Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Baustelle - I Mistici Dell'Occidente (2010)


  • Please log in to reply
603 replies to this topic

#521 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84791 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 14:23


ah per fortuna! temevo stesse parlando dei Baustelle (tornando dall'altro adige ho visto la scritta Baustelle in autostrada, che minchias ignifica?)


"cantiere" mi pare


ma di dove sono quelle merde umane?
  • 0

 


#522 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 14:24

Quelli che lo amano, dicono che è "bruciato dalla sacra passione per la musica". Ok, allora facesse il poeta ermetico.


mi sa che è bruciato e basta



ritornando al disco, ormai è chiaro che non ha granché da dire, visto che nel thread ha suscitato pochissimi commenti.
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#523 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 14:29

nei suoi commenti in Trax


La cosa più importante, a mio modo di vedere, sono i consigli e questi, sempre per il mio gusto, sono quasi sempre ottimi. Poi spesso scrive in maniera intollerabile ma a livello di conoscenza, passione e consigli per me resta davvero un'ottima risorsa.

Ho appena terminato di ascoltare il nuovo dei Baustelle, se questi domani fanno un disco Hair Metal molto probabilmente mi piacerebbe. Non riesco a non adorarli...:-*
  • 0

the music that forced the world into future


#524 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84791 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 14:32

  Poi spesso scrive in maniera intollerabile 


ma concretamente che ci trovate di così intollerabile?
un esempio concreto per quel che vi ricordate
  • 0

 


#525 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 14:36


  Poi spesso scrive in maniera intollerabile 


ma concretamente che ci trovate di così intollerabile?
un esempio concreto per quel che vi ricordate


Per me molto spesso, quasi in ogni articolo, esagera in prosopopea e terminologia particolare. Lo leggo sempre ma certe cose se le potrebbe risparmiare, Italiani Brava Gente era a tratti praticamente illeggibile.
  • 0

the music that forced the world into future


#526 Hallogallo

Hallogallo

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 130 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 14:38


Insomma, può succedere che i dischi semplicemente "piacciano"


ANATEMA!


A questo proposito vorrei intervenire per fare notare una situazione particolare che si è creata con questo disco. La recensione di Ondarock (che non condivido in alcuni punti ma non nel giudizio, non avendo ancora ascoltato il disco) è stata criticata aspramente da quelli che lo hanno apprezzato con successivo appello da parte di molti a rispettare le opinioni del recensore. Questo appello non è però valevole per i giudizi positivi dati dalla stampa italiana. Il rispetto delle opinioni altrui non si applica al di fuori di Ondarock? Il disco dei Baustelle non può piacere a tanti? Se non piace a me non deve piacere a nessuno, altrimenti c'è qualcosa sotto?
  • 0

#527 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84791 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 14:52

Italiani Brava Gente era a tratti praticamente illeggibile.


secondo me in questo caso lui sente a livello emotivo i personaggi che descrive, diventano  degli eroi e si concentra molto sugli aspetti extra-musicali (magari di artisti con una storia particolare come Camerini o Diana Est), a volte sembra quasi che lavori di fantasia (partendo da basi vere); sui suoi idoli (Camerini piuttosto che Iggy Pop, Lydon o i Gaznevada) perde totalmente la lucidità e si affida  alla passione

io  direi che, nonostante tutto (spesso anche per me è assurdo), ha dei meriti innegabili:
1) è stato tra i primi a dare così tanto rilievo a certa elettronica (e non ora, mi riferisco ad esempio alla pubblicità fatta alla prima scena techno di Detroit)
2) è uno che ha (o mostra non so) una formazione davvero poco indie e oggi è roba rara; per lui i classici rimangono i classici (vedi Mick Jones) e si porta dietro tutta la cultura italiana dei sanremo fighi che ormai sembrano fantasmi, indicato malamente come lo sdoganatore di Repetto è il più delle volte un tradizionalista che ci vede bene anche se quando si innamora perde la vista completamente (vedi l'electroclash, anche lì poi sono gusti eh)
  • 0

 


#528 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17648 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 15:04


io  direi che, nonostante tutto (spesso anche per me è assurdo), ha dei meriti innegabili:
1) è stato tra i primi a dare così tanto rilievo a certa elettronica (e non ora, mi riferisco ad esempio alla pubblicità fatta alla prima scena techno di Detroit)
2) è uno che ha (o mostra non so) una formazione davvero poco indie e oggi è roba rara; per lui i classici rimangono i classici (vedi Mick Jones) e si porta dietro tutta la cultura italiana dei sanremo fighi che ormai sembrano fantasmi, indicato malamente come lo sdoganatore di Repetto è il più delle volte un tradizionalista che ci vede bene anche se quando si innamora perde la vista completamente (vedi l'electroclash, anche lì poi sono gusti eh)


Penso, più o meno, le stesse cose a riguardo. Pregi e difetti di uno dei giornalisti musicali più discussi (a tratti la sua penna è decisamente accattivante) del panorama odierno.

OT

Quando rientriamo in topic?
  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#529 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 15:09

secondo me in questo caso lui sente a livello emotivo i personaggi che descrive, diventano  degli eroi e si concentra molto sugli aspetti extra-musicali (magari di artisti con una storia particolare come Camerini o Diana Est), a volte sembra quasi che lavori di fantasia (partendo da basi vere); sui suoi idoli (Camerini piuttosto che Iggy Pop, Lydon o i Gaznevada) perde totalmente la lucidità e si affida  alla passione


Senza ombra di dubbio era molto preso dagli artisti trattati, così coinvolto e chiuso nelle sue passioni che non riusciva a coinvolgere me lettore. Secondo me non è riuscito a dosare in maniera giusta passione e ruolo giornalistico.
Sul resto concordo, tutto sta poi nel conoscerlo e nell'adattarlo al proprio metro di giudizio. Di sicuro ha una passione pazzesca per certa elettronica e su House e Techno difficilmente rifila bidoni, Trax è penso uno dei pochi punti di riferimento non modaioli per l'elettronica.
  • 0

the music that forced the world into future


#530 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17648 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 15:10

Trax è penso uno dei pochi punti di riferimento non modaioli per l'elettronica.


Sì, anche se è un'elettronica votata principalmente alla pista. Ad ogni modo, Zingales ha sempre cercato di diffondere a un pubblico solitamente distante dalle piste e dai famigerati "festini house", tutto ciò che proveniva da Chicago e Detroit. Chi già frequentava gli ambienti non ha recepito nulla di nuovo, ma chi non ama sudare la cassa ha scoperto gemme preziose.
  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#531 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84791 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 15:12



Senza ombra di dubbio era molto preso dagli artisti trattati, così coinvolto e chiuso nelle sue passioni che non riusciva a coinvolgere me lettore.

ecco, a me non coinvolge quando parla di cose di cui mi fotte 0 (Cocciante?) ma per dire le schede su Camerini e Diana Est sono piene di riferimenti (non so se li ha vissuti o solo letti) da pelle d'oca




OT

Quando rientriamo in topic?

forse è meglio continuare queste discussioni altrove anche perchè io dei Baustelle non so che dire
  • 0

 


#532 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24317 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 15:14



ah per fortuna! temevo stesse parlando dei Baustelle (tornando dall'altro adige ho visto la scritta Baustelle in autostrada, che minchias ignifica?)


"cantiere" mi pare


ma di dove sono quelle merde umane?


Sì, più propriamente "lavori in corso".
Italiani sono. Ma snob  ;D
  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#533 KissRelish

KissRelish

    redattore Ondagossip 2000

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8859 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 16:14

Una volta uscivano cento dischi al mese e si potevano trattare tutti, belli o brutti che fossero; oggi ne escono cinquemila, ma lo spazio di una rivista è rimasto più o meno lo stesso. Potendone recensire sempre cento di quegli ipotetici cinquemila, quali sceglieresti per cercare di rendere un servizio al lettore?

se il senso dell'operazione fosse questo sarebbe più che condivisibile, peccato che mi risulti totalmente inverosimile per non dire fantascientifico tanto che in un mese escano tutti sti dischi da 7/8*, quanto che quelli si sentano tipo 1000 dischi al mese per recensirne 100. Non ci sarebbe manco il tempo materiale.

*non è lo stesso SIB a ripetere continuamente che la qualità delle uscite si è abbassata? quindi come li spieghiamo tutti sti disconi?  asd
  • 0
Laura Amiga Putana Napole.

#534 Twelve12Season

Twelve12Season

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 586 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 16:17

nei suoi commenti in Trax


La cosa più importante, a mio modo di vedere, sono i consigli e questi, sempre per il mio gusto, sono quasi sempre ottimi. Poi spesso scrive in maniera intollerabile ma a livello di conoscenza, passione e consigli per me resta davvero un'ottima risorsa.


Ma infatti nessuna critica alla rubrica, ma solo ai commenti. Per il resto è molto utile, solo che fa troppo ridere asd
  • 0

#535 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25369 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 16:32


Una volta uscivano cento dischi al mese e si potevano trattare tutti, belli o brutti che fossero; oggi ne escono cinquemila, ma lo spazio di una rivista è rimasto più o meno lo stesso. Potendone recensire sempre cento di quegli ipotetici cinquemila, quali sceglieresti per cercare di rendere un servizio al lettore?

se il senso dell'operazione fosse questo sarebbe più che condivisibile, peccato che mi risulti totalmente inverosimile per non dire fantascientifico tanto che in un mese escano tutti sti dischi da 7/8*, quanto che quelli si sentano tipo 1000 dischi al mese per recensirne 100. Non ci sarebbe manco il tempo materiale.

*non è lo stesso SIB a ripetere continuamente che la qualità delle uscite si è abbassata? quindi come li spieghiamo tutti sti disconi?  asd

Scusa Kiss ma qui non ti seguo... che vuol dire "disco da 8"? Ora metti che per ogni singolo recensore ogni mese escano solo un paio di "dischi da 8" (ma come si fa poi a leggere la musica per numeri? :-X ), su Blow Up ci sono una trentina di firme da quel che mi risulta, e metti che ognuno recensisca il SUO "disco da 8", ecco che avrai una cinquantina di "dischi da 8", senza che in realtà il singolo recensore ne abbia messi più di uno-due (metterne uno-due al mese è concesso almeno?). Certo se tu leggi Blow Up come se fosse una persona sola allora il problema è tuo, non della rivista, così come il problema è tuo se dai a tutti i numerini lo stesso valore, senza leggere il contenuto delle recensioni e senza basarti sulle affinità coi singoli: io se so che Bizarre non capisce niente mentre Pardo è mediamente fico, mi sentirò i dischi di Pardo e non quelli di Bizarre... così come degli 8 su "Altrisuoni" me ne infischierò mentre tenderò a cuccarmi quelli di "Waves", e così via...

C'è inoltre un altro discorso: i voti non hanno valore assoluto, ma valore relativo (ecco perché andrebbero aboliti in riviste collettive). Così come qui su OR il sei-e-mezzo di qualcuno è l'8 di altri, su Blow Up 7/8 evidentemente significa che il disco è (molto?) bello ma che campi anche senza se non sei un fanatico di quel settore. Su Pitchfork fioccano un centinaio di 8 all'anno, e diversi 9, che significa secondo te, che quegli 8 hanno lo stesso valore che hanno su OR? Mi pare evidente di no: quindi perché non rapportare tutto al contesto in cui è stato assegnato anziché pretendere un valore assoluto che non esiste? "Disco da 7/8" non significa una ceppa di niente, ce ne vogliamo rendere conto?
  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#536 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84791 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 16:34

ma come si fa poi a leggere la musica per numeri? :-X 


ma infatti!
perchè non parliamo di gruppi/dischi di serie A e gruppi/dischi  di serie B?
  • 0

 


#537 demon

demon

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1819 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 16:35

Certo se tu leggi Blow Up come se fosse una persona sola allora il problema è tuo

sei il solito razzista misogino
  • 0

#538 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25369 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 16:36


ma come si fa poi a leggere la musica per numeri? :-X 


ma infatti!
perchè non parliamo di gruppi/dischi di serie A e gruppi/dischi  di serie B?

Quello è già più semplice: gruppi di seria A=quelli che ascolto io; gruppi di serie B=quelli che ascolti tu.
  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#539 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20903 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 09 aprile 2010 - 16:37

i voti non hanno valore assoluto, ma valore relativo (ecco perché andrebbero aboliti in riviste collettive).


L'hai infilata cosi' en passant, ma mi sembra una cosa talmente semplice e banalmente risolutiva attorno a tutta la questione che mi stupisco non sia mai stata tirata fuori prima.
I voti han senso in una scala personale, vedi le playlist settimanali, vedi il Vate® e vedi rym; quando li metti assieme vien fuori una roba senza senso alcuno e i risultati sono thread come questo* + ore e ore di pippe sui troppi 6,5 troppi 8 che infestano il forum e temo pure la mente di diverse persone (poverine).

* Diciamolo: meglio che capiti ai Baustelle che a gente piu' meno seria, ma in fondo poverini anche loro, del disco si sara' parlato in 10 interventi...
  • 0

#540 KissRelish

KissRelish

    redattore Ondagossip 2000

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8859 Messaggi:

Inviato 09 aprile 2010 - 16:39

Scusa Kiss ma qui non ti seguo... che vuol dire "disco da 8"? Ma che il disco esce con l'etichetta sopra che recita "disco da 8"? Ora metti che per ogni singolo recensore ogni mese escano solo un paio di "dischi da 8" (ma come si fa a leggere la musica per numeri? :-X ), su Blow Up ci sono una trentina di firme da quel che mi risulta, e metti che ognuno recensisca il SUO "disco da 8", ecco che avrai una cinquantina di "dischi da 8", senza che in realtà il singolo recensore da abbia messi più di uno-due (metterne uno-due al mese è concesso almeno?).

sì ok ma contali e ti accorgerai che sono molti più di uno-due a firma

Certo se tu leggi Blow Up come se fosse una persona sola allora il problema è tuo, non della rivista, così come il problema è tuo se dai a tutti i numerini lo stesso valore, senza leggere il contenuto delle recensioni e senza basarti sulle affinità coi singoli: io se so che Bizarre non capisce niente mentre Pardo è mediamente fico, mi sentirò i dischi di Pardo e non quelli di Bizarre... così come degli 8 su "Altrisuoni" me ne infischierò mentre tenderò a cuccarmi quelli di "Waves", e così via...

C'è inoltre un altro discorso: i voti non hanno valore assoluto, ma valore relativo (ecco perché andrebbero aboliti in riviste collettive). Così come qui su OR il sei-e-mezzo di qualcuno è l'8 di altri, su Blow Up 7/8 evidentemente significa che il disco è (molto?) bello ma che campi anche senza se non sei un fanatico di quel settore. Su Pitchfork fioccano un centinaio di 8 all'anno, e diversi 9, che significa secondo te, che quegli 8 hanno lo stesso valore che hanno su OR? Mi pare evidente di no: quindi perché non rapportare tutto al contesto in cui è stato assegnato anziché pretendere un valore assoluto che non esiste? "Disco da 7/8" non significa una ceppa di niente, ce ne vogliamo rendere conto?

se non significa una ceppa di niente evitino di metterli con tanto di legenda "8 acquisto consigliato"
  • 0
Laura Amiga Putana Napole.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq