Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Il Lavoro e i contratti in Italia


  • Please log in to reply
767 replies to this topic

#701 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82008 Messaggi:

Inviato 31 marzo 2014 - 17:14

Quale paura ? Non me la posso permettere....sennò perchè mia moglie lavorerebbe in fabbrica di notte ?!


vabbeh ma lavorano anche loro, se è una questione di soldi che ti cambia?
impari una lingua e delle tradizioni nuove, magari ti piacciono
  • 0

#702 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5871 Messaggi:

Inviato 31 marzo 2014 - 17:19

Però è giustificata se pure lei è in "ansia" per la prima cena del turno di notte visto che non può ancora essersi "integrata" nel linguaggio imparando in tre settimane un paio di lingue straniere...è più in ansia ancora per paura di non superare il mese di prova ma qua questa cosa credo sia impossibile da spiegare.... :lol:
  • -1

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#703 Russian

Russian

    populista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5871 Messaggi:

Inviato 01 aprile 2014 - 07:32

Intanto Renzi firma il referendum Lega per l'abolizione della legge fornero...e mi sa anche gli altri 4....
  • 0

Qua sul forum non è mai sbarcato un povero profugo o un povero clandestino, ovviamente.

Ma è approdato dopo lunga deriva un bisognoso di un qualche aiuto, magari non lo ha chiesto, poverino aveva evidenti sbandamenti emotivi oltre che psicologici...ha chiesto di essere cancellato perchè gli sono arrivati solo calci in faccia, derisione e manifestazione di fastidio per la sola presenza...che per lorsignori significava rompere l'idilliaca armonia tipica degli attaccabrighe benpensanti, la fottuta rogna di dover leggere ( chissà perchè poi ) le sue inestricabili parabole di giochi di parole fatte per liberare il proprio pensiero...e ovviamente l'invasione del loro territorio.

 

W la solidarietà. Quella vera !


#704 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13809 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 01 aprile 2014 - 08:52

MILANO - La disoccupazione a febbraio vola al nuovo tasso record del 13%: si tratta del livello più alto rilevato dall'Istat sia dall'inizio delle serie mensili, nel gennaio 2004, sia delle trimestrali, a inizio del 1977. A preoccupare è il numero di disoccupati cresciuti del 9% rispetto lo scorso anno a quota 3,3 milioni di persone (+0,2% su gennaio). Tra i giovani sono in cerca di occupazione 678 mila ragazzi, con un tasso di disoccupazione pari al 42,3%, sostanzialmente immutato rispetto a gennaio (-0,1%), ma in aumento del 4,2% sul 2013.

E se la situazione resta drammatica sul fronte della disoccupazione, è anche peggiore sul lato dell'occupazione: i lavoratori sono fermi al 55,2%, il tasso minimo dal primo trimestre del 2000, ovvero da 14 anni. Gli occupati sono 22,2 milioni, 365 mila persone in meno rispetto al 2013 (-1,6%): in sostanza lavora un italiano su due tra i 15 e i 64 anni, solo l'11,3% tra i giovani.
  • 0
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#705 Achille

Achille

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1150 Messaggi:

Inviato 07 aprile 2014 - 11:09

Immagine inserita


.. non è cambiato niente
  • 1

#706 Marguati

Marguati

    opinion maker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3350 Messaggi:

Inviato 07 aprile 2014 - 11:21

Immagine inserita


.. non è cambiato niente


http://www.ilpost.it...pavese-einaudi/
  • 0

#707 signora di una certa

signora di una certa

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18260 Messaggi:

Inviato 07 aprile 2014 - 11:36

ma uffa!
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#708 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 07 aprile 2014 - 13:01

Il dramma è che è scritta da cani.
  • 0

#709 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82008 Messaggi:

Inviato 07 aprile 2014 - 13:06

il dramma è che è stata citata già in 87 topic

Pavese come idolo è roba da prima liceo classico in fase di ribellione di stampo superficintellettuale
  • 0

#710 Achille

Achille

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1150 Messaggi:

Inviato 07 aprile 2014 - 14:22

è roba da prima liceo classico in fase di ribellione di stampo superficintellettuale

oh ma sono io! ma come fai?
  • 0

#711 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13323 Messaggi:

Inviato 07 aprile 2014 - 14:25

Pavese come idolo è roba da prima liceo classico in fase di ribellione di stampo superficintellettuale


dio, l'hai ridotto come un Carmelo Bene qualsiasi.
  • 2

Siamo vittime di una trovata retorica.


#712 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82008 Messaggi:

Inviato 07 aprile 2014 - 14:29

sì beh peggio ancora di Bene, se non altro Bene a scuola non lo cagano poco e quindi al liceo classico manco lo vedono (penso, almeno nel liceo dove ero io che cmq era scientifico)

che poi l'unica opera seria di Bene è quella '80 trash, prima non voleva farsi capire in modo da passare alla storia
  • 0

#713 combatrock

combatrock

    utente antifrastico-apotropaico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 30356 Messaggi:

Inviato 11 aprile 2014 - 23:07

La Svezia sperimenta la giornata lavorativa di 6 ore a parità di stipendio

Nella città di Götebor centinaia di lavoratori sperimenteranno la giornata corta a parità di stipendio. C'è chi scommette che la produttività aumenta, e anche la salute del lavoratore.
Immagine inserita
Una giornata lavorativa di 6 ore anziché 8. E’ quello che stanno sperimentando centinaia di lavoratori svedesi di un dipartimento del governo di Götebor, nel tentativo di ridurre le assenze per malattie. I lavoratori continueranno a percepire lo stipendio pieno e le loro prestazioni verranno confrontate con i dipendenti ad orario normale. Mats Pilhem – vice sindaco della città in quota di un partito di sinistra radicale e tra i promotori dell’iniziativa – scommette che la riduzione dell’orario di lavoro ridurrà drasticamente i permessi per malattia, consentendo tra l’altro ai lavoratori di godere una più robusta salute fisica e una migliore vivacità mentale. Intervistato da The Local, Pilhem ha dichiarato: “Crediamo sia giunto il momento di mettere in pratica questa iniziativa nel nostro paese. Confronteremo le performance dei lavoratori ad orario ridotto con quelle dei dipendenti a orario standard e verificheremo gli effetti sia sulla loro salute che sulla produttività”. Il vice sindaco ha quindi raccontato che una fabbrica della città aveva già sperimentato la giornata lavorativa di sei ore “con risultati molto promettenti”.

Ovviamente l’idea non è andata giù a numerosi politici dell’opposizione secondo i quali la riduzione dell’orario di lavoro non sarebbe altro che un trucco a buon mercato per ottenere facili consensi in vista delle elezioni. La replica di Pilhemnon si è fatta attendere: “Abbiamo lavorato a lungo su questo progetto, respingiamo le critiche di chi ci accusa di cercare consensi elettorali. Chi ce le fa è sempre stato contrario, per ragioni ideologiche, alla riduzione dell’orario di lavoro”.
L’idea della riduzione dell’orario di lavoro non è una prerogativa svedese, ma una battaglia delle forze di sinistra radicale in tutta Europa, Italia compresa. Secondo diversi economisti, infatti, il motto “lavorare meno, lavorare tutti” in voga nel secolo scorso sarebbe più attuale che mai, in particolar modo in questa fase di crisi, con povertà e disoccupazione galoppanti. Secondo l’economista e sindacalista Pierre Carniti, infatti, “il pregiudizio secondo cui la globalizzazione renderebbe impossibile ridurre gli orari di lavoro” andrebbe rifiutato. Carniti ha spesso ricordato che ai fini della competitività quel che conta è il costo per unità di prodotto. Dunque non la lunghezza dell’orario settimanale ma la produttività oraria. In tal senso ridurre l’orario di lavoro, ripartendo la produzione tra i disoccupati, rappresenterebbe un’importante spinta per risolvere la crisi.

http://www.fanpage.i...a-di-stipendio/
  • 2

Rodotà beato te che sei morto


A voi la poesia proprio non piace eh?Sempre a rompere il cazzo state.


Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 


#714 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6782 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2014 - 07:30

Quando ci arriveremo sarà sempre troppo tardi.
  • 0

#715 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6438 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2014 - 08:45

Esperimento interessante, anche perché fanno la prova per vedere se la produttività cala o no.
In ogni caso, la stanno provando su dei dipendenti pubblici, bisognerebbe vedere però se anche in una realtà industriale permette realmente di mantenere costante la produttività.
  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#716 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82008 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2014 - 09:33

il principio dovrebbe essere "lavorare il tempo che ci vuole per produrre qualcosa di utile"

in alcuni casi 10 ore e in altri 2, non si può decidere a priori, al massimo bisogna organizzarsi in modo da ridistribuire le ore tra le persone; non mi pare difficile da capire che un numero fisso di ore per tutti sia una cosa folle contro ogni logica

dove non si produce nulla meglio piuttosto un sistema assistenzialista, meglio proprio non lavorare o riqualificare le persone ecco
  • 0

#717 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6856 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2014 - 09:46

il principio dovrebbe essere "lavorare il tempo che ci vuole per produrre qualcosa di utile"

in alcuni casi 10 ore e in altri 2, non si può decidere a priori, al massimo bisogna organizzarsi in modo da ridistribuire le ore tra le persone; non mi pare difficile da capire che un numero fisso di ore per tutti sia una cosa folle contro ogni logica

dove non si produce nulla meglio piuttosto un sistema assistenzialista, meglio proprio non lavorare o riqualificare le persone ecco


E' la stessa identica cosa che ho pensato io, in questo periodo e col tipo di lavoro che devo fare attualmente se lavorassi solo 6 ore al giorno per 5 giorni alla settimana non riuscirei davvero a combinare niente (ed è probabilmente perché ho ancora bisogno di studiare ed acquisire alcune competenze che mi mancano), oltretutto devo sempre stare con la mente occupata dai problemi da risolvere.
Poi ovviamente per un operaio sarà diverso, ma anche in un'industria non ha senso, il caporeparto di una filiera in fabbrica deve essere disponibile a qualsiasi orario quando serve.
E poi siamo tutti bravi ad applicare un esperimento del genere in Svezia, in cui quasi tutti prendono stipendi alti e c'è una qualità della vita altissima, voglio vedere applicarlo in Cina o altri paesi comunque disastrati e con tipologie di lavori di basso livello proprio.
  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#718 soul crew

soul crew

    stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24558 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2014 - 09:51

sei sicuro che la Cina sia un paese disastrato? tra l'altro in ambito urbano hanno medie orarie settimanali più basse che negli usa
  • 0

#719 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 82008 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2014 - 09:53

se lavorassi solo 6 ore al giorno per 5 giorni alla settimana non riuscirei davvero a combinare niente (ed è probabilmente perché ho ancora bisogno di studiare ed acquisire alcune competenze che mi mancano),


detto che poi, e penso sia così per tutti o quasi, quando impari qualcosa di nuovo (come tu ora) di solito sei stimolato e quindi magari le 10 ore al giorno non ti pesano

insomma è troppo difficile decidere le ore a priori, secondo me ci dovrebbero essere solo dei principi da rispettare tipo
1) lavori utili (non il messo delle poste nel 2014 tanto per capirci) e con una prospettiva futura
2) distribuire il carico tra le persone
3) aggiornamento continuo

o comunque tendere a obiettivi tipo questi
  • 0

#720 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6856 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2014 - 09:54

Non ne ho la certezza ma credo che le medie orarie settimanali degli USA siano tra le più alte in assoluto, e di qualsiasi ambito lavorativo (magari qualcuno mi smentirà con dati certi), detto questo la Cina e la Svezia viaggiano su due mondi diversi proprio, ma era un esempio come può essere quello di un altro paese, se prendi in Oriente tutti quei posti in cui producono cose tipo hard disk e hardware per processori voglio vederti a fare quel discorso delle 6 ore al giorno.
  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq