Vai al contenuto


Foto
* * * * - 4 Voti

Eai: lo stato dell'arte


  • Please log in to reply
449 replies to this topic

#441 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24314 Messaggi:

Inviato 23 marzo 2020 - 11:13

Cosa ascolta l'EAIofilo durante la quarantena?

Io sono finalmente tornato su The Abyss di Drumm/Lescalleet e, sarà il periodo, apprezzo di più ora che all'uscita.


  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#442 khonnor

khonnor

    xy

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16811 Messaggi:

Inviato 23 marzo 2020 - 16:59

secondo rym ci rientra, secondo discogs no. direi chissene e ascoltare questa cosa qua.


  • 0

noncuranti della fine, del calore, di poterci sciogliere.

or | mail


#443 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24314 Messaggi:

Inviato 24 marzo 2020 - 10:38

secondo rym ci rientra, secondo discogs no. direi chissene e ascoltare questa cosa qua.

 

 

Ascoltato un po' qualche giorno fa, direi che non solo non rientra ma il livello è un po' più basso dell'ultimo Alvaret Ensemble, di cui si professa un mezzo spin-off. Però magari riprovo nei prossimi gg.


  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#444 khonnor

khonnor

    xy

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16811 Messaggi:

Inviato 25 marzo 2020 - 09:23

 

secondo rym ci rientra, secondo discogs no. direi chissene e ascoltare questa cosa qua.

 

 

Ascoltato un po' qualche giorno fa, direi che non solo non rientra ma il livello è un po' più basso dell'ultimo Alvaret Ensemble, di cui si professa un mezzo spin-off. Però magari riprovo nei prossimi gg.

 

 

con alvaret ensemble ancora ci devo provare, è settimane che ce l'ho lì. magari mi decido, magari. 


  • 0

noncuranti della fine, del calore, di poterci sciogliere.

or | mail


#445 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24314 Messaggi:

Inviato 02 maggio 2020 - 19:07

street onkyo post-quarantena

 

Katsuaki Iida, Taku Sugimoto, Toshiya Tsunoda e Tomokazu Hoshi eseguono「aussen raum」di Stefan Thut.

30 aprile 2020.

 

 

 


  • 1

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#446 Stefanogi

Stefanogi

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 375 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 03 maggio 2020 - 21:31

https://m.twitch.tv/videos/609742028
  • 0

#447 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24314 Messaggi:

Inviato 03 luglio 2020 - 22:16

Combo titolo/copertina dell'anno:

 

The Ftarri Night

 

 

a2760987300_16.jpg

 

 

(visibilmente fatta con paint e proprio per questo ancor più commovente)

 

 

--

 

 

Per chi stava poco attento, è il sequel di questa braciola uscita a febbraio. [Ne avevo parlato qui]

 

 

a3817349117_16.jpg


  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#448 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24314 Messaggi:

Inviato 27 ottobre 2020 - 16:02

(continuo a parlare da solo)

Ultimo Erstwhile di nuovo a livelli apprezzabili: ricco di suoni concreti e contrappunti fischianti, obliquamente narrativo, a suo modo proprio coinvolgente.

 

Choi Joonyong / Jin Sangtae – Hole in My Head

 

[parole mie qvi]

 

 

a2597547981_16.jpg


  • 3

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#449 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24314 Messaggi:

Inviato 18 dicembre 2020 - 16:48

Curriculum

 

 

toshi.jpg


  • 2

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#450 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12822 Messaggi:

Inviato 06 agosto 2021 - 23:43

Mi permetto di condividere questa mia nuova monografia sugli incontri in duo di Keith Rowe e John Tilbury.

 

Dialoghi sul nulla

 

 

tilbury-rowe-bjorgeengen_page_image.jpg

 

 

Diciamo che è stato il mio primo grande amore, quando ho scoperto che oltre la musica classica contemporanea poteva uscire da se stessa, dai laboratori e unirsi alla massa o meglio ad uno dei concetti di massa, sicuramente non leibniziano.

 

Senza KEITH ROWE non avremmo mai avuto al giorno d'oggi un KEVIN DRUMM e ovviamente JIM O'ROURKE, per non parlare del Maestro MASAYUKI TAKAYANAGI..

 

La differenza di approccio alla TABLETOP GUITAR da ROWE passando a O'ROURKE è completamente diversa, a favore del genio americano che supera di gran lunga il maestro, cerco di spiegarmi e brevemente. Se ROWE ha portato al contatto estremo chitarra elettrica e onde corte spazializzando in modo dissonante e alla STOCKHAUSEN la potenza del suono, O'ROURKE anima bella oltre ad aver studiato con profitto composizione ha anche studiato le tecniche aleatorie del piano preparato di John Cage: nel suo approccio con la TABLETOP GUITAR non vi è nulla di elettronico, ma è una chitarra preparata suonata da DAVID TUDOR con una grandiosa differenza: i droni di O'ROURKE sembrano portare con se i sintomi della coscienza, mentre l'artista inglese è fenomeno paragonabile a un violento espressionismo astratto.

 

KEVIN DRUMM è quello che ha più di tutti mimetizzare tutti i codici genetici della musica elettronica degli anni novanta, dal rumore estremo al GLITCH dei PAN SONIC passando appunto a questi spazi BLANCHOT-IANI dell'EAI di cui si occupa egregiamente PALOZ. TAKAYANAGI, esistono i filmati, sembra lavorare in una sorta di officina del cattivo gusto, ma nonostante questo o per questo, le sonorità possono essere definite a volte vicine a un free jazz anti cosmico e a volte all'impeto neurale di un DUMITRESCU e alla scuola francese dello stesso spettro del gigante rumeno.

 

Quando penso a TILBURY la mia mente va subito a VAN HOVE, in questo preciso istante più che altro è una intuizione spontanea.. certamente entrambi gli artisti con i dovuti distinguo hanno saputo accompagnare melodicamente tra mille e mille virgolette il desiderio di estremo estremismo dei loro partner. 

 

AMM di cui ho ascoltato e conservo l'intera discografia, è forse l'unico gruppo di improvvisata, ma è una parola troppo futile per definire la loro musica è assolutamente un non-essere che non c'entra nulla con il parricidio parmenideo, è un non-essere di pura trascendenza, l'esorcismo totale e totalizzante della musica occidentale, una parabola: dal chiasso plumbeo degli esordi al meraviglioso PRESQUE RIEN de primi anni novanta.. il trio classico rimarrà nella storia ed è stato la base etica del rinascimento sempre compiuto da O'ROURKE che consiste a livello produttivo di trasportare questo non-essere in un contesto rock distruggendone la sintassi, riuscendo a sconvolgere ogni regola e nel flusso di coscienza post concreto arrivare in RIEN dei FAUST in una zona neutra BLANCOT-IANA che è assolutamente geniale e irripetibile.

 

FRED FRITH.. i suoi lavori sulla TABLETOP GUITAR sono unici anche se sono assolutamente debitori del suo Maestro che è ROWE, ricordo tra le tante una collaborazione pazza con K.K.NULL che sicuramente è la pagina più cacofonica e psicotica del grande artista albionico. 


  • 0

„Non si può che confermarsi 'stranieri nella propria lingua'. Il plurilinguismo (crogiuolo di idioletti, arcaismi, neologismi di che trabocca il poema) è il contrario d'una accademia di scuola interpreti. È 'Nomadismo': divagazione, digressione, chiosa, plurivalenza, ecc. Il testo intentato è (deve essere) smentito, travolto dall'atto, cioè de-pensato.“

CARMELO BENE
 

 

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq