un pezzo dubstep qualsiasi che in tutto questo disco, a mio avviso. E trovo che, paradossalmente, diversi gruppi "battlesiani" in questi anni abbiano fatto meglio di loro (i Bats senz'altro, ma anche l'ultimo degli Aucan, per dire, è tutto meno che perfetto ma comunque su un altro pianeta).


che ti posso dire, i bats non li conosco ma li ascolterò di sicuro, se mi dici che sono meglio. per il discorso battles, sono d'accordo con te sul casino generale che si avverte in tutto il disco. e allo stesso tempo lo vedo molto più "curato" di come lo vedi tu, pensando anche al fatto che è una transizione, secondo me riuscita, verso qualcosa di diverso rispetto a "Mirrored".
  • 0

#64 Lexington Avenue

Lexington Avenue

    Godlike Genius

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 262 Messaggi:

Inviato 19 giugno 2011 - 13:24

i bats non li conosco ma li ascolterò di sicuro, se mi dici che sono meglio.


ti consiglio piuttosto i Brontide, che non sono meglio dei Battles ma si avvicinano parecchio.
http://forum.ondaroc...07#entry1025307
  • 0

#65 Smog.

Smog.

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1816 Messaggi:

Inviato 19 giugno 2011 - 13:30

Allora, i Rovo sono strumentali al 100%, c'è dentro Seiichi Yamamoto, ex Boredoms, e loro fanno un rock strumentale kraut-reiterativo, tipo Steve Reich versione rock-fusion con brani molto lunghi, ben suonati e dall'andazzo decisamente orizzontale. La perizia tecnica e la pulizia son quelle dei Battles, il "taglio" è più mistico/circolare anzichè pop-intricato.


figata, questo va cercato. bella segnalazione sloth.
  • 0
Nicola.

#66 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18541 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 19 giugno 2011 - 13:39

Hm i Brontide io li sento più vicini al soft/loud in realtà. Cioè, math ok ma non li trovo particolarmente battlesiani.
  • 0

#67 Lexington Avenue

Lexington Avenue

    Godlike Genius

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 262 Messaggi:

Inviato 19 giugno 2011 - 13:47

Hm i Brontide io li sento più vicini al soft/loud in realtà. Cioè, math ok ma non li trovo particolarmente battlesiani.


si sono molto più rock e meno smanettoni dei battles
  • 0

#68 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23315 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2019 - 19:40

Mai partire prevenuti: Juice B Crypts (2019) è probabilmente il loro prodotto migliore dopo Mirrored, anche se la natura del gruppo è cambiata e da una identità si è passato a una specie di trademark, dove ritmi e colori rimangono gli stessi ma la strumentazione è drasticamente virata sull'elettronica. Comunque ascolto piacevole e variegato, più dei due precedenti.
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#69 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20249 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 31 ottobre 2019 - 21:08

Mah, mi è sembrato un album degli Add n to X. Domani li ascolto live, magari mi sbaglio.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq