Vai al contenuto


Foto
* * * - - 16 Voti

Le migliori serie TV degli ultimi anni


  • Please log in to reply
8438 replies to this topic

#8381 Merlo

Merlo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4644 Messaggi:
  • LocationItalia

Inviato 26 luglio 2022 - 08:09

Finalmente sono riuscito a vedere Severance/Scissione, che mi ha davvero entusiasmato: ottima trama distopica, ben scritta e senza sbrodolature, un cast eccellente (Turturro, Walken e l'Arquette stratosferici, ma sono tutti molto bravi) ed un paio di colpi di scena ben piazzati che aprono a sviluppi interessanti.

 

L'unica nota negativa: per la tipologia di prodotto, c'è la possibilità molto concreta che con la seconda stagione tutto finisca in vacca alla Westworld :unsure:

 

Imperdibile, se vi piace Black Mirror.


  • 0

"Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace"


#8382 thom

thom

    The infrared insert of memory encouragement immersion

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3394 Messaggi:

Inviato 26 luglio 2022 - 14:45

 

DAI, DAI, DAI

 

(restaurate anche le prime due stagioni che personalmente penso di averle viste in un sontuoso 240p, ad essere ottimisti)


  • 2

#8383 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7503 Messaggi:

Inviato 26 luglio 2022 - 15:18

dovrei cogliere l'occasione per recuperare le prime due, viste anch'io in due pixel

(tra l'altro della seconda non ricordo niente)


  • 0

#8384 Pancakes

Pancakes

    Frankly, my dear, I don’t give a damn

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2276 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 27 luglio 2022 - 17:26

Qualcuno ha visto The Terminal List? Fuqua thriller militare x Chris Pratt serio, mi intrigava da vedere nell’attesa prima che arriva tutto Malcolm in the Middle su Disney+
  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#8385 thom

thom

    The infrared insert of memory encouragement immersion

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3394 Messaggi:

Inviato 11 agosto 2022 - 10:43

nell’attesa prima che arriva tutto Malcolm in the Middle su Disney+

 

davo per scontato che Disney+ fosse roba per infanti o adulti cresciuti male (Marvel & co.) finché ieri non ho visto che addirittura la terza stagione di quel mezzo miracolo di Atlanta è uscita appunto su tale piattaforma di streaming, che prende il nome dal noto antisemita

 

saranno tra i dieci euro che spenderò più malvolentieri di sempre


  • 0

#8386 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11900 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 11 agosto 2022 - 10:58

Qualcuno ha visto The Terminal List? Fuqua thriller militare x Chris Pratt serio, mi intrigava da vedere nell’attesa prima che arriva tutto Malcolm in the Middle su Disney+


Merda totale, una roba imbarazzante. Smesso alla terza
  • 0

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#8387 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7503 Messaggi:

Inviato 11 agosto 2022 - 11:34

quel mezzo miracolo di Atlanta

io me la guardo sempre in altro modo, ma appena iniziata la terza stagione e la tua definizione è sempre valida


  • 0

#8388 Gabrisimpson

Gabrisimpson

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1528 Messaggi:

Inviato 11 agosto 2022 - 12:46

Grande stagione la terza di Atlanta e a Settembre esce la quarta, conclusiva
  • 1
Boredom won't get me tonight.

#8389 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7503 Messaggi:

Inviato 11 agosto 2022 - 13:24

non lo sapevo, bomba
  • 0

#8390 Jean-Jacques

Jean-Jacques

    Supremo Alfiere della Mediocrità

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 891 Messaggi:

Inviato 11 agosto 2022 - 16:58

qualcuno ha visto Black Bird, The Offer, The Dropout o The Bear e le consiglierebbe?


  • 0

#8391 mauroxth

mauroxth

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 42 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2022 - 00:03

qualcuno ha visto Black Bird, The Offer, The Dropout o The Bear e le consiglierebbe?

"Black Bird" è in cantiere, sembra buono. "The dropout" è una perdita di tempo oltre ad avere un attrice protagonista insopportabile, se cerchi qualcosa tratto da storie reali allora molto meglio "Dopesick",decisamente piu credibile e con un Michael Keaton in grande spolvero.


  • 0

#8392 Jean-Jacques

Jean-Jacques

    Supremo Alfiere della Mediocrità

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 891 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2022 - 05:32

"Black Bird" è in cantiere

sicuro? qui risulta già pubblicata. ultima interpretazione di Liotta, pare


  • 0

#8393 mauroxth

mauroxth

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 42 Messaggi:

Inviato 12 agosto 2022 - 06:08

 

"Black Bird" è in cantiere

sicuro? qui risulta già pubblicata. ultima interpretazione di Liotta, pare

 

Certo, mi sono espresso male, intendevo nel Mio cantiere.


  • 1

#8394 LM

LM

    Sono un uomo non sono un fake.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10824 Messaggi:

Inviato 18 agosto 2022 - 09:44

Viste la terza stagione di Barry e la quarta e ultima di Ozark.

 

Barry rimane una serie brillante che si lascia guardare con estremo piacere, sia nei suoi momenti più cupi sia in quelli decisamente più cazzoni. Continuo a rimanere impressionato dal lavoro di Bill Hader come attore. 

 

Guardando Ozark invece, pur essendo un prodotto di altissimo livello, col passare delle stagioni ho cominciato a sentire una certa pesantezza. Credo che ciò che mi dà un po' noia è il continuo presentarsi di momenti drammatici in cui sembra che tutto vada a rotoli e che vengono poi risolti in qualche maniera all'ultimo minuto; posso starci dentro fino a un certo punto, ma quando continua a succedere praticamente ad ogni puntata per quattro stagioni il meccanismo mi stanca (è lo stesso motivo per cui ho abbandonato Sneaky Pete dopo la prima stagione). Capisco che non è un documentario ma una serie di fantasia fatta apposta per quello, però magari qualche puntata in meno e una sceneggiatura un po' più snella non mi sarebbe dispiaciuta.


  • 0

#8395 thom

thom

    The infrared insert of memory encouragement immersion

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3394 Messaggi:

Inviato 25 agosto 2022 - 11:57

direi ben oltre il cringe il pilot di House of the Dragon (mi sono fermato ca. al decimo minuto, ma avevo i riflessi allentati dal picco glicemico postprandiale)

 

in confronto a sta roba la peggior stagione di GOT era Cassavetes


  • 0

#8396 tonysuper

tonysuper

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3234 Messaggi:

Inviato 25 agosto 2022 - 16:19

Ma quindi Westworld è finito?


  • 0

#8397 Tony Randine

Tony Randine

    Utente misofono

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1802 Messaggi:

Inviato 26 agosto 2022 - 07:31

Finito ieri Derry Girls (la terza e ultima stagione non è ancora disponibile su Netflix ma l'ho recuperata altrove)
Stavo per dropparla già dopo 2/3 puntate...sarebbe stato un errore clamoroso. Stupenda e con un finale veramente emozionante.
Fortunatamente non è stata (ancora) doppiata in italiano.

<3

MV5BMzczNDkxZTAtZTQwMi00MzU1LThiMjYtMjNl
  • 0

#8398 eugenio_barba

eugenio_barba

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 472 Messaggi:

Inviato 03 settembre 2022 - 22:52

Rings of Power

 

Prime considerazioni a caldo dopo una puntata e mezzo: non faccio spoiler, ma siccome mi sono innervosito volevo sfogarmi al volo.

Premetto che da adolescente ho avuto il mio periodo fantasy in cui a capolavori come LOTR alternavo a monnezza come Elminster, ma non ho però mai letto alcuno dei libri postumi di Tolkien o il Silmarillion, quindi sono vergine.

Premetto, inoltre, che sono cose così di getto e de botto e superficiali, ed è propbabile che sia partito io con lo spirito sbagliato e non fosse giornata.

 

---

 

Dunque, finora sono riuscito a prendere poco o nulla sul serio:
  1. Sceneggiatura: nell'ennesimo prodotto venduto come miliare e in cui per nulla si è badato a spese per l'ennesima volta ascoltiamo personaggi recitare dialoghi da dramma standard e interscambiabili tra personaggi e razze per contenuti e resa, spesso impostati e tanto retorici da suonare innaturali (soprattutto se pronunciati da bambini, anche se elfi, che in 'sti prodotti hanno sempre la saggezza di un sessantenne): va bene che è un fantasy ambientato in un mondo arcaico, ma basta personaggi che o parlano per frasi a effetto o che parlano spiegandosi, a favore di spettatore, cose che tra di loro già conoscono.
    Infine, le gag che ogni tanto provano a infilare per alleggerire il tutto, specie con nani e Harfoot sono inutili perché non fanno sorridere manco per sbaglio.
  2. Regia: sempre la stessa solfa, la stessa messa in scena (si nota soprattutto nei faccia a faccia tra coppie di personaggi), gli stessi tagli e raccordi, le stesse note di sceneggiatura per i movimenti degli attori, tutto sempre "by the book" e tutto vecchio di un secolo.
    Inoltre, anche qui ho notato alcune sequenze messe in scena in maniera pigra e frettolosa, cose che non riesco più a digerire: per es. nel prologo c'è una scena dove alcuni personaggi dialogano, prima, in mezzo a una battaglia e, dopo, in mezzo a una tempesta di neve e nessuno ha problemi di comprensione reciproca; se al posto di parlarsi in una tormenta se ne stavano seduti al tavolo il risultato era lo stesso, quindi a ' sto punto risparmiavano sulla CGI (che tra l'altro, spesso, zoppica, vedi la scena sulla barca elfica) e avevano lo stesso risultato. Oppure scene con un tipico botta e risposta come: "Dovrai andare con tizio", "Quale tizio?", "Lui", e stacco su "Tizio" che appare come se ci fosse un ingresso in scena inaspettato e i personaggi se ne fossero appena accorti mentre si vede chiaramente che "Tizio" sta scendendo da una scalinata lunghissima di fianco a loro e, per giunta, nel loro campo visivo... son piccolezza, ma dai però... 
    Insomma, una regia che più anonima non si può, il sense of wonder non è di casa.
    EDIT: ho letto che il regista è J.A. Bayona, quello di Jurassic World: Fallen Kingdom: cioè, metti in pre produzione la tua serie evento da 60mln a puntata e non riesci a tirare fuori un nome di maggior spessore e talento di questo? 
  3. Fotografia: la tanto sbandierata maestosità della messa in scena, che da quanto ne leggevo avrebbe dovuto essere una cosa mai vista nell'ambito della TV seriale, per ora non mi ha colpito particolarmente: i primi 2-3 episodi (e per ora unici) di Foundation che avevo visto giocano in un altro campionato per immersività, fascino e resa immaginifica. Tanto più che, spesso, sembra di vedere sullo sfondo un mash-up di cose già viste e già fatte meglio da Jackson. Inoltre, tutto troppo pulito, luminoso, patinato, artificioso (nei campi lunghi risalta soprattutto il green screen).
  4. Trucco e Scenografia: nel trucco le necessarie (lo avevano detto da qualche parte o me lo sono sognato? può essere) adesioni al realismo e alla durezza del periodo caotico messo in scena non sono per ora pervenute, soprattutto per il popolo degli Harfoot: anche la più piccola goccia di fango o il più piccolo ricciolo arruffato sono il risultato di ore di make up, non si integrano e risultano posticci.
    I set e gli oggetti di scena non hanno nulla di materico, vero, concreto, scena peggiore al momento: la sfida sequenza a Khazad-dûm.
  5. Personaggi: tutte le razze, o peggio gli individui delle diverse razze, o peggio i personaggi del racconto, a parte per la fisionomia non hanno un solo tratto distintivo nel linguaggio non verbale e negli schemi comportamentali: bambini e adulti sono tutti intercambiabili in quello che pensano, quello che esprimono, come ragionano, come dialogono, come agiscono e reagiscono: una discussione tra una mamma e un figlio dei Nani, una mamma e un figlio degli Uomini, una mamma e un figlio di Codogno o del Montana... la stessa roba... Poi va bene, i nani sono orgogliosi e buzzurri, gli elfi eleganti e orgogliosi, gli uomini violenti e razzisti, gli hobbit menefreghisti e pavidi ecc... e siamo tranquilli.
  6. Attorismo: bravi eh, ma nessuno con la scintilla, la faccia e il carisma per portare a casa un kolossal. A parte Arondir e, forse, Galadriel.

---

 

Quindi, non avendo letto né approfondito nulla né sui libri originali né sulla serie non so dire né se avessi aspettative né quali, quindi è probabile che sia partito io col piede sbagliato; sta di fatto che nel osservare il risultato finale ero continuamente sbalzato fuori dal racconto e mi è sembrato un prodotto ambizioso negli investimenti, ma timido, conservatore e cerchiobottista nel risultato. Insomma una roba standard che più standard non si può. Vediamo se migliora.


  • 3

#8399 aomame

aomame

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 51 Messaggi:

Inviato 04 settembre 2022 - 14:18

Rings of Power
 
Prime considerazioni a caldo dopo una puntata e mezzo: non faccio spoiler, ma siccome mi sono innervosito volevo sfogarmi al volo.
Premetto che da adolescente ho avuto il mio periodo fantasy in cui a capolavori come LOTR alternavo a monnezza come Elminster, ma non ho però mai letto alcuno dei libri postumi di Tolkien o il Silmarillion, quindi sono vergine.
Premetto, inoltre, che sono cose così di getto e de botto e superficiali, ed è propbabile che sia partito io con lo spirito sbagliato e non fosse giornata.
 
---
 
Dunque, finora sono riuscito a prendere poco o nulla sul serio:

  • Sceneggiatura: nell'ennesimo prodotto venduto come miliare e in cui per nulla si è badato a spese per l'ennesima volta ascoltiamo personaggi recitare dialoghi da dramma standard e interscambiabili tra personaggi e razze per contenuti e resa, spesso impostati e tanto retorici da suonare innaturali (soprattutto se pronunciati da bambini, anche se elfi, che in 'sti prodotti hanno sempre la saggezza di un sessantenne): va bene che è un fantasy ambientato in un mondo arcaico, ma basta personaggi che o parlano per frasi a effetto o che parlano spiegandosi, a favore di spettatore, cose che tra di loro già conoscono.
    Infine, le gag che ogni tanto provano a infilare per alleggerire il tutto, specie con nani e Harfoot sono inutili perché non fanno sorridere manco per sbaglio.
  • Regia: sempre la stessa solfa, la stessa messa in scena (si nota soprattutto nei faccia a faccia tra coppie di personaggi), gli stessi tagli e raccordi, le stesse note di sceneggiatura per i movimenti degli attori, tutto sempre "by the book" e tutto vecchio di un secolo.
    Inoltre, anche qui ho notato alcune sequenze messe in scena in maniera pigra e frettolosa, cose che non riesco più a digerire: per es. nel prologo c'è una scena dove alcuni personaggi dialogano, prima, in mezzo a una battaglia e, dopo, in mezzo a una tempesta di neve e nessuno ha problemi di comprensione reciproca; se al posto di parlarsi in una tormenta se ne stavano seduti al tavolo il risultato era lo stesso, quindi a ' sto punto risparmiavano sulla CGI (che tra l'altro, spesso, zoppica, vedi la scena sulla barca elfica) e avevano lo stesso risultato. Oppure scene con un tipico botta e risposta come: "Dovrai andare con tizio", "Quale tizio?", "Lui", e stacco su "Tizio" che appare come se ci fosse un ingresso in scena inaspettato e i personaggi se ne fossero appena accorti mentre si vede chiaramente che "Tizio" sta scendendo da una scalinata lunghissima di fianco a loro e, per giunta, nel loro campo visivo... son piccolezza, ma dai però... 
    Insomma, una regia che più anonima non si può, il sense of wonder non è di casa.
    EDIT: ho letto che il regista è J.A. Bayona, quello di Jurassic World: Fallen Kingdom: cioè, metti in pre produzione la tua serie evento da 60mln a puntata e non riesci a tirare fuori un nome di maggior spessore e talento di questo? 
  • Fotografia: la tanto sbandierata maestosità della messa in scena, che da quanto ne leggevo avrebbe dovuto essere una cosa mai vista nell'ambito della TV seriale, per ora non mi ha colpito particolarmente: i primi 2-3 episodi (e per ora unici) di Foundation che avevo visto giocano in un altro campionato per immersività, fascino e resa immaginifica. Tanto più che, spesso, sembra di vedere sullo sfondo un mash-up di cose già viste e già fatte meglio da Jackson. Inoltre, tutto troppo pulito, luminoso, patinato, artificioso (nei campi lunghi risalta soprattutto il green screen).
  • Trucco e Scenografia: nel trucco le necessarie (lo avevano detto da qualche parte o me lo sono sognato? può essere) adesioni al realismo e alla durezza del periodo caotico messo in scena non sono per ora pervenute, soprattutto per il popolo degli Harfoot: anche la più piccola goccia di fango o il più piccolo ricciolo arruffato sono il risultato di ore di make up, non si integrano e risultano posticci.
    I set e gli oggetti di scena non hanno nulla di materico, vero, concreto, scena peggiore al momento: la sfida sequenza a Khazad-dûm.
  • Personaggi: tutte le razze, o peggio gli individui delle diverse razze, o peggio i personaggi del racconto, a parte per la fisionomia non hanno un solo tratto distintivo nel linguaggio non verbale e negli schemi comportamentali: bambini e adulti sono tutti intercambiabili in quello che pensano, quello che esprimono, come ragionano, come dialogono, come agiscono e reagiscono: una discussione tra una mamma e un figlio dei Nani, una mamma e un figlio degli Uomini, una mamma e un figlio di Codogno o del Montana... la stessa roba... Poi va bene, i nani sono orgogliosi e buzzurri, gli elfi eleganti e orgogliosi, gli uomini violenti e razzisti, gli hobbit menefreghisti e pavidi ecc... e siamo tranquilli.
  • Attorismo: bravi eh, ma nessuno con la scintilla, la faccia e il carisma per portare a casa un kolossal. A parte Arondir e, forse, Galadriel.
---
 
Quindi, non avendo letto né approfondito nulla né sui libri originali né sulla serie non so dire né se avessi aspettative né quali, quindi è probabile che sia partito io col piede sbagliato; sta di fatto che nel osservare il risultato finale ero continuamente sbalzato fuori dal racconto e mi è sembrato un prodotto ambizioso negli investimenti, ma timido, conservatore e cerchiobottista nel risultato. Insomma una roba standard che più standard non si può. Vediamo se migliora.

Quoto tutto quello che hai detto per essere breve, perché la penso esattamente il contrario di te.
Quanto alle polemiche del web (fedeltà a Tolkien più colore della pelle degli elfi e nani) da lettrice di Tolkien, non me ne può fregar di meno.
  • 0

#8400 Spiritchaser

Spiritchaser

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2766 Messaggi:

Inviato 04 settembre 2022 - 15:33

Rings of Power


Io avevo aspettative bassissime e invece mi sembra stia venendo fuori una serie accettabile, nulla di entusiasmante ma nemmeno di detestabile come fanno credere gli hater militanti; se ci si prende ovvie libertà rispetto agli scritti tematicamente però Tolkien si intravede. I dialoghi* non possono essere al livello dei tre film di Jackson che erano spesso presi di peso dai libri ma non mi sono sembrati nemmeno infimi; sulla fotografia e regia concordo abbastanza: tutto molto piatto, freddo e digitale, uso smodato di blue screen anche in scene normali o fuori dai piani d'ambientazione delle varie città (che rimangono sempre a livello cartolina, visto che poi si va subito a un interno). Però anche qui, nulla di repellente e ci sono anche cose buone (la scena dell'orco nel secondo episodio che sconfina nell'horror, con una rappresentazione dell'orco quasi deltoriana molto inedita e fatta solo col trucco). Sulle considerazioni sulle razze, schemi comportamentali e linguaggio non verbale (?) non ti seguo, un livello di dettaglio etno-antropologico simile non c'entra con Tolkien a parte le differenze note.
Per me Galadriel troppo monodimensionale sia come prova attoriale sia come scrittura, tutta limitata alla missione di trovare Sauron che ha ucciso il fratello (Finrod, che compare per pochissimo tempo solo nel prologo e non gli viene dato nemmeno un nome: un po' debole come premessa narrativa e infatti la motivazione di Galadriel viene continuamente ribadita nei dialoghi). Avrebbero potuto includere la sua ambizione di potere nella terra di mezzo (la vera ragione per cui rifiuta il ritorno a Valinor) per dare più profondità al personaggio invece che farne solo una spadaccina "testacalda" (cosa che comunque in parte ci sta). Non è la Galadriel di Jackson ma siamo migliaia di anni prima.
Che sia un prodotto conservatore non c'è dubbio e non poteva essere altrimenti per un'operazione fatta per piacere al pubblico più largo possibile.

*Hai visto in inglese o doppiato? Spesso il doppiaggio tende a enfatizzare l'effetto retorico/innaturale (infatti lo evito da sempre ormai). In lingua originale semmai c'è un problema con gli accenti che sono un po' senza senso.


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq