Vai al contenuto


Foto
- - - - -

La tragedia di Trenitalia


  • Please log in to reply
341 replies to this topic

#181 soul crew

soul crew

    stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24558 Messaggi:

Inviato 27 ottobre 2009 - 10:29

davvero, che tristezza  :(
il pendolarismo abbrutisce così tanto?

sì, le condizioni di viaggio sono assurde, io mi stresso più in due ore di treno che in 7 di lavoro.
però ancora non ho fatto piangere nessuno asd
però io viaggio sui regionali, che sono molto pegggio degli intercity
  • 0

#182 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19337 Messaggi:

Inviato 27 ottobre 2009 - 10:31


davvero, che tristezza  :(
il pendolarismo abbrutisce così tanto?

sì, le condizioni di viaggio sono assurde, io mi stresso più in due ore di treno che in 7 di lavoro.
però ancora non ho fatto piangere nessuno asd
però io viaggio sui regionali, che sono molto pegggio degli intercity


lo chiedevo per me stessa. anch'io prendo il treno tutti i giorni, chissà come sono ridotta, magari senza accorgermene  :)
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#183 arvic

arvic

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3494 Messaggi:

Inviato 27 ottobre 2009 - 10:33

Sono stato pendolare per 4 anni e i controllori era senza dubbio il punto forte del servizio, per altro spesso venivano coperti d'insulti per demerti altrui (la linea bologna-milano e i suoi ritardi cronici, nonostrante sia tra le più trafficate d'europa)
  • 0

#184 soul crew

soul crew

    stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24558 Messaggi:

Inviato 27 ottobre 2009 - 10:38

Sono stato pendolare per 4 anni e i controllori era senza dubbio il punto forte del servizio, per altro spesso venivano coperti d'insulti per demerti altrui (la linea bologna-milano e i suoi ritardi cronici, nonostrante sia tra le più trafficate d'europa)

verissimo, io infatti spesso mela prendo con chi insulta il capotreno. spesso fanno miracoli per mantenere un minimo di decenza ad un servizio scadente.
però mi è anche capitata una troia che, dopo che mi sono fatto 3/4 di viaggio in piedi ammassato tipo scatoletta di sardine, ho osato mettere il culo su una poltrona di prima classe, mi ha fatto 11 euri di multa. non so come ho fatto a non metterle le mani addosso, perchè è assurdo che in un treno regionale in cui il 90% delle volte stai in piedi ed è sempre con 20 minuti di ritardo di default, esista ancora la prima classe e ancora più assurdo che la tizia in questione abbia cominciato a circolare per il treno dopo che si è un po' svuotato per vessare i pendolari rimasti.
  • 0

#185 Bandit

Bandit

    Lorenzo Righetto

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10954 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 27 ottobre 2009 - 10:38

guerra tra poveracci:

"Così ho fatto piangere la capotreno"
LE AVVENTURE DI UN VIAGGIATORE



mah... :(


allucinante il tono epico...
  • 0

Immagine inserita


#186 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7110 Messaggi:

Inviato 27 ottobre 2009 - 10:39



davvero, che tristezza  :(
il pendolarismo abbrutisce così tanto?

sì, le condizioni di viaggio sono assurde, io mi stresso più in due ore di treno che in 7 di lavoro.
però ancora non ho fatto piangere nessuno asd
però io viaggio sui regionali, che sono molto pegggio degli intercity


lo chiedevo per me stessa. anch'io prendo il treno tutti i giorni, chissà come sono ridotta, magari senza accorgermene  :)


Ma no Signora, a lei non fa un baffo viaggiare in treno.
Poi, alla sua età, troverà sempre qualcuno disposto a cederle il posto quando i vagoni sono pieni.
  • 0

#187 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19337 Messaggi:

Inviato 27 ottobre 2009 - 10:44




davvero, che tristezza  :(
il pendolarismo abbrutisce così tanto?

sì, le condizioni di viaggio sono assurde, io mi stresso più in due ore di treno che in 7 di lavoro.
però ancora non ho fatto piangere nessuno asd
però io viaggio sui regionali, che sono molto pegggio degli intercity


lo chiedevo per me stessa. anch'io prendo il treno tutti i giorni, chissà come sono ridotta, magari senza accorgermene  :)


Ma no Signora, a lei non fa un baffo viaggiare in treno.
Poi, alla sua età, troverà sempre qualcuno disposto a cederle il posto quando i vagoni sono pieni.


seeeeeeeeee, col cavolo! stanno aggrappati ai posti con le unghie e coi denti. Non è un mezzo per vecchi  asd
  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#188 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7110 Messaggi:

Inviato 27 ottobre 2009 - 10:48





davvero, che tristezza  :(
il pendolarismo abbrutisce così tanto?

sì, le condizioni di viaggio sono assurde, io mi stresso più in due ore di treno che in 7 di lavoro.
però ancora non ho fatto piangere nessuno asd
però io viaggio sui regionali, che sono molto pegggio degli intercity


lo chiedevo per me stessa. anch'io prendo il treno tutti i giorni, chissà come sono ridotta, magari senza accorgermene  :)


Ma no Signora, a lei non fa un baffo viaggiare in treno.
Poi, alla sua età, troverà sempre qualcuno disposto a cederle il posto quando i vagoni sono pieni.


seeeeeeeeee, col cavolo! stanno aggrappati ai posti con le unghie e coi denti. Non è un mezzo per vecchi  asd


asd

Ah, questi giovinastri d'oggi. Non hanno più rispetto per niente e per nessuno. E non hanno più valori.
Ormai posso dirlo, così come "ai miei tempi", ho ufficialmente i capelli bianchi.
  • 0

#189 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 27 ottobre 2009 - 11:01


guerra tra poveracci:

"Così ho fatto piangere la capotreno"
LE AVVENTURE DI UN VIAGGIATORE



mah... :(


allucinante il tono epico...



e la citazione dotta del saggio di Sergio Vartolo sulla genesi dell??Arte della Fuga di Bach e i motivi della sua incompiutezza? vuoi mettere? asd
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#190 Bandit

Bandit

    Lorenzo Righetto

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10954 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 27 ottobre 2009 - 11:03



guerra tra poveracci:

"Così ho fatto piangere la capotreno"
LE AVVENTURE DI UN VIAGGIATORE



mah... :(



allucinante il tono epico...



e la citazione dotta del saggio di Sergio Vartolo sulla genesi dell??Arte della Fuga di Bach e i motivi della sua incompiutezza? vuoi mettere? asd


:D :D :D
  • 0

Immagine inserita


#191 signora di una certa età

signora di una certa età

    old signorona

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19337 Messaggi:

Inviato 27 ottobre 2009 - 11:07

ma è proprio lì la cosa drammatica. probabilmente in un'altra situazione nessuno dei due si sarebbe comportato nello stesso modo. è trenitalia che ci incattivisce tutti  ;)

  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#192 Bandit

Bandit

    Lorenzo Righetto

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10954 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 27 ottobre 2009 - 11:35

ma è proprio lì la cosa drammatica. probabilmente in un'altra situazione nessuno dei due si sarebbe comportato nello stesso modo. è trenitalia che ci incattivisce tutti  ;)


se la capotreno fosse stata un bergamasco nerboruto anche non sarebbe successo granchè.

io sto scrivendo una mail, mi sembra assurdo che pubblichino 'ste masturbazioni, e dire che calabresi e il suo vice mi stavano parecchio simpatici...
  • 0

Immagine inserita


#193 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2009 - 19:55

per coloro che sono interessati all'argomento "rete ferroviaria italiana" consiglio di non perdere la puntata di stasera di Report:

http://www.report.ra.../0,,243,00.html
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#194 Max Stirner

Max Stirner

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14083 Messaggi:
  • LocationAci Trezza(CT)

Inviato 01 novembre 2009 - 20:17

grazie per l'info
  • 0
"Ho abituato i miei occhi al sangue." Georg Büchner


"Caedite eos! Novit enim Dominus qui sunt eius"

#195 soul crew

soul crew

    stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24558 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2009 - 23:23

cazzo me la sono persa, per guardare quella cacata di 300, oltretutto.
io sono in trepidante attesa del 13 dicembre, quando tutti i regionali verranno spostati nella vecchia linea per far posto ai nuovi freccia rossa e freccia argento.
poi c' è gente che blatera sulla fine della lotta di classe, qui il classismo sta tornando anche nei treni.
  • 0

#196 Lor444

Lor444

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1448 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 02 novembre 2009 - 16:24

Nonostante un paio di imprecisioni, che mi sorprendono da parte di un programma in genere così accurato come Report (un esempio: non è il capostazione che ha fermato i treni in ingresso, ma il sistema di sicurezza e gestione del traffico computerizzato che funziona in modo totalmente automatico), puntata come al solito molto interessante. Sta di fatto che il problema delle ferrovie è da sempre politico, da quando negli anni '60 si scelse di puntare sulle autostrade (forse dietro pressioni della FIAT)...

P.S. Questa è di due anni fa, ma ricordo che all'epoca fu una specie di bomba (furono addirittura licenziati alcuni ferrovieri che avevano partecipato all'inchiesta, e mi sembra che poi la magistratura abbia condannato Trenitalia): http://www.report.ra...5E90171,00.html.
  • 0
"Together we stand, divided we fall"

#197 arancino

arancino

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4375 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 02 novembre 2009 - 19:19

L??Italia viaggia a due velocità su? binari paralleli
di DONATELLA GRASSO

Dal prossimo 13 Dicembre, con il completamento dell??asse di alta velocità Torino-Milano-Roma-Napoli-Salerno, le Ferrovie metteranno in campo 72 ??Frecciarossa? al giorno, tra la capitale e il capoluogo lombardo. Si viaggerà ad alta velocità.
E?? l??offensiva messa in atto da Trenitalia. Infatti, la percorrenza Roma - Milano dovrà avvenire in 2 ore e 59 minuti.
Tranquilli, non è roba per noi siciliani. A noi è concessa un??altra velocità, quella con cui sempre più sembriamo prendere le distanze dal resto del Paese.
Infatti, da questo nuovo primato, l??Italia ne esce sempre più divisa e spaccata in due: il divario tra nord e sud cresce in velocità. Se dal centro al nord i collegamenti diventano sempre più rapidi, tanto da far concorrenza all??aereo, finora emblema della velocità, al sud la situazione è disastrosa. Altro che alta velocità! In Sicilia, i treni sono locomotive a vapore che sbuffano vapore ad ogni stazione in cui sostano in un tempo che sfugge ai parametri umani. La ??freccia del sud?, mai nome più appropriato, per chi ha avuto la fortuna di prenderlo, è una sorta di ??carro bestiame? non degno assolutamente di un paese civile ed europeo.

Francesco Tanasi, Presidente nazionale di Codacons- Sicilia avvierà, nei prossimi giorni, un??azione legale contro Trenitalia per i continui ritardi e le precarie condizioni dei treni sulla tratta siciliana.

??Da anni ?? continua il presidente ?? i treni siciliani, paragonati a quelli che viaggiano al nord dell??Italia o nel resto d??Europa, si trovano in una situazione di forte svantaggio e i disagi non si limitano solo ai ritardi, ma soprattutto alle condizioni igieniche dei binari e dei bagni?. L??accusa viene, poi, rivolta al Presidente della Regione Raffaele Lombardo che, mesi fa, pronunciandosi sulla situazione delle ferrovie siciliane, aveva garantito che sarebbero state comprate nuove locomotive con i fondi pubblici della Sicilia. ??A distanza di mesi ?? afferma Tanasi ?? non si sa che fine abbiano fatto i soldi e i nuovi locomotori E 464 e i treni Minuetto, cofinanziati con 50 milioni di euro dalla Regione Sicilia?.

Tanasi ha annunciato che denuncerà il fatto alla Corte Europea dei diritti dell??uomo e del cittadino per tutelare i viaggiatori siciliani.

Ma prima di lui, è stato Giuseppe Lumia del Pd a presentare, lo scorso 1° ottobre, un??interrogazione al Senato sul Piano di produzione presentato da Ferrovie dello Stato che isola la Sicilia dal resto dell??Italia. Secondo il piano, i collegamenti subiranno una netta riduzione di circa 8 coppie di treni a lunga percorrenza, 16 tra intercity ed espressi; chiusure delle officine di manutenzione di Messina, Palermo e Siracusa, soppressione delle navi che traghettano i treni nello stretto di Messina. ??Trovo scandalosa l??indifferenza del governo nazionale e regionale? ha espresso Lumia. Un colpo alla Sicilia e alla sua possibilità di riscatto. Nella lettera, lo stesso afferma: ??Ferrovie dello Stato continua a discriminare la Sicilia investendo laddove la situazione è più remunerativa.

All??alta velocità del Nord, si contrappone un trasporto siciliano in completo stato di abbandono. La Sicilia, di fatto, viene estromessa dal sistema-Paese, allontanata come un parente scomodo?.

E siamo entrati in Europa? ma cosa abbiamo di europeo, se per percorrere un tratto, da un punto all??altro della Sicilia, si impiega un tempo così lungo da divenire quasi un ?viaggio della speranza??. L??Italia viaggia su binari distanti e paralleli ed è un??ulteriore differenza che, noi siciliani, non possiamo più sostenere.

fonte: siciliatoday.net


L'importante è fare il ponte. Se poi per fare 190 km (palermo-catania) devo fare nelle migliori delle ipotesi 3 ore e 45 di treno, fino ad un massimo di 6 ore (!!!!!), cosa ce ne frega?! Intanto ho risparmiato 40 minuti per attraversare lo stretto.


  • 0

#198 Lor444

Lor444

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1448 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 12 novembre 2009 - 19:43

Immagine inserita
  • 0
"Together we stand, divided we fall"

#199 soul crew

soul crew

    stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24558 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2010 - 09:53

Frecciarossa, partenza lenta in ritardo il 70% dei convogli  PDF  Stampa  E-mail
07/01/2010 06:33 | ALTRO - ITALIA | Fonte: repubblica

TORINO - "Roma-Milano" in meno di tre ore, continua a promettere la martellante campagna pubblicitaria di Trenitalia. Ma gran parte dei Frecciarossa in corsa lungo la penisola, nella fase di avviamento della "rivoluzione" dell'alta velocità, non è stata all'altezza delle promesse e degli impegni. E non solo per colpa del maltempo. Lo raccontano i primi dati elaborati nell'ambito dell'inchiesta conoscitiva aperta a Torino, epicentro dei dissesti e delle proteste, dal sostituto procuratore Raffaele Guariniello. Il magistrato di battaglia, sempre attento ai problemi dei consumatori e alle questioni legate alla sicurezza, ha dato alla Polfer il compito di raccogliere i dati relativi a un robusto campione di treni veloci, zoomando sui primi dieci giorni di servizio, prima di Natale.

Le corse in linea con le tabelle di marcia - la massima puntualità - sono state meno di una ventina, secondo il dossier nelle mani di Guariniello. Un centinaio degli oltre 400 Frecciarossa monitorati è approdato a destinazione con meno di 15 minuti di ritardo. Oltre 300 invece, stando sempre alla ricognizione fatta dai collaboratori del pm, hanno accumulato ritardi superiori al quarto d'ora. E, di questi, 50 hanno sforato i tempi di oltre 60 minuti, 30 hanno doppiato la boa delle due ore extra perse, si è arrivati a picchi di 5 ore abbondanti. E tutto è cominciato prima che neve e ghiaccio flagellassero la penisola, due giorni dopo l'inagurazione in pompa magna e in perfetto orario della linea Torino-Milano.

Trenitalia, nonostante i dati pesanti, continua a difendere le sue ragioni. Allungando il periodo-campione e spalmando le statistiche su un maggior numero di giorni, le percentuali si annacquano. E tuttavia tratteggiano un quadro del quale non c'è da andare fieri. Solo il 25 per cento dei treni fast in corsa dal 13 dicembre al 5 gennaio - dati resi noti ieri dall'azienda - è arrivato al capolinea con più di 15 minuti di ritardo. Altre centinaia di Frecciarossa non hanno centrato l'obiettivo puntualità per meno di un quarto d'ora, anche su tratte relativamente brevi. Ma secondo Trenitalia i ritardi dei treni sotto 15 minuti non sono considerati tali, "per consuetudine europea". E pazienza se centinaia di clienti hanno perso coincidenze o hanno mancato appuntamenti importanti. Anche per i treni superveloci c'è una sorta di "quarto d'ora accademico", ammesso, tollerato, escluso dal bilancio.


Numeri e non solo. Lo scopo dichiarato dell'indagine esplorativa di Guariniello - "il ritardo di per sé non ha rilievo penale", allo stato non ci sono indagati né ipotesi di reato - è quello di portare alla luce le cause degli stop e dei rallentamenti, per vedere che cosa c'è davvero dietro e lavorare di conseguenza. Per due ordini di ragioni. La sicurezza, e possibili correttivi. "Successe così - ricordano dallo staff del sostituto procuratore - anche con l'inchiesta sui ritardi areei: si individuarono le origini dei problemi, si studiarono e pianificarono soluzioni ad hoc". Ma fin qui le indicazioni avute da Trenitalia, nei prossimi giorni chiamata da Guariniello a dare risposte più approfondite, non sono state dettagliate. I motivi dei ritardi, minimi o stratosferici che siano, vengono raggruppati in quattro macro-famiglie. Cause interne, cioè inconvenienti tecnici. Cause esterne, sostanzialmente eventi meteorologici, suicidi, incidenti. Cause attribuibili al gestore della rete, Rsi. E cause che dipendono da altri operatori ferroviari, ad esempio la società svizzera Cisalpino o le concessionarie locali.

Dal quartiere generale di Mauro Moretti, l'amministratore delegato di Trenitalia, l'accento viene messo sul bicchiere mezzo pieno - la puntualità di tre quarti dei Frecciarossa o l'"accettabile" quarto d'ora di ritardo - e sulle difficoltà legate alla messa a regime della "rivoluzione alta velocità". Moretti da parte sua ribadisce la tesi già esposta a Repubblica il 18 dicembre scorso, nel pieno della crisi Frecciarossa. "Sono dei guai giovanili - spiegava l'a. d. - il nostro è un sistema così complesso che ha bisogno di rodaggio, di essere provato ora dopo ora, giorno dopo giorno e accompagnato da cure e attenzione dei nostri tecnici. Per fare ciò occorre del tempo: stiamo parlando di mille chilometri di rete ad alta velocità e 110 treni veloci al giorno". Aumentando l'offerta di treni del 40 per cento - aggiungono a Trenitalia - sono state anche inaugurate in contemporanea tre nuove linee Av. C'è stata poi l'introduzione dell'orario invernale. E infine ci si è messo il tempaccio. Con una coda di effetti collaterali. Non sono ancora stati rimessi in rete tutti locomotori fast mandati in manutenzione dopo l'ondata di gelo e i guasti elettrici provocati dalla basse temperature. 


aggiungo io che hanno allungato i tempi di percorrenza di circa il 20% della maggior parte degli intercity.
eh il progresso, per andare a firenze ci mettevo meno 20 anni fa
  • 0

#200 *alessandro*

*alessandro*

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2589 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 07 gennaio 2010 - 15:08

Premesso che il racconto sarà volutamente esagerato ... però che scena ributtante

http://www.repubblic...zo-braccia.html

... ehssì che basterebbe consentire ai disabili e alle varie categorie svantaggiate di fare il biglietto in treno, proprio una cosa complicata!
  • 0
ex "victor"




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq