Vai al contenuto


Foto
* * * * - 7 Voti

Quentin Tarantino


  • Please log in to reply
1292 replies to this topic

#1281 SteSan

SteSan

    Classic Rocker

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3014 Messaggi:

Inviato 17 settembre 2019 - 20:40

Consigli pre-visione del nuovo Tarantino

Proviamo a uscire da questa enfasi che si è creata intorno alla teoria/ipotesi del film che corregge la Storia.
La lettera di Tarantino, a rileggerla, nemmeno parla del finale.
Dice così:[/size]
Il cast e la troupe hanno lavorato davvero sodo per creare qualcosa di originale e io vi chiedo solo di non rivelare qualsiasi cosa che possa impedire al pubblico futuro di fare la vostra stessa [/size]esperienza[/size]. Grazie, Quentin[/size]
Ecco, Tarantino chiede di non rivelare "qualsiasi cosa" che possa impedirvi di "fare la mia stessa esperienza".
Non si riferisce solo al finale: a volerlo rispettare alla lettera, praticamente non avrei dovuto scrivere nulla. Nessuna recensione. Foglio in bianco.
Ovviamente non è possibile, ma lui tutti i torti non li ha.
Però, non si riferisce al finale.
L'esperienza che ho fatto vedendo "C'era una volta...a Hollywood" comprende le prime due ore piene del film, ed è soprattutto a quelle che si riferisce, Tarantino, quando usa i termini "qualcosa di originale": il film, sin dal primo minuto, è inaspettato e nuovo (questo quindi non lo dovrei scrivere, ma si è capito da tutte le recensioni, credo, non solo dalla mia).
Tarantino sinora ha sempre lavorato in modo postmoderno e metalinguistico sul cinema. La materia di cui si compongono i suoi film è sempre il cinema, sempre i generi. Ad esempio non ha mai affrontato la Storia vera e propria: "Bastardi senza gloria" è un film sul Cinema (in molti sensi) che rimane sui generi: mescola al genere bellico un tocco di western e altra roba. I primi film erano gangster, in Pulp Fiction c'è tanto noir, poi ha guardato all'estremo oriente, al cinema di serie b, al western.
Non è mai uscito dal cinema e dai generi, ora sì. Difatti, nella scheda per Ondacinema, alla voce "genere", chi l'ha fatta (mi pare Diego Testa) molto correttamente ha indicato "commedia, dramma". Nessun "genere" si adatta al film, mentre per tutti i film passati di Tarantino c'erano dei generi precisi di riferimento.
Un forte cambiamento caratterizza quest'ultimo film, perché è la prima volta che Tarantino fa un film che è sempre sul Cinema, ma non attraverso i generi. E questo si sposa al cambio di tono, al prevalere della descrizione sulla narrazione. Il bello è che gli riesce benissimo. E non è un film che affronta la Storia, perché non c'è Storia in "C'era una volta....a Hollywood": ci sono certo dei personaggi realmente esistiti, ma a margine; tutto inventato, immaginato. E' ambientato nel 1969 REALE, ed è anzitutto REALISTICO, come qualsiasi narrazione di fiction ambientata in un contesto reale (e realistico).
E' il primo film di Tarantino veramente nuovo dai tempi di "Pulp Fiction". Sono le due ore prima del finale a sostenere il mio giudizio e il mio entuasiasmo.
Il film scivola in modo naturale nel finale, mi è piaciuto molto come si innesta sul resto, è una scommessa (vinta). Ma quando vedrete il film sarete concentratissimi sul finale ...e quando avrete visto anche quello, il rischio è di giudicare tutto il film per quello (che, preso da solo, potrebbe piacere o deludere).
Ma il bello del film viene prima. Non sono 2 ore abbondanti passate in attesa che succeda qualcosa, sono 2 ore e passa di sostanza. Il finale lo mette in prospettiva, gli dà un significato. Ma la sostanza viene prima. Va gustata il più possibile senza la curiosità di sapere "come andrà a finire". Lo so, con tutta questa curiosità sul finale è più difficile. Ma il mio consiglio è di provarci.






  • 0

To overlook


#1282 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4292 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 18 settembre 2019 - 07:18

Stasera tarantinerò alfine :) .
  • 0
Immaginate che abbia messo in firma qualcosa di interessante

#1283 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11330 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2019 - 07:27

Visto ieri al cinema in lingua originale mit sottotitoli. Due ore e quaranta passate in uno schiocco: film divertentissimo, secondo me Tarantino non aveva mai spinto così sulla parte "comica". Brad e Di Caprio vabè: la parlata balbettante di Di Caprio roba da pochissimi, la coolness di Brad Pitt non ha confini, quando si è tolto la maglietta sul tetto della casa per riparare l'antenna mi sono eccitato anch'io, oltre alle regazzine che ho sentito mormorare in sala. Margot Robbie sembra nata per intepretare un'icona degli anni '60, bellissima e sbarazzina, e Timothy Olyphant sta diventando Cristiano Ronaldo.

 

[spoilerella]

Bellissimo il climax costruito durante la visita di Cliff al vecchio collega del Ranch occupato dalla Family, che dopo tutta la tensione messa su si risolve in una scena comica, lasciando comunque spazio all'inquietudine per il luogo e le persone che lo abitano.

[/spoilerella]

 

Solita bomba, solita voglia di rivedere il film appena usciti dalla sala.


  • 1

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#1284 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4292 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 19 settembre 2019 - 12:56

Molto classico nello stile, a volte sfotte le attese dello spettatore ma con garbo e ironia. E poi un duo di attori davvero in forma, forse un difetto si può trovare nel pesante filtro tarantinesco usato nel rappresentare l'ambiente hollywoodiano e americano della fine dei Sessanta. Ma non è certo grave.
8 lo raggiunge.
  • 0
Immaginate che abbia messo in firma qualcosa di interessante

#1285 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3988 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2019 - 13:18

avevo paura fosse una cazzonata sbruffonata, invece mi è piaciuto molto.

attori tutti in formissima, diretti benissimo.

non sono mai stato un fan di DiCaprio (attore secondo me leggermente sopravvalutato) eppure questa è la sua prova migliore. riesce a far ridere, ed è mica poco.

ma il solito Bard Pitt qui è oltre il fico, rappresenta un nuovo archetipo di figaggine senza risultare minimamente fastidioso.

mi è piaciuto il clima di "succede quel che succede", il raccontare un'atmosfera ancor prima che una storia, le radio e le TV perennemente accese (ottima idea l'aver lasciato il doppiaggio originale in questo), le corse in macchina sentendo le vibrazioni dei motori (con riprese da ogni angolazione), il susseguirsi delle ore nella L.A. contemporanemanete pigra e laboriosissima, i rapporti tra le varie persone, l'umanità rappresentata che stavolta ha poco del tipico macchiettismo tarantiniano (esempio: a cosa pensa Cliff quando, liberato dall'ingombrante presenza dell'amico, si mette a sfrecciare in silenzio per la città, con quel mezzo broncio?).

 

tra le tante, le scene che mi sono piaciute di più (occhio, spoiler):

- come già detto, le corse in macchina, che sprizzano voglia di vivere da tutti i pori: in questa L.A. non c'è possibilità di essere depressi, c'è troppo da fare, troppo da scoprire (bellissimi tutti i neon che si illuminano insieme al crepuscolo)

- il dialogo tra Rick Dalton e la bambina (prodigio)

- la scena del film western al tavolo, con continue entrate ed uscite dalle riprese

- il successivo monologo autocommiserante incazzatissimo di Rick Dalton

- i dialoghi solo a gesti e sguardi tra Cliff Booth e Pussycat: solo a vedere come si relazionano senza nemmeno parlare mi è venuta quasi un'erezione.

- il successivo autostop, con crescita della tensione

 

non mi è piaciuta per niente la didascalica citazione di film / autori italiani. troppo diretta, senza nemmeno girarci intorno come fa Tarantino di solito: qui siamo veramente a livelli da cineteca, veramente inutili, spezzano il divertimento.

 

nota a margine: chi non vorrebbe essere Cliff Booth? il perdente più figo dell'universo, che prende tutto con filosofia. Il personaggio più figo mai visto su uno schermo, che (SPOLIER!) non si scopa nemmeno una tipa per 2 ore e 40 di film.

 

un film divertentissimo, sicuramente da rivedere al più presto.


  • 1

#1286 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4292 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 19 settembre 2019 - 14:47

Anche a me ha dato fastidio il voice over che compare verso la fine del film.

Cliff è un figaccione quanto il vero loser è Rick Dalton.


  • 0
Immaginate che abbia messo in firma qualcosa di interessante

#1287 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3988 Messaggi:

Inviato 19 settembre 2019 - 16:00

Cliff è un loser secondo una società che in realtà lo invidia tantissimo.


  • 0

#1288 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14070 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 28 ottobre 2019 - 23:50

ma di questo video che mi dite? lo conoscevate?

una sorta di prova  del 1991 con buscemi delle iene?


  • 1
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#1289 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14131 Messaggi:

Inviato 15 gennaio 2020 - 15:06

bounty-law-maxw-697.jpg

 

https://collider.com...lOs5cwENQlUWDaM

 

Ispirandosi alla finta serie interpretata da Rick Dalton in "C'era una volta...", Bounty Law, dice di aver scritto i primi 5 episodi di una serie western che vorrebbe dirigere. Otto episodi da mezz'ora in bianco e nero.

Il tutto diventera' il suo trecentesimo aborto produttivo, ma che figata sarebbe.

Risolverebbe anche la questione sul suo sentirsi in dovere di girare una trilogia western, tendosi libera l'ispirazione per il suo decimo e presunto ultimo film. Purche' poi non sia quello di Star Trek o Kill Bill 3 (per me peggio quasi l'ipotesi di quest'ultimo che l'altra). 


  • 5

#1290 kristofferson

kristofferson

    Giù la testa, coglioni

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 849 Messaggi:

Inviato 15 gennaio 2020 - 15:42

Sarebbe una figata si, magari andasse in porto


  • 1

#1291 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16462 Messaggi:

Inviato 15 gennaio 2020 - 19:18

bounty-law-maxw-697.jpg

 

https://collider.com...lOs5cwENQlUWDaM

 

Ispirandosi alla finta serie interpretata da Rick Dalton in "C'era una volta...", Bounty Law, dice di aver scritto i primi 5 episodi di una serie western che vorrebbe dirigere. Otto episodi da mezz'ora in bianco e nero.

Il tutto diventera' il suo trecentesimo aborto produttivo, ma che figata sarebbe.

Risolverebbe anche la questione sul suo sentirsi in dovere di girare una trilogia western, tendosi libera l'ispirazione per il suo decimo e presunto ultimo film. Purche' poi non sia quello di Star Trek o Kill Bill 3 (per me peggio quasi l'ipotesi di quest'ultimo che l'altra). 

 

però che è in ballo per una serie tv lo dice da quando ha presentato OUATIH...insieme a un romanzo che dovrebbe uscire quest'anno. secondo me una serie tv la farà davvero.


  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#1292 Sandor

Sandor

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4478 Messaggi:
  • LocationVersilia

Inviato 15 gennaio 2020 - 19:26

Prego non sia per Netflix poi mi va tutto bene.
  • 0

#1293 suche

suche

    Goonie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23609 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2020 - 22:03

Appena visto Hateful Eight su Rai 3.
Divertente, però il discorso che Dest faceva sul guardare un film senza pensare a chi lo abbia girato è interessante perchè mi mette un dubbio a riguardo:
i punti deboli del film in questione sono proprio dati dal fatto che si riprendono gli stilemi classici dei precedenti film di Tarantino.

Se non avessi visto Django, le Iene, e anche in un certo modo Pulp Fiction avrei goduto meglio questo film o il risultato sarebbe sempre una minestra riscaldata a prescindere?
Credo la seconda ipotesi
Voto 6-
  • 0

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic

"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."<p>




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq